The Hateful Eight

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Stati Uniti
Anno: 2015
Supporto: DVD
Salvato in 96 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 9,99 €)

Qualche anno dopo la fine della guerra civile, una diligenza è costretta a fermarsi nel cuore del Wyoming a causa di una tempesta di neve. Il cacciatore di taglie John Ruth e la sua prigioniera Daisy Domergue sono attesi nella città di Red Rock dove Ruth, noto da quelle parti come "Il Boia", porterà la donna dinanzi alla giustizia, riscuotendo una taglia di 10.000 dollari. Lungo la strada incrociano due uomini che si uniscono a loro. Ma la tempesta infuria ed i quattro sono costretti a fermarsi per cercare rifugio presso un emporio dove ad accoglierli troveranno altri quattro sconosciuti. Gli otto viaggiatori bloccati dalla neve si rendono presto conto che, forse, qualcuno non è chi dice di essere e che, probabilmente, non sarà facile per nessuno raggiungere Red Rock.
4,72
di 5
Totale 25
5
19
4
5
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    mauro

    16/05/2020 08:08:05

    In pieno stile Tarantino.. uno dei meglio riusciti. Ti attacca allo schermo dall'inizio alla fine!

  • User Icon

    Roxy

    15/05/2020 17:36:30

    Come recensire un film di Quentin? Beh sappiamo tutti (soprattutto a chi piace e chi lo segue) come scrive e dirige una pellicola, soprattutto ogni volta una sorpresa o novità. La cosa che più che mi colpiscono sono i dialoghi fra tutte le comparse, e a farla da padrone anche questa volta (dopo Ezechiele) è sempre Samuel. Girando tra le montagne innevate fa scorrere con mistero quasi tre ore di film senza annoiarsi.

  • User Icon

    Rosario

    14/05/2020 16:46:33

    In "The Hateful Eight" Tarantino ripropone uno schema più vicino al mondo teatrale già usato nel suo primo film "Le iene", presenti evidenti omaggi classici anche a "Dieci piccoli indiani" e "la cosa" di Carpenter. Ambientato in un innevato Wyoming il film narra le vicende del maggiore Warren e di John Ruth il boia, due cacciatori di taglie che dopo un susseguirsi di eventi per evitare una bufera di neve sono costretti ad alloggiare in un emporio assieme ad altri loschi individui, nessuno si fida dell'altro e a scombinare ulteriormente le cose è la presenza di Daisy Domergue la prigioniera del "boia" destinata alla forca. Fotografia fantastica, un ennessimo capolavoro di Tarantino da sottolineare la colonna sonora del grandissimo Ennio Morricone. Un estimatore di Tarantino non può non avere questo film nella propria videoteca.

  • User Icon

    Giuseppe

    13/05/2020 06:57:01

    Forse non il miglior film di Tarantino, ma sicuramente meritevole, seppur particolarmente lungo coinvolge in ogni sua parte, consigliatissimo.

  • User Icon

    Pamato99

    12/05/2020 21:07:59

    Tarantino è un genio assoluto e ogni suo film è qualitativamente eccelso, compreso il bistrattato 'Deathproof'. 'The hateful eight' è un vero e proprio capolavoro del cinema, fatto di dialoghi interminabili, di riprese lente e sinuose e di citazioni inserite come solo Tarantino sa fare. I riferimenti a 'La cosa' di Carpenter sono palesi, a giudicare dalla colonna sonora e dall'ambientazione nevosa, come sono chiari i rimandi al western e al whodunit alla Agatha Christie. Inoltre ci sono dei discorsi politici che fanno capire le contraddizioni e il razzismo all'interno della società americana, rappresentate all'interno della pellicola dai vari personaggi in scena, capeggiati da un Jackson eccezionale per usare un eufemismo. Il reparto tecnico è stupefacente, e sfocia in una regia senza mezza sbavatura e una delle fotografie piú belle della storia del cinema. Spero che nel tempo il suddetto film venga rivalutato da chi lo ha trovato noioso o eccessivamente verboso, ma è risaputo che il cineasta faccia dell'eccesso e della voluta difettosità i suoi punti di forza, rendendo il tutto unico e inimitabile.

  • User Icon

    silvia

    11/05/2020 14:57:03

    Chi ama, forse venera, un maestro come Tarantino non può di certo avere un opinione negativa su questo film. Lo si ama da qualsiasi punto di vista; abbiamo un luogo isolato, un gruppo di personaggi di cui non sappiamo niente e la neve (il contrasto della neve bianca e gli schizzi di sangue è perfetto per la vena splatter di Tarantino che riaffiora in ogni suo film!); abbiamo la collaborazione così tanto attesa col gran maestro Ennio Morricone (che tocco di classe!); abbiamo un cast d'eccezione, con vecchie leve e varie new entry. Insomma non manca niente, la divisione in capitoli è la ciliegina! Un ritorno alle origini in un certo senso, dopo forse un po troppi elementi hollywoodiani. Vorrete tutti avere una lettera scritta da Abraham Lincoln!

  • User Icon

    stefano

    11/05/2020 13:52:35

    Il film di Tarantino ricrea le atmosfere tipiche del regista italo americano. Violenza, psicologia suspense..................... da assaporare la sera tardi quando i bimbi sono a letto. Le citazioni e gli omaggi si sprecano

  • User Icon

    Sarah

    06/04/2020 22:14:29

    Tarantino o si odia o si ama. In questo film si fa decisamente amare.

  • User Icon

    Lara

    09/02/2020 15:28:07

    Tarantino imprime il suo marchio di fabbrica in questo magnifico e atipico western. Cast di eccellenze e colonna sonora firmata da Ennio Morricone, premiato con un Premio Oscar.

  • User Icon

    Figi

    09/12/2019 18:32:49

    Bellissimo film western

  • User Icon

    Francesco

    25/09/2019 15:07:34

    Ottavo capolavoro di Quentin Tarantino. Lo stile della pellicola e i dialoghi sono caratteristici del "canone tarantiniano" e la scelta dell'ambientazione western è più che azzeccata. Consigliatissimo.

  • User Icon

    Davide

    20/09/2019 10:04:05

    Capolavoro di Tarantino, bellissimo, originale, pieno di citazioni, ti tiene incollato alla poltrona dall'inizio alla fine. Assolutamente da non perdere.

  • User Icon

    Marco

    19/09/2019 11:23:38

    Bellissimo western che appassiona sino all'ultimo...da vedere

  • User Icon

    Isabella

    16/08/2019 09:29:16

    Tarantino ha doti necromantiche: è riuscito a far rivivere il Western, genere cinematografico da tempo dimenticato. Lo fa a modo suo, ovviamente, e cioè ispirandosi al già fatto (autocitazioni, spaghetti-western, La cosa di Carpenter, Stagecoach di Ford....). In più, continua il discorso antirazzista e razziale, con intenti di riappacificazione e forse volendo dire che razzismo, sospetti, violenza esistono ancora. Un film in cui si parla molto, claustrofobico, nell'attesa continua che accada qualcosa. Più psicologico dei precedenti, e con un cast talmente bravo da sostenere le quasi tre ore di film senza punti morti. Forse non il più bello di Tarantino, ma comunque eccezionale.

  • User Icon

    stefano

    13/05/2019 07:46:14

    Il film di Tarantino ricrea le atmosfere tipiche del regista italoamericano. Violenza, psicologia suspense..................... da assaporare la sera tardi quando i bimbi sono aletto. Le citazioni e gli omaggi si sprecano

  • User Icon

    Matteo

    09/03/2019 15:48:42

    Capolavoro di Tarantino. Dovete avere "pazienza" fino a 3/4 del film, che in realtà significa GODERE della recitazione magistrale del cast stellare, e divertirsi ad ascoltare cosa hanno da dire i pg, come lo dicono, ecc.. per il finale, tutti dietro la poltrona, Tarantino non delude mai, ma stupisce anche, come sa fare solo lui. CHE BOMBA.

  • User Icon

    Diego

    09/03/2019 11:00:47

    Semplicemente stupendo!! Forse sarò di parte ma Quentin non delude mai!! Film lungo e lento, come giusto sia per il genere, però la trama e la colonna sonora lo rendono molto piacevole nella visione. Gli attori sono azzeccatissimi e la storia è davvero coinvolgente oltre che sorprendente ma nessuna anticipazione, dovete guardarlo!!

  • User Icon

    Sivia

    06/03/2019 22:14:37

    Ennesimo grande film di Tarantino che continua il filone western intrapreso con Django. Musiche da oscar di Morricone completano il tutto. Da vedere!

  • User Icon

    Sandro Gramm. '74

    10/01/2019 08:24:24

    Per me questo è uno dei migliori film di Tarantino, claustrofobico, deliziosi e grotteschi i dialoghi, un cast da paura, atmosfera perfetta, splatter al punto giusto senza eccessi fini a se' stessi, un finale drammatico e comico allo stesso tempo, e un Samuel Jackson eccezionale. Visto già due volte.

  • User Icon

    Marco e Pac

    03/11/2018 05:20:56

    Molto bello,originale e fila via che è una bellezza..aspetti ogni momento di capire che ruolo hanno i vari personaggi.. Peccato che non sia il genere di Pac..crollata nel sonno svariate volte.. Molto molto bello.

Vedi tutte le 25 recensioni cliente

Pièce western che concilia autorialità e blockbuster e prosegue il processo di politicizzazione del grande cinema di Tarantino

Trama
Lungo i sentieri rocciosi del Wyoming, una diligenza corre più forte del vento. Un vento che promette furia e tempesta. Ultima corsa per Red Rock, la diligenza si arresta davanti al Maggiore Marquis Warren, diligence stopper e cacciatore di taglie nero che ha servito la causa dell'Unione. Ospitato con riserva da John Ruth, bounty hunter che crede nella giustizia, meno negli uomini, Warren lo rassicura sulle sue buone intenzioni. Il viaggio riprende ma il caratteraccio di Daisy Domergue, canaglia in gonnella condotta alla forca, lo interrompe di nuovo. La sosta imprevista incontra e carica tra chiacchiere e scetticismo Chris Mannix, un sudista rinnegato promosso sceriffo di Red Rock. Incalzati dal blizzard, trovano rifugio nell'emporio di Minnie dove li attendono un caffè caldo e quattro sconosciuti. Interrogati a turno dal diffidente John Ruth probabilmente nessuno è chi dice di essere.

2016 - Oscar [Academy Awards] - Miglior colonna sonora

  • Produzione: 01 - Home Entertainment, 2020
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Note: versione regolare uscita al cinema (regular theatrical release)
  • Durata: 168 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Inglese; Italiano; Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 2,75:1
  • Area2
  • Contenuti: trailers; featurette; scene censurate: B-roll; speciale: Musiche da Oscar - 70mm worldwide
  • Quentin Tarantino Cover

    Propr. Q. Jerome T., regista e sceneggiatore statunitense. Autore tra i più influenti degli anni '90, a dispetto di una filmografia esigua è circondato da un alone di culto che ne fa uno dei registi più imitati e saccheggiati del cinema contemporaneo. Dopo aver lavorato a lungo in una videoteca dove ha modo di nutrire la sua onnivora e vorace passione cinefila, esordisce con Le iene (1992), straordinario ingranaggio narrativo incentrato su una rapina e sulle sue sanguinose conseguenze: vagamente ispirato nella struttura a Rapina a mano armata (1956) di S. Kubrick e provocatoriamente giocato sull'ellissi della scena-madre (la rapina non si vede mai), il film brilla per lo straordinario equilibrio tra macabra ironia e senso dell'efferatezza e per la attenta investigazione sul tema del tradimento.... Approfondisci
  • Kurt Russell Cover

    Propr. K. Vogel R., attore statunitense. Dopo alcuni ruoli televisivi è scritturato dalla Disney per numerosi film e commedie. Nel 1981 interpreta 1997 - Fuga da New York di J. Carpenter dando vita al personaggio di Jena (Snake nell'originale) Plissken, eroe maledetto e solitario tra i più amati del cinema contemporaneo. Il film ha una sua prosecuzione in Fuga da Los Angeles (1996), versione più radicale e cinica del precedente. Sempre per Carpenter recita in La cosa (1982) e nel divertente e ironico Grosso guaio a Chinatown (1986). Solido interprete d'azione in Stargate (1994) di R. Emmerich e d'intrattenimento in Tango & Cash (1989) di A. Kon?calovskij, ha dimostrato di possedere notevoli qualità drammatiche in Silkwood (1983) di M. Nichols. Interpreta quindi il dottor McCabe in Vanilla... Approfondisci
  • Tim Roth Cover

    Nome d'arte di Timothy Simon Smith, attore inglese. Negli anni ’80 lavora sui palcoscenici e in tv con registi come M. Leigh e D. Leland. I film Il cuoco, il ladro, sua moglie e l’amante (1989) di P. Greenaway e Rosencrantz e Guildenstern sono morti (1990) di T. Stoppard lo segnalano come attore brillante e versatile a livello internazionale. Q. Tarantino lo vuole in quasi tutti i suoi film, appare in kolossal in costume come Rob Roy (1995) di M. Caton-Jones e Vatel (2000) di R. Joffé e si impone definitivamente nella splendida e malinconica interpretazione di T.D. Lemmons detto Novecento in La leggenda del pianista sull’oceano (1998) di G. Tornatore. Successivamente interpreta Il pianeta delle scimmie (2001) di T. Burton e veste i panni di Oliver Cromwell in Cromwell & Fairfax (2002) di M.... Approfondisci
Note legali