Traduttore: P. Zveteremich
Editore: Garzanti Libri
Collana: I grandi libri
Edizione: 16
Anno edizione: 2006
Formato: Tascabile
Pagine: 2 voll., LVI-1817 p., Brossura
  • EAN: 9788811370055
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 22,10

€ 26,00

Risparmi € 3,90 (15%)

Venduto e spedito da IBS

22 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Francesca Moggi

    08/03/2009 19:45:08

    Libro imperdibile, magistrale sia nelle parti dedicate alla guerra che in quelle dedicate alla "pace" ossia alla vita dei personaggi. Fantastiche le descrizioni delle battaglie di Austerliz e Borodino, avvincente la trama. Tuttavia non ho dato 5 per due motivi. Il principale è la conclusione del libro, affrettata e deludente. Sembra quasi che a un certo punto Tolstoj non sapesse più che farsene dei suoi protagonisti. Morto Andrej si assiste a un pedante ripetersi di pagine dedicate alla filosofia della storia, e il finale lascia a bocca amara. Secondo me se i protagonisti sono certamente Andrej, Natascia e Pierre, tuttavia i veri giganti morali del libro sono altri tre personaggi che passano in secondo piano: Lise, Karatev e, soprattutto, Sonja, la più penalizzata dal finale. In fondo Andrej sarebbe cambiato se non avesse avuto il rimorso per la sofferenza e la bontà e mitezza della moglie Lise? Pierre avrebbe ritrovato fiducia nella vita se non avesse incontrato Karatev? Ma soprattutto, che fine avrebbe fatto Natascia, senza la fedelissima Sonja a salvarla dal disonore con Anatol?!?!? Eppure Natascia alla fine è acida, dura con Sonja, chiamandola "fiore sterile": perché? Sonja, sola al mondo e povera, paga per tutti, e questo finale, benchè forse molto vicino alla vita reale, mi ha lasciato molto, troppo amaro in bocca. Il secondo motivo per cui ho dato 4 e non 5 è la traduzione, con diversi errori, e le parti in francese non si sa perchè non sempre tradotte. In ogni caso sono contenta di averlo letto e l'ho divorato in 4 settimane senza annoiarmi, sembra di essere sempre davanti al grande teleschermo!!!

  • User Icon

    Emanuele

    26/06/2008 02:02:03

    L'ho letto nel '99, ricordo l'anno preciso perché, alla fine della sua lettura, ho scritto una poesia su Natasha, il mio personaggio preferito insieme a Pierre. Un autentico capolavoro, non importa che consta di quasi 2000 pagine: non mi ha mai annoiato, di sicuro lo rileggerò. Compratelo!

Scrivi una recensione