In nome del padre. Riflessione su Strawinskij

Paolo Castaldi

Editore: Adelphi
Anno edizione: 2005
In commercio dal: 9 marzo 2005
Pagine: 169 p., Brossura
  • EAN: 9788845919565
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Usato su Libraccio.it - € 5,40
Descrizione
Nella "Filosofia della musica moderna" Adorno stabiliva la polarità Schönberg-Stravinskij, che diventava poi la tensione tra il Buono e il Cattivo, dove a Stravinskij toccava il ruolo del Cattivo, fonte di ogni aberrazione. Nel 1972 il compositore e critico Paolo Castaldi pubblicò sulle pagine dello "Spettatore musicale", rivista di breve durata e alta qualità, questa "riflessione su Stravinskij". Non cancellò affatto la polarità, ma la ribaltò completamente.

€ 6,00

€ 10,00

Risparmi € 4,00 (40%)

Venduto e spedito da IBS

6 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    G.L.'86

    28/03/2006 06:01:44

    Nessuna possibilità di sintetizzare il presente saggio. Soltanto la lettura dello stesso gratifica il musicista: superata, finalmente, la dicotomia che per lustri vide l'Autore de "L'uccello di fuoco", de "La sagra", dell' "Ottetto", dell' "Histoire du soldat" ecc. relegato negli anfratti dei musicisti anacronistici, rispetto alle avanguardie darmstadtiane, ma soprattutto rispetto a Schoenberg. L'apologia del citazionismo, del collage, della programmatica fabbricazione di mostri tonali diventa il modello castaldiano in ambito compositivo. Saluto con affetto il caro Paolo, amico e simpaticissimo mentore.

Scrivi una recensione