Invito a Capri con delitto. Le indagini del commissario Bertè

Emilio Martini

Editore: Corbaccio
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,03 MB
  • Pagine della versione a stampa: 222 p.
    • EAN: 9788867003617
    Disponibile anche in altri formati:

    € 8,99

    Venduto e spedito da IBS

    7 punti Premium

    Scaricabile subito

    Aggiungi al carrello Regala

    non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

    Recensioni dei clienti

    Ordina per
    • User Icon

      Dal mio blog erigibbi.it

      22/11/2017 10:22:14

      Con Invito a Capri con delitto torna con la sua sesta avventura il vice questore aggiunto Gigi Berté. Questa volta il commissario sbarca a Capri per aiutare Alberto Sorrentino, un professore amico di famiglia che ha appunto richiesto il suo aiuto. Per tutti quelli che non conoscono Berté, immaginatevelo così: capelli raccolti in una coda da batterista rock, sempre pronto a buttarsi a capofitto su una possibile pista senza utilizzare le procedure legali della polizia e con l’aspirazione di diventare scrittore. Il libro si svolge tra presente e passato. Berté infatti si ritrova con in mano una lettera, forse macchiata di sangue, che viene proprio dal passato e che contiene informazioni su un delitto avvenuto 40 anni prima. «Ma i fatti possono essere descritti in tanti modi. Sai, questa notte pensavo al filosofo Protagora. Scusa se parlo da prufessore, ma i grandi pensatori possono venirci in aiuto: Protagora ha scritto un testo dal pretenzioso titolo Aletheia, ‘Verità’, nel quale sostiene che la verità non esiste: per ogni fatto ci sono sempre due tesi contrapposte, due visuali differenti e forse anche di più. Come si può trovare la verità in mezzo a questo mare d’incertezze?» La vicenda si svolge in un arco temporale di tre giorni che coincidono con i capitoli in cui è suddiviso il romanzo. Non essere a conoscenza delle precedenti avventure del commissario Berté non va ad inficiare la lettura e ve lo dico perché io non ho letto i precedenti libri ma sono riuscita a comprendere benissimo tutta la vicenda. Capri è a pieno titoli una protagonista di questo racconto, Emilio Martini la descrive infatti in tutto il suo splendore. Inoltre, ci sono delle parti prettamente culturali e storiche che mettono in risalto e fanno comprendere quanto lavoro di ricerca ci sia stato alla base della narrazione. La storia, i miti e il romanzo stesso sono fusi assieme con maestria e professionalità. Emilio Martini, per chi non lo sapesse, è in realtà [rec. completa sul blog]

    • User Icon

      archipic

      26/10/2017 15:32:00

      Trasferta caprese per Bertè con annessa indagine anche se diversa dal solito. Belle le atmosfere capresi e l'idea che si dà della vita isolana dei tempi d'oro. Non conquista del tutto però, anche se la trama è interessante ma il ritmo è troppo compassato, senza scatti o colpi particolari.

    • User Icon

      zan

      05/10/2017 06:36:51

      L’ambientazione fa la differenza … A Capri il buon Bertè non sembra lo stesso che abbiamo conosciuto a Lungariva e a Milano, ma la trama è accattivante e l’atmosfera magica dell’isola ne è il protagonista principale (e anomalo rispetto ai precedenti romanzi) che la fa da padrone. Tutto sommato un buon libro.

    • User Icon

      Claudio

      27/09/2017 19:55:16

      Indubbiamente non è il migliore dei romanzi sul vicequestore aggiunto Bertè. La trama è anche intrigante, ma al limite dell'inverosimilità. Comunque alla fine il Nostro riesce a scoprire il colpevole di due omicidi, uno du quarant'anni fa e uno dello stesso giorno in cui è sbarcato a Capri. In più l'Autore ci ha elargito una storia di Capri e una voglia di visitarla.

    • User Icon

      Silvana

      07/08/2017 14:08:08

      Nell'insieme non mi è dispiaciuto ma preferisco di gran lunga i racconti ambientati a Lungariva.

    • User Icon

      Rosanna

      24/07/2017 07:21:25

      Ho letto tutti i libri di Emilio Martini, effettivamente mandare Gigi Bertè a Capri è stato un peccato lo preferisco a Milano o a Lungariva. Però devo dire che la trama mi ha conquistato , anche se un pò surreale. Lo scritto di Martini mi coglie sempre con la voglia di leggere il libro in un battibaleno e ciò significa che è scorrevole, intrigante e coinvolgente. Consiglio a tutti di leggere Emilio Martini dal suo primo libro in ordine di pubblicazione fino ad arrivare a questo sesto. Rimango in attesa del prossimo.... Complimenti Emilio Martini

    • User Icon

      Cristina52

      23/07/2017 20:04:25

      Decisamente piacevole e scorrevole la lettura ,il giallo ę intrigante.Lo consiglio per le vacanze

    • User Icon

      angelo

      23/07/2017 14:55:26

      Io adoro Capri e in questo romanzo ho ritrovato l'isola, i suoi profumi e anche le sue malìe. La storia d'amore del professore è coinvolgente e strana, il finale spiazzante. Una lettura piacevole e un modo intelligente di riscoprire Capri la sua storia e i suoi segreti.

    • User Icon

      Max

      13/07/2017 08:00:06

      Ho letto tutti i libri di Bertè e mi sono divertito : in questo manca l'atmosfera di Lungariva,le donne la coscienza e l'ironia del commissario, la trama è insignificante ed improbabile, ma soprattutto manca Bertè. Ma Martini da chi se lo è fatto scrivere? Un disastro ...

    • User Icon

      pier

      30/06/2017 12:52:56

      Ho letto tutti i romanzi (questo è il sesto) della serie Bertè e quest'ultimo purtroppo lo reputo il peggiore. I precedenti erano tutti da valutazione medio-alta. La colpa principale è lo svolgimento fuori sede. I personaggi delle varie serie (TV, libri ecc.) se portati fuori dal loro ambiente perdono (secondo me) buona parte del loro fascino. Speriamo che col prossimo Bertè torni a Lungariva. Buona lettura.

    Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione