Impronte di gatto. Nell'arte, nella letteratura, nella vita dell'uomo

Detlef Bluhm

Traduttore: S. Vicini
Editore: TEA
Collana: Saggistica TEA
Anno edizione: 2008
Formato: Tascabile
In commercio dal: 23 ottobre 2008
Pagine: 343 p., Brossura
  • EAN: 9788850217564
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 7,31

€ 8,60

Risparmi € 1,29 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Yuki 85

    13/12/2010 21:54:43

    E' semplicemente il miglior libro sui gatti che io abbia mai letto!! Davvero molto approfondito e a carattere scientifico!

  • User Icon

    Cecilia

    23/05/2008 11:13:39

    Da leggere per i gattofili, si scopre sicuramente qualcosa di curioso sull'amato animale, ma lo consiglierei anche a chi non li sopporta...potrebbe riconsiderarli. Amavo il mio gatto, ma adesso se possibile lo amo ancora di più!! Che esseri meravigliosi...LIFE IS MIAO!

  • User Icon

    lidia

    26/01/2007 00:39:03

    cari lettori,sono una ragazza di 22 anni,e sin da piccola sono cresciuta in compagnia dei miei adorabili gatti, con loro nella mia fissa dimora "il giardino".Amo ogni genere e forma di essere umano, sono vegetariana da tre anni e del detto "nn faccio male nemmeno ad una mosca" ne ho fatto uno stile di vita,ma nonostante io abbia sempre subito in particolar modo il fascino del gatto...conoscevo veramente poco di lui e del suo mondo fino a quando nn ho iniziato a leggere questo fantastico libro...nn sapevo ad esempio che per gli egiziani fosse stato in passato una divinità da adorare(per mia mamma è semplicemente un impiccio). Mia nonna mi ha sempre raccontato che la notte di Natale "il Signore" si mettesse a domandare a tutti i gatti del mondo di come noi padroni avessimo cura di loro...aggingendo (lei) che il Dio degli animali siamo noi uomini e quindi siamo tenuti ad occuparci di loro e accorrere alle loro esigenze...chissà se Detlef avrebbe scritto nel suo libro anche questa piccola leggenda, se mai io e mia nonna avessimo avuto modo di raccontargliela.Nell'introduzione lo scrittore sostiene di aver letto diversi libri sul mondo dei gatti ma che in ognuno di essi mancasse qualcosa e quindi il suo capolavoro(questo ritengo sia il suo libro) è una sorta di raggruppazione di tutte quelle informazioni assorbite quà e là...meravigliosamente approfondite! Consiglio vivamente di leggere questo libro a chi come me ama profondamente il mondo affascinante e misterioso di questo esemplare e a chi più semplicente vuole saperne un pò di più sui nostri teneri amici.baci

Scrivi una recensione