Guerra e pace (2 DVD) di Mario Soldati,King Vidor

Guerra e pace (2 DVD)

Con la tua recensione raccogli punti Premium

nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Cofanetti - Drammatico

Salvato in 27 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 9,57 €)

Guerra e pace (2 DVD)
Paese: Italia; Stati Uniti
La giovane figlia del conte Rostov, Natascia, s'innamora del principe Andrea Bolkonski. Natascia e Andrea si fidanzano, ma la Grande Armata di Napoleone ha oltrepassato i confini della Russia: il principe deve raggiungere l'esercito. L'amico più caro dei Rostov e di Andrea Bolkonski è Pierre Besukof, figlio naturale di un ricco principe che, morendo l'ha riconosciuto lasciandogli la sua ingente sostanza. Pietro viene circuito dalla bellissima cugina Elena, che si fa da lui sposare. Intanto Napoleone avanza vittorioso verso il cuore della Russia. Natascia, lontana dal fidanzato, sta per cedere alle lusinghe del fratello di Elena, Anatole ma interviene a tempo Pierre, che richiama Natascia ai suoi doveri. Andrea però, informato della cosa, rompe il fidanzamento. Intanto i francesi sono giunti alle porte di Mosca, che viene abbandonata dagli abitanti e incendiata. I Rostov, che si sono uniti agli altri nella fuga, tolgono dai carri le cose loro per far posto ai numerosi feriti: su uno di questi carri Natascia trova, gravemente ferito, Andrea, ch'ella sente di amare ancora. Andrea perdona Natascia, ma poco dopo muore. Pierre è rimasto a Mosca, occupata dai francesi: si proponeva di uccidere Napoleone ma la sua indole, mite e buona, gli impedisce di compiere l'attentato. Essendo intervenuto contro dei saccheggiatori, Pierre viene arrestato. I francesi sono costretti ad iniziare la loro lunga e disastrosa ritirata. Pierre viene liberato e ritorna a Mosca. I Rostov hanno avuto distrutta e saccheggiata la casa: il figlio minore, Petia, è morto in guerra. Natascia cerca di ridare coraggio e fiducia alla famiglia. Ella si accorge di amare Pierre e con lui inizierà una nuova esistenza, essendo, nel frattempo, morta Elena.
Sullo sfondo delle grandi invasioni napoleoniche della Russia si intrecciano le vicende di due famiglie nobili russe: i Bolkonskij e i Rostov, con grandi amori e sordidi inganni. La bella Natascia Rostova si innamora del principe Andrej Bolkonskj, che deve raggiungere l’esercito impegnato contro le truppe di Napoleone. Durante la sua assenza, Natascia viene quasi sedotta da Anatolj ma Piotr, vero e grande amico di Andrej, la richiama ai suoi doveri di fidanzata fedele. Il principe Andrej, venuto a conoscenza dei fatti accaduti, decide di rompere il legame con la fanciulla. Quando però i due si ritrovano, dopo l’assedio di Mosca, egli la perdona prima di morire a causa delle ferite riportate in combattimento. Alla fine Natascia e Piotr scopriranno di amarsi e riusciranno a coronare il loro sentimento.
4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Michele Bettini

    30/10/2019 21:42:37

    E' avvilente osservare come le nuove generazioni non s'interessino di alcun film delle epoche passate, che pure contengono storia e sono spettacolari. Farebbero eccezione alcune schifezze, come i film inverosimili di Sergio Leone ed altre porcherie, compreso i film inconcludenti e assurdi di Kubrick. Comunque il romanzo di Tolstoi, da cui sono stati tratti tanti film, soprattutto questo e quello di Bondarciuk, è insolentemente palloso, come è palloso questo film. Le storie nelle storie, e nella storia in generale, sono indigeste.

Sullo sfondo delle grandi invasioni napoleoniche della Russia si intrecciano le vicende di due famiglie nobili russe: i Bolkonskij e i Rostov, con grandi amori e sordidi inganni. La bella Natascia Rostova si innamora del principe Andrej Bolkonskj, che deve raggiungere l’esercito impegnato contro le truppe di Napoleone. Durante la sua assenza, Natascia viene quasi sedotta da Anatolj ma Piotr, vero e grande amico di Andrej, la richiama ai suoi doveri di fidanzata fedele. Il principe Andrej, venuto a conoscenza dei fatti accaduti, decide di rompere il legame con la fanciulla. Quando però i due si ritrovano, dopo l’assedio di Mosca, egli la perdona prima di morire a causa delle ferite riportate in combattimento. Alla fine Natascia e Piotr scopriranno di amarsi e riusciranno a coronare il loro sentimento.
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Guerra e pace (2 DVD)
  • Produzione: Filmauro
  • Durata: 208 min
  • Lingua audio: Inglese; Italiano
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Mario Soldati Cover

    (Torino 1906 - Tellaro, La Spezia, 1999) scrittore e regista cinematografico italiano. Esordì come scrittore con la commedia Pilato (1924), ma si impose all’attenzione della critica con il libro di racconti Salmace (1929) e soprattutto col felicissimo diario del suo soggiorno negli Stati Uniti (come insegnante alla Columbia University, 1929-31), America primo amore (1935). Seguì una fortunata carriera letteraria, nel corso della quale S. mise a punto un suo particolare gusto tra morbido e bizzarro, tra romantico e amante dell’intrigo. Esiti di singolare vivacità e leggerezza ottenne, per es., con La verità sul caso Motta (1937), un libro ricco di implicazioni, tra il giallo, il grottesco e il metafisico. Le opere successive, sempre segnate dal guizzo di un innegabile talento narrativo e di... Approfondisci
  • May Britt Cover

    Nome d'arte di Maybritt Wilkens, attrice svedese. Bionda e graziosa, viene scoperta da C. Ponti che la fa debuttare come ricca borghese in Le infedeli (1952) di Steno e M. Monicelli e come figlia perseguitata in La lupa (1953) di A. Lattuada. Dopo Guerra e pace (1956) di K. Vidor, girato a Cinecittà, approda negli Stati Uniti in un ruolo sensuale in I giovani leoni (1958) di E. Dmytryk, che poi le affida il ruolo già di M. Dietrich nel debole rifacimento di L’angelo azzurro (1959). Nel 1960 provoca scandalo sposando il cantante nero S. Davis jr. (dal quale divorzierà nel ’68). Dopo Sindacato assassini (1960) di B. Balaban e S. Rosenberg abbandona le scene per la famiglia. Ritorna occasionalmente sullo schermo nel 1977 in Haunts (Fantasmi) di H. Freed. Approfondisci
  • Anita Ekberg Cover

    Propr. Kristin A. Marianne E., attrice svedese. Eletta Miss Svezia, inizia a lavorare nel cinema a partire dal 1951. Dopo aver partecipato a Portami in città (1953) di D. Sirk, Piangerò domani (1955) di D. Mann e Artisti e modelle (1955) di F. Tashlin, riceve un Golden Globe nel 1956 come migliore giovane promessa. Il film che la trasforma nell’icona di un mondo spensierato già sul punto di declinare è La dolce vita (1960) di F. Fellini: l’attrice immersa nella fontana di Trevi è una delle immagini più suggestive del cinema italiano. Giocando sulle sue forme generose, Fellini la trasforma in seguito nell’incubo di un moralista bacchettone nell’episodio Le tentazioni del signor Antonio contenuto in Boccaccio ’70 (1962). L’attrice è uno dei topoi femminili del grottesco immaginario felliniano... Approfondisci
Note legali