Curatore: M. Zonta
Editore: UTET
Anno edizione: 2005
Pagine: 803 p., Brossura
  • EAN: 9788802071794
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 6,96

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Maurizio Nasi

    13/07/2015 06:19:35

    Se proprio vogliamo fare un parallelismo, possiamo evidenziare che MOSè MAIMONIDE anticipava le idee di Mary Baker Eddy, l'autrice del libro di testo della Scienza Cristiana "Scienza e Salute.Con la Chiave delle Scritture", proprio nella sua famosa "GUIDA DEI PERPLESSI", che è il capolavoro del Rambam, in quanto scriveva che il male è semplicemente l'assenza del bene, così Dio non ha creato una cosa che si chiama male, bensì Dio ha creato il bene, e il male è qualcosa che esiste dove il bene è assente. E l'idea cabalistica che il male non esiste è attualmente riproposta proprio dalla Scienza Cristiana, che proprio per questa idea si è rivelata nella sua storia come una calamita per centinaia di migliaia di ebrei che affermano,che può benissimo coesistere la Scienza Cristiana senza disertare il loro "TALMUDISMO".

  • User Icon

    Lorenzo

    23/05/2012 20:56:19

    Interessante e "originale". Non l'ho ancora finita, ma per chi vuole conoscere l'argomento delle religioni in generale e per chi vuole conoscre questo pensatore che ha influenzato i nostri teologici (S. Tommaso incluso) del 1300 in particolare. E' stato molto apprezzato anche da Spinoza, e ben intuisco il motivo!

  • User Icon

    Riccardo

    09/03/2009 12:40:09

    Pietra miliare del pensiero filosofico medievale. Il tentativo dell'autore è quello di creare un solido complesso di fondamenta razionali su cui poggiare la fede ebraica. Il libro è difficile. Difficile comprensione e difficile lettura. Argomenti a volte scorrelati tra loro, ma alla cui base si intuisce un imponente lavoro di riflessione e di sintesi. D'altro canto lo stesso Maimonide avverte il potenziale lettore che il suo lavoro è in fondo, per pochi eletti. Tra le righe si avverte una malcelata avversione per i 'Goym', i non ebrei, ma siamo nel medioevo ed il riformismo ebraico era ancora ben lungi da fare la sua comparsa. Un 'must' per gli appasionati di filosofia medievale e per gli amenti della speculazione filosofica in generale.

Scrivi una recensione