Guida ai narratori italiani del fantastico. Scrittori di fantascienza, fantasy e horror made in Italy - Walter Catalano,Gian Filippo Pizzo,Andrea Vaccaro - copertina

Guida ai narratori italiani del fantastico. Scrittori di fantascienza, fantasy e horror made in Italy

Walter Catalano,Gian Filippo Pizzo,Andrea Vaccaro

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Odoya
Collana: Odoya library
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 29 novembre 2018
Pagine: 350 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788862882231
Salvato in 47 liste dei desideri

€ 20,90

€ 22,00
(-5%)

Punti Premium: 21

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Guida ai narratori italiani del fantastico. Scrittori di fan...

Walter Catalano,Gian Filippo Pizzo,Andrea Vaccaro

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Guida ai narratori italiani del fantastico. Scrittori di fantascienza, fantasy e horror made in Italy

Walter Catalano,Gian Filippo Pizzo,Andrea Vaccaro

€ 22,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Guida ai narratori italiani del fantastico. Scrittori di fantascienza, fantasy e horror made in Italy

Walter Catalano,Gian Filippo Pizzo,Andrea Vaccaro

€ 22,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 22,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Anche se in Italia i generi della fantascienza e dell'horror sono praticati da pochi decenni, la tradizione fantastica ha tuttavia radici antiche che risalgono almeno alle "corbellerie" (così le definì il cardinale Ippolito d'Este) di Ludovico Ariosto. Escludendo tuttavia i generi precedenti alla nascita del romanzo moderno, questo libro si occupa degli scrittori che si sono cimentati con una certa costanza nei vari tipi di letteratura d'immaginazione, dal meraviglioso allo strano, dal gotico al perturbante, dal fantastico tout court al weird fino appunto ai generi di consumo della narrativa del terrore, della science fiction e del fantasy. Un excursus che parte da certe Operette morali di Giacomo Leopardi per proseguire con il movimento della scapigliatura e continuare con gli ormai classici del fantastico del Novecento, da Capuana a Verga e Bontempelli fino a Buzzati, Calvino, Landolfi e Morselli, approdando infine ai contemporanei: Valerio Evangelisti, Danilo Arona, Pierfrancesco Prosperi, Renato Pestriniero, Dario Tonani, Licia Troisi, Barbara Baraldi etc. Il volume è strutturato in voci alfabetiche per autore ed è corredato da numerosi box che esaminano in maniera più puntuale particolari correnti letterarie o fenomeni editoriali, dalla scapigliatura al futurismo, dalla protofantascienza alla fantarcheologia fino alle recentissime correnti del connettivismo e del new weird, senza trascurare la storia delle pubblicazioni più significative e l'importante ruolo dei curatori e dei critici.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Sandro G 74

    10/03/2020 09:27:20

    Una guida al fantastico italiano davvero ben fatta, ottima la curatela di Catalano, Pizzo e Vaccaro, una garanzia (su questo non avevo alcun dubbio) soprattutto dal punto di vista storico. Un viaggio affascinante descritto con competenza e lucidità. Un unico appunto: non avrei accostato, per qualità letteraria, stilistica e immaginativa, accanto a nomi del calibro di Landolfi, Calvino e Buzzati e altri mostri sacri della nostra narrativa dell'immaginario, autori contemporanei molto fortunati e ahimè apprezzati dal pubblico, decisamente commerciali per contenuti e dallo stile anti letterario (meglio non fare nomi come faccio di solito), in genere contraddistinti da una qualità della prosa di bassissima qualità. Sicuramente alcuni editori risponderebbero con i dati delle vendite di questo tipo di opere tanto acclamate, ma davvero sono e siamo convinti che il valore di un'opera letteraria si possa giudicare soltanto dal numero di copie vendute? Ricordo che un grande come Tommaso Landolfi riusciva e vendere la miseria di mille o duemila copie al massimo, con l'unica differenza che i suoi lavori erano vere opere d'arte, altri invece (specialmente in tempi recenti) hanno fatto i soldi con svariate paccottiglie pseudo letterarie. Chi ama veramente la grande letteratura (e chi è onesto intellettualmente) non può non essere d'accordo con quanto ho affermato. Gli affari sono affari, l'arte è ben altra cosa...

Nelle scorse settimane ho realizzato un’inchiesta sulla critica letteraria per una rivista online, interpellando una sessantina di critici: nulla di straordinario, se non fosse che l’inchiesta, riguardante una cosa di solito ritenuta nicchia (se non cadavere), ha fatto registrare più di cinquemila condivisioni e quasi centomila letture. Non solo la critica era viva, ma era anche richiesta: delle quattro puntate, le più condivise erano quelle in cui le si chiedeva di suggerire o valutare libri – in una parola, di orientare. È apparso chiaro come, in un campo letterario sempre più simile a una nebulosa, con le medesime collane che possono contenere alta letteratura come materiale di mero rilievo commerciale (per tacere del generale clima di sovraproduzione), la funzione di selezione e messa in valore risulti ancor più cruciale.

In effetti, non solo la critica è sempre più necessaria, ma – notizia! – sta anche bene, se è vero che due dei migliori libri del 2018 erano libri di critica come Biologia della letteratura di Alberto Casadei e La letteratura circostante di Gianluigi Simonetti.
La tendenza pare confermarsi, dato che un altro valido libro di critica è da poco andato in ristampa. Si tratta del Romanzo italiano contemporaneo di Carlo Tirinanzi De Medici, che, nel raccontare con efficacia “le tappe attraverso cui il romanzo ha occupato il centro dello spazio letterario italiano”, fa qualcosa di più: mostrare come si è costituita la lingua comune dei narratori odierni, e raccontare gli effetti di un radicale mutamento del campo sia letterario, sia umano: quello per cui oggi tutto si è fatto narrazione, facendone una modalità conoscitiva privilegiata.
Modalità privilegiata ma anche pericolosa, come ricorda Walter Siti attraverso il saggio di Marco Mongelli, tra i ventidue che costituiscono l’esaustivo La realtà rappresentata, curato da Raffaello Palumbo Mosca. Proprio Siti ebbe a definire il romanzo come “l’ammiraglia che la letteratura può schierare rispetto alla cronaca e alla sociologia nel tentativo di venire a capo della realtà”, frase che io stesso usai nell’introduzione di un mio “ibrido” e che ben si adatta anche all’erculeo lavoro di Palumbo Mosca, dato che il suo libro riesce, anche grazie alla polifonia, a inquadrare quel nodo profondo (e ineludibilmente multiforme), che lega romanzo e rappresentazione del reale – e che va oltre la sua tendenza a integrare il saggio, dato che tale capacità rientra nella natura del romanzo, che è, per dirla con Gospodinov, “non ariana”.
Non solo, poi, il romanzo è meticcio, ma la sua ibridazione è costante, e dopo aver inglobato – o meglio, essere tornato a inglobare – il saggio, è oggi entrato anche nell’epoca dei cosiddetti “sfondamenti”, con sempre più testi di alto profilo letterario che traggono elementi dalla speculative fiction. Per questo merita qui una menzione, per quanto non si tratti propriamente di un testo di critica, anche la Guida ai narratori italiani del fantastico di Catalano/Pizzo/Vaccaro, che getta luce su un canone sovente poco considerato della nostra narrativa, che tuttavia sta trovando un’influenza “di ritorno” attraverso i testi di tutti quegli autori che oggi si allontanano da un realismo fattosi sempre meno adeguato per raccontare la sopravvenuta complessità del mondo.

di Vanni Santoni

Note legali