Editore: Fazi
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
  • Pagine della versione a stampa: 237 p.
    • EAN: 9788864116884
    Disponibile anche in altri formati:

    € 4,99

    Venduto e spedito da IBS

    3 punti Premium

    Scaricabile subito

    Aggiungi al carrello Regala

    non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

    Recensioni dei clienti

    Ordina per
    • User Icon

      Elena

      04/05/2014 16:20:31

      Mi è piaciuto questo libro, anche se di Cime tempestose non so praticamente niente ... Già dal primo capitolo mi ha conquistata, si alternano parti allegre e spensierate ad altre scure e tormentate, e il tutto crea un mix che fa girare una pagina dietro l'altra fino ad arrivare al finale molto romantico. Si, mi è piaciuto!

    • User Icon

      francesca

      25/02/2013 23:35:17

      Prendete tre metri sopra il cielo (la ragazza ricca e viziata e il teppistello di strada) e dategli la parvenza di un romanzo colto citando qui e là Cime Tempestose. Mi aspettavo molto meglio, ma già solo alle prime pagine la descrizione di Elena - bellissima, perfettissima, ricchissima, inquieta - avrebbe dovuto farmi capire che mi sbagliavo di grosso.

    • User Icon

      Stefania

      10/04/2012 09:20:50

      Essendo nato come sequel paranormale dell'intramontabile classico "Cime tempestose", compariranno all'interno del romanzo i fantasmi di Heathcliff e Catherine, che parlano, tessono i fili della vicenda e interagiscono con i protagonisti di "Io sono Heathcliff". Se "Cime tempestose" di Emily Brontë accenna alla superstizione locale secondo cui gli spiriti di Heathcliff e Catherine vagano per la brughiera tenendosi per mano, finalmente liberi di amarsi, la Giuffrè ha avuto un'idea geniale nel cogliere lo spunto su cui costruire il suo libro. Unica pecca, secondo me, è che i due spiriti intervengano un pò troppo spesso per sistemare le situazioni di svantaggio, spinti dalla necessità di poter finalmente avere una seconda occasione per vivere il loro amore. Ad ogni inghippo basta un loro intervento per mettere a posto gli ingranaggi e far scorrere tutto liscio. Tanto di cappello a Desy che è riuscita nel suo intento: come i nomi di Heathcliff e Catherine sono conosciuti a tutti per la loro travagliata storia d'amore, altrettanto faranno i nomi di Elena Ray e Damian Ludeschi che resteranno scolpiti nei nostri cuori. Un'idea grandiosa, dei protagonisti speciali, un linguaggio poetico, una storia d'amore che arriverà dritta ai vostri cuori, fanno di questo libro un romanzo adatto a tutti, giovani e adulti. Un romanzo che consiglio sicuramente.

    • User Icon

      Chiara

      04/04/2012 08:52:27

      Aspettavo questo titolo addirittura da giugno 2011, visto il mio imperituro amore per cime tempestose.Ero leggermente scettica, visto che ogni paragone sarebbe stato vano, vacuo, impossibile. Mi sono così convinta che l'autrice non avesse neppure l'idea di mettersi in parallelo con l'originale e questo mi ha convinta a sperare in una buona storia fantasy.Il battage pubblicitario tenuto dalla casa editrice poi mi ha confortata in tutti questi giorni di attesa. Inutile. Alla fine è ovvio che la Giuffrè non volesse paralleli con Cathy e Heathcliff autentici.Ma allora non farli muovere e parlare, no? sotto forma di fantasmi poi. Non mi è piaciuto il libro.Probabilmente perchè mi aspettavo qualcosa di "forte".E qui forza non c'è.Qualcosa di forte come la brughiera, come le passioni radicate che diveltono una intera famiglia, forte come l'egoismo di Cathy e il buio di Heathcliff.Qualcosa di forte come loro pur non essendo loro.Niente. La narrazione scorre piatta, senza grossi stravolgimenti.Piatta, banale e prevedibile.C'è da dire che la Giuffè però sa scrivere, ed anche molto bene.E' la storia che manca, il romanzo che non c'è.Alla fine non ero nè arrabbiata con i personaggi, nè delusa, nè affezionata.Mi è scivolato addosso così.Senza infamia e senza lode.Peccato perchè la scrittrice scrive bene, e l'idea poteva essere sviluppata, non dico in modo diverso.Ma quanto meno ...sviluppata, appunto. Altro esempio in cui le case editrici cavalcano un'onda(in questo caso cime tempestose) ma ti vendono poco.Anche la Fazi mi è in debito.

    Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione