L' internazionale socialista dalla Comune a Lenin

Georges Haupt

Traduttore: R. Cazzola
Editore: Einaudi
Anno edizione: 1978
In commercio dal: 01/01/1997
Pagine: X-341 p.
  • EAN: 9788806104962

€ 6,15

€ 7,23

Risparmi € 1,08 (15%)

Venduto e spedito da IBS

6 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 
 

La Seconda Internazionale ha costituito una fase cruciale nella formazione del movimento operaio moderno, e G. Haupt - il grande storico del socialismo e del marxismo, immaturamente scomparso - ha dedicato ad essa i suoi studi più originali e vigorosi. Dopo drammatiche vicissitudini giovanili, Haupt era giunto nel 1958 a Parigi, dove aveva preparato la sua tesi di Stato con E. Labrousse. «Era stato questo -scrive Andreucci nella prefazione - un incontro singolare e straordinariamente fecondo in cui si erano fusi diversi elementi: la scuola di Labrousse, che apriva gli orizzonti interdisciplinari della storia del movimento operaio verso le scienze umane e la «storia sociale»; il marxismo, del quale Haupt respingeva ogni interpretazione dottrinaria sulla base di una lettura attenta e appassionata dei classici; il rigore filologico, come unico terreno sul quale potevano dispiegarsi le grandi linee dell'interpretazione storica e della fantasia della ricerca. Così, alla storia della Seconda Internazionale egli ha dedicato vaste ricerche, sorrette da una conoscenza minuziosa e approfondita dei fatti, anche per la sua possibilità di accedere direttamente ad archivi e documenti dei vari paesi d'Europa in cui il movimento socialista si era sviluppato tra la fine del secolo XIX e la Rivoluzione d'ottobre.Nello sforzo di sottrarre gli studi di storia del movimento operaio agli schematismi ideologici e alle inerzie delle tradizioni politiche, Haupt ha concentrato la sua attenzione sui processi attraverso i quali il marxismo è divenuto la dottrina di un grande movimento i di massa, e ha saputo mettere in luce la «geografia» del movimento operaio, la sua espansione e le forme originali, grazie alle quali esso è divenuto uno dei principali soggetti della storia contemporanea, Era infatti convinto che «solo la conoscenza lucida e complessiva del passato, del "movimento reale", per adottare il termine di Marx, consente in ultima istanza di comprendere la natura e la portata dell'intervento dei partiti operai nel processo storico cui essi partecipano», condizionando «le modalità del loro intervento, i rapporti con le forze sociali, i loro successi o le loro sconfitte».

Georges Haupt storico militante, di Franco Andreucci. Introduzione. Perché la storia del movimento operaio? La Comune di Parigi come simbolo e come esempio. L'eredità della I Internazionale. Da Marx al marxismo. Europa socialista e Asia coloniale. Un partito guida: l'influenza della socialdemocrazia tedesca nel Sudest europeo. Gruppi dirigenti internazionali del movimento operaio. Guerra o rivoluzione? L'Internazionale e l'Union sacrée nell'agosto del 19I4. Guerra e rivoluzione in Lenin. Indice dei nomi.