Händel in Ireland vol.1

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Signum
Data di pubblicazione: 1 maggio 2017
  • EAN: 0635212047828

€ 21,90

Punti Premium: 22

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Anonimo: Handel’s Forest Music; Aileen Aroon (arrangiamento: Bridget Cunningham);
Georg Friedrich Händel (1685-1759): Ouverture da Messiah (arrangiamento: John Walsh); Vo’ far guerra (Rinaldo; arrangiamento di William Babell); Ouverture da Esther (arrangiamento: John Christopher Smith); Suite in Sol minore per clavicembalo HWV 432; Lascia ch’io pianga (Rinaldo; arrangiamento: William Babell);
Thomas Roseingrave (1690-1766): Suite n.8 in sol minore per clavicembalo.
Bridget Cunningham ha trovato un modo molto originale per celebrare la Festa di San Patrizio, dando alle stampe un nuovo disco di opere per clavicembalo, che tratteggiano un quadro molto affascinante del periodo trascorso da Georg Friedrich Händel a Dublino. Nel 1741, il cinquantaseienne Händel, che si era ritrovato in gravi ristrettezze economiche a Londra, anche a causa dell’inesorabile declino dell’opera italiana agli occhi del pubblico della capitale britannica, decise di trasferirsi per nove mesi a Dublino, che in quel periodo era la seconda città più grande delle Isole Britanniche e un centro musicale vivace e in rapida crescita. La cronaca di questo affascinante viaggio ci viene narrata da Bridget Cunningham, non solo validissima cembalista, ma anche musicologa di vaglia, sia con le opere in programma sia con le dettagliate note di copertina. Questo disco fa parte della serie attualmente in corso curata da Bridget Cunningham e dall’ensemble di strumenti originali London Early Opera, che ha già visto l’uscita di diversi volumi di grande interesse dedicati alla produzione del grande compositore di Halle, tra cui Handel in Italy e Handel at Vauxhall.
  • Georg Friedrich Händel Cover

    Compositore tedesco.La vita. il trasferimento a londra. Figlio di un barbiere-cerusico, ricevette la prima istruzione musicale da F.W. Zachow, organista della Liebfrauenkirche a Halle. Incominciò a comporre a dieci anni; ma poiché suo padre era contrario alla carriera di musicista, nel 1702 entrò all'università di Halle per studiarvi diritto. Lo stesso anno divenne organista del duomo; l'anno seguente lasciò Halle per Amburgo, dove suonò in orchestra sotto la direzione di R. Keiser e conobbe J. Mattheson. Il suo primo melodramma, Almira, parte in italiano e parte in tedesco, fu rappresentato ad Amburgo nel 1705; ad esso ne seguirono altri tre, ora perduti. Nel 1706 raggiunse l'Italia, dove divenne in breve famoso come compositore di melodrammi e dove rappresentò il suo primo oratorio, La Resurrezione,... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali