Categorie

Paolo Roversi

Editore: Rizzoli
Collana: Rizzoli best
Anno edizione: 2013
Pagine: 320 p. , Rilegato
  • EAN: 9788817063494

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    chicca

    20/10/2016 17.26.38

    D'accordo, come giallo è un così così, il mistero e la suspence passano sicuramente in secondo piano; ma a questo romanzo l'autore è riuscito dare un tono leggero e umoristico perfetto, e i personaggi sono deliziosi. Mi ha davvero ricordato il quasi conterraneo Guareschi, ed è un complimento enorme. Non sono d'accordo con l'accusa di maschilismo, in effetti nell'immaginario della Polisportiva la disponibilità sessuale è la bilancia con cui vengono valutati i personaggi femminili, ma provate ad immedesimarvi nell'ambiente e comunque nel corso della vicenda anche le donne hanno modo di dimostrare il loro valore. Un gioiellino, non fatevelo scappare!

  • User Icon

    Pier

    22/06/2016 13.30.04

    Ho adorato quel matto del Gaggina! Un giallo ironico dove quello che vuoi scoprire davvero è cosa riuscirà a combinare di più l'omone con la katana e non solo il nome dell'assassino. Mi sono molto divertito a leggerlo.

  • User Icon

    IlRusso

    21/06/2016 13.30.27

    Il personaggio del Gaggina è strepitoso e mi ricorda pure uno che andava in giro nel mio paese quando ero ragazzo. Mi sono molto divertito a leggerlo!

  • User Icon

    Marco

    21/06/2016 13.26.55

    Il maresciallo Valdes, protagonista di questo libro, mi ha appassionato. Sornione, mai politically correct riesce a risolvere una situazione altrimenti di difficile soluzione. Romanzo ironico e ben scritto.

  • User Icon

    Marta

    20/06/2016 16.38.39

    In questo romanzo si respirano i profumi della Bassa, Roversi descrive una piccola comunità della provincia lombarda che ci rappresena un po' tutti. Una storia divertente e spensierata dove ci si dimentica quasi della storia gialla anche se questa è ben presente e, alla fine, funziona alla perfezione.

  • User Icon

    Eliana

    19/06/2013 11.08.58

    Diciamo che come giallo non regge. Ma come è possibile che in un piccolo paese un tizio tiene due persone in ostaggio in casa e il maresciallo va a pescare?? E' irritante questa cosa oltre ad altri piccoli particolari. Unica nota positiva la descrizione dei luoghi molto particolareggiata tanto che mi sembrava di essere lì.

  • User Icon

    Geronimo il perfido

    02/04/2013 17.20.03

    Non un giallino, ma un "divertissement", avrebbe potuto essere questo romanzotto, se Roversi gli avesse dato qualche sapiente taglio con il coltellino svizzero... E poi un erroraccio indegno di lui a pg. 114... l'interprete del tenente con l'impermeabile (cioe' Colombo) è sì un Peter, ma non Sellers, bensì Falk... Lo perdoniamo purche' non ci propini più il Siluro... e la Bsssa, il Po, Mantova sono descritti ad hoc...

  • User Icon

    Giulia

    20/03/2013 12.43.36

    Un libro brutto, noioso e per di più maschilista. I pochi personaggi femminili sono descritti in base alla loro disponibilità sessuale (si passa dalla nonnina che in gioventù si divertiva con chiunque portasse un'uniforme, al giudice che viene elegantemente soprannominato Figa di Legno). Non consiglierei questo orrendo ed egocentrico gialletto, completamente privo di suspense, al mio peggior nemico.

  • User Icon

    Antonia

    07/03/2013 13.48.08

    Ho letto tutti i libri di Paolo Roversi, con piacere. Ma questo è una vera delusione: frammentario, si fatica a seguire la trama, troppe, davvero troppe descrizioni della "bassa"... Non coinvolge e trascina e a metà libro già non mi interessava più sapere chi aveva ucciso chi... La trama si perde continuamente nella "nebbia della bassa", ahimè.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione