Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Le inseparabili - Simone de Beauvoir - copertina

Le inseparabili

Simone de Beauvoir

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Isabella Mattazzi
Collana: Scrittori
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 22 ottobre 2020
Pagine: 208 p., Brossura
  • EAN: 9788833314822
Salvato in 231 liste dei desideri

€ 14,25

€ 15,00
(-5%)

Venduto e spedito da IL LIBRO di DALLAVALLE SRL

spinner

Disponibilità immediata

Solo una copia disponibile

+ 3,90 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO

€ 14,25

€ 15,00
(-5%)

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

spinner

Disponibilità immediata

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (13 offerte da 14,25 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Una grande riscoperta letteraria.

«Eccolo! Finalmente esce il romanzo di Simone de Beauvoir scartato dal geloso Sartre»The Times

«Un romanzo commovente e appassionante sull'amicizia femminile»The Guardian

«Ci sarebbe mai stata una Simone senza una Zaza?»El País

«Un rapporto fondamentale, che ha profondamente influenzato Beauvoir e le sue idee sulla disuguaglianza di genere e il sessismo»The New York Times

Le inseparabili, che viene pubblicato in contemporanea con la Francia e dunque in prima mondiale, è il racconto romanzato della straordinaria amicizia tra Simone de Beauvoir e Zaza (Elisabeth) Lacoin, dal loro incontro a scuola, nel pieno della Prima guerra mondiale, alla morte di Zaza nel 1929. La narratrice Sylvie/Simone è immediatamente sedotta da Andrée/Zaza, bambina intelligente e ribelle: le due diverranno inseparabili, nonostante l'ostilità della famiglia di Andrée, un clan ultracattolico dalle tradizioni rigidissime. Ma se l'amicizia riuscirà a sottrarsi all'ambiente oppressivo in cui Andrée è costretta, lo stesso non varrà per la ragazza, schiacciata dall'annullamento dell'individualità che le è richiesto. Così la commovente storia di un'amicizia è anche una denuncia nei confronti di una società bigotta e ipocrita, incapace di accettare ciò che sfugge alla sua gretta meschineria. Simone de Beauvoir scrisse Le inseparabili nel 1954 e, pur avendo deciso di non pubblicarlo, conservò il manoscritto. Oggi, finalmente ritrovato, è una grande scoperta letteraria: sebbene Sylvie/Simone tenda nel racconto ad annullarsi nell'amica, emerge chiaramente il suo percorso, divergente, che le permetterà non solo di salvarsi, ma anche di diventare una figura fondamentale nella storia dell'emancipazione femminile nel Novecento.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,5
di 5
Totale 4
5
2
4
2
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Emma

    18/02/2021 21:33:48

    Bellissimo racconto di un Amore e di un'amicizia tra due bambine ...la sua scrittura ti rapisce,non puoi fare altrimenti che continuare a leggere sino all'ultima pagina senza interruzioni.

  • User Icon

    Alberto Zacco

    06/01/2021 10:40:17

    Le inseparabili è un bel romanzo ispirato alla sua adolescenza di Simone de Beauvoir. Attraverso questo libro, la scrittrice adempie alla missione quasi sacrale di rendere immortale un rapporto per lei molto importante. Lottare contro il tempo, lottare contro l'oblio, lottare contro la morte che potrebbe cancellare qualsiasi ricordo di quella ragazza da lei tanto amata, ma morta precocemente perché soffocata dal biancore degli orpelli che tanto la opprimevano. Andree risulta essere il riscatto di Sylvie che deve sottostare alle regole di una società ordinata per caste, dove la prima appartenendo ad una famiglia caduta in disgrazia, non dove più seguire. Andree diventa quella che Sylvie non potrà mai divenire, cioè libera ed emancipata. Con lo scorrere le pagine, l'amore saffico di Andree non corrisposto diviene il male minore. La paura che traspare dalla madre di Sylvie è che la stessa possa essere traviata nelle sue scelte da un modello poco consuetudinario come quello dell'amica. Una scrittura raffinata e quasi ricercata. Tutto viene descritto alla perfezione e quasi sembra essere presenti sulla scena senza nessun muro di carta. Consigliatissimo

  • User Icon

    elide apice

    03/12/2020 07:50:49

    Sylvie e Andrée sono due bambine, si incontrano a scuola e non si lasceranno più fin quando la morte non le separa e in queste pagine si leggono tutti i sentimenti che univano le due bimbe poi diventate ragazze e il loro ruolo nella società borghese del tempo. Come sempre, nelle parole dell’autrice, ritroviamo la sua idea sul femminile e sul ruolo delle donne, una lucida riflessione sulla religione e sugli obblighi di fede e una amara constatazione sulla società del tempo e sui suoi limiti in un romanzo denso di malinconia e di dolore che la dice lunga sul tema dell’amicizia. Amiche che si incontrano per caso e si riconoscono nelle anime, che si tendono la mano, che continueranno a darsi del lei nonostante l’intimità dei loro racconti. Andrée, figlia di una famiglia numerosa è educata dalla madre ad una apparente libertà, obbligata ad occuparsi anche di impegni da adulti è in realtà prigioniera di obblighi imposti dalla società che le impediscono di pensare ad una sé futura libera di vivere la sua vita. E’ questo il suo limite che Sylvie intuisce e forse per questa sua intuizione non è molto gradita alla famiglia dell’amica che ne giudica male anche per l’inaspettata perdita di poter economico della famiglia. La Grande Guerra, infatti, peggiora la situazione finanziaria della famiglia e Sylvie dovrà abituarsi a pensare a se stessa e alle proprie necessità, guadagnandosi in cambio, l’indipendenza economica che è anche indipendenza di vita.

  • User Icon

    Angy

    08/11/2020 21:16:44

    Racconto che denuncia in primo luogo una società talmente bigotta da riuscire ad influenzare anche chi, per capacità e caratteristiche, potrebbe e vorrebbe evadere. Racconto di una forte amicizia e dell'infantile inconsapevolezza di un amore profondo.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Simone de Beauvoir Cover

    Simone de Beauvoir è stata scrittrice, saggista, filosofa ed insegnante francese. Considerata una delle madri del femminismo, fu compagna per quasi tutta la vita del filosofo esistenzialista Jean-Paul Sartre, di cui condivise anche alcune dottrine, in un fecondo e brillante dialogo durato più di cinquant'anni.Nata da una famiglia alto-borghese di Parigi in una notte del 1908, la piccola Simone si deve ben presto adattare ad uno stile di vita più scarno, dato dalla bancarotta del nonno paterno. Tutta la famiglia, in seguito al triste evento, abbandonerà l'arioso appartamento di Boulevard Montparnasse per trasferirsi in uno più piccolo e periferico, in Rue de Rennes. Simone e la sorella Hélène vivono anni di notevoli ristrettezze economiche, eppure... Approfondisci
Note legali
Chiudi