Indagini incrociate

Ian Rankin

Traduttore: A. Rusconi
Editore: TEA
Collana: Teadue
Anno edizione: 2009
Formato: Tascabile
In commercio dal: 12 marzo 2009
Pagine: 466 p., Brossura
  • EAN: 9788850217939
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 4,86

€ 7,65

€ 9,00

Risparmi € 1,35 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    cantarstorie

    04/10/2016 10:48:57

    Come già scritto per il precedente romanzo della serie, "Una questione di sangue", le vicende di John Rebus sono ormai una garanzia. Ogni libro conserva un suo personale sapore, e ritrovare l'essenza dei personaggi (già ben noti) è ogni volta un caloroso piacere.

  • User Icon

    paolo

    10/09/2016 00:36:06

    Buon noir anche se non risulta particolarmente originale e anche se il finale si lascia prevedere in larga parte.

  • User Icon

    Giada

    21/07/2012 17:11:37

    Bellissimo *_*

  • User Icon

    Adriana

    21/05/2012 12:42:00

    Le atmosfere sono belle, i personaggi sufficienti ma il resto è troppo lento e monotono. In 'Fine partita', almeno, la trama era un po' più avvincente; questo qui, due giorni dopo averlo (a fatica) terminato, non me lo ricordavo già più. Deludente.

  • User Icon

    Maurizio Ricci

    28/06/2011 18:08:07

    Non è il primo libro dello scrittore scozzese che affronto, ma pur sforzandomi non riesco ad "innamorarmi" di questo personaggio, pur avendo assai apprezzato la trasposizione televisiva che vede John Hannah nei panni di Rebus. Forse sarà la poca incisività dei diafani caratteri secondari, ma spesso noto un calo di attenzione durante la lettura, che procede meccanicamente: mi capita magari di confondere dettagli della storia che sto leggendo con quelli di un'altra, precedente..... La scelta poi da parte dell'editore di presentarci l'edizione tascabile dei romanzi di Rankin con copertine assai simili tra loro (per non dire quasi identiche) non è di aiuto.

  • User Icon

    Claudio

    06/11/2009 14:16:56

    Ho quasi letto tutti i libri di Rankin. Questo l'ho trovato davvero bello ed attuale nonostante sia del 2004. Innanzitutto ritorna la coppia John Rebus/Siobanh Clarke che secondo me è un abbinamento ben riuscito poi l'argomento,molto attuale, dell'immigrazione affrontato pur sempre in un contesto da libro giallo. Con la tipica, e da me molto apprezzata, ambientazione scozzese, il libro si lascia leggere in modo scorrevole e molto interessante.

  • User Icon

    standbyme

    10/02/2008 18:07:15

    Questo è il primo romanzo di questo noto autore scozzese che leggo. Per prima cosa devo dire che il fatto di non conoscere il “background” di John Rebus e Siobhan Clarke, protagonisti dei precedenti romanzi delle serie, non mi ha tolto più di quel tanto il piacere della lettura. Sono entrato abbastanza facilmente nel carattere dei personaggi che ho trovato di spessore e ben determinati nelle loro azioni e pensieri. Un discorso diverso sarebbe stato con i romanzi di Connolly e il suo Charlie “Bird”: qui sì che vanno letti rigorosamente in ordine cronologico. Ma tornando a I.R. ho avuto l’impressione che “Indagini incrociate” non sia il suo libro più bello. Questa sensazione è rafforzata leggendo i vari commenti su IBS e quelle scritte dagli amici di EmozionaliA. Quello che mi a lasciato perplesso sono gli innumerevoli personaggi che appaiono: una fugace apparizione o un ruolo determinante nella storia poco importa: quando li incroci la prima volta non puoi saperlo. In questi casi o si ha una memoria di ferro o si prende nota nel corso della lettura altri si rischia di capirci ben poco. Ben scritto comunque e ben costruito anche se mi è parso un po’ puerile il metodo adottato dal malavitoso per terrorizzare gli immigrati irregolari. Un plauso alla denuncia sul trattamento riservato agli immigrati irregolari da parte delle autorità costituite. Un dramma ormai che tocca tutti gli Stati e che, a dir il vero, non è di facile soluzione: è difficile far conciliare i diritti-doveri degli immigrati con quelli dei cittadini della nazione che li ospita. Un equilibrio molto, ma molto instabile. Tra pochi giorni uscirà “Dietro quel delitto” che ha quanto sembra sia il penultimo con Rebus. Forse sarà mio a meno che gli amanti di I.R. non mi diano la dritta giusta sul più bel romanzo con Rebus e Siobhan. Grazie!

  • User Icon

    pasquale

    07/07/2007 00:29:49

    Si fa fatica all'inizio a stare dietro a tutti i personaggi. Libro ben scritto, bella trama, avvincente e personaggi simpatici. Voto 5-

  • User Icon

    nicola

    25/02/2007 20:01:48

    Come al solito Ian Rankin mi tiene sveglio per tutta la notte, romanzo bellissimo come tutti gli altri...non perdetelo!

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione