Gli irriducibili. I giovani ribelli che sfidarono Mussolini - Mirella Serri - copertina

Gli irriducibili. I giovani ribelli che sfidarono Mussolini

Mirella Serri

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Longanesi
Collana: Nuovo Cammeo
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 5 settembre 2019
Pagine: 240 p., Rilegato
  • EAN: 9788830451360
Salvato in 81 liste dei desideri

€ 22,90

€ 24,10
(-5%)

Venduto e spedito da Multiservices

spedizione gratuita

Quantità:
LIBRO

€ 18,05

€ 19,00
(-5%)

Punti Premium: 18

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 18,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Finalista al premio Viareggio-Rèpaci 2020, sezione Saggistica
Tra amori, tradimenti, persecuzioni e speranze, Mirella Serri ripercorre le vite straordinarie dei ragazzi che decisero di resistere alla dittatura anche a costo della vita. E in un libro ricco di spunti, documenti e aneddoti offre una nuova pagina alla storia dell’antifascismo.

«Un mosaico di personalità capaci di giocarsi tutto»Robinson

«Un libro che guida il lettore alla scoperta dei primi oppositori del regime tra le giovani generazioni»Il Venerdì

«Questa è la storia di un manipolo di ragazzi assai lungimiranti che, ancor prima dell'ascesa al potere del Duce, intuì i pericoli a cui l'Italia e l'Europa andavano incontro.»

È una storia sconosciuta ai più quella del gruppo degli «irriducibili», i giovani costretti all’esilio in Francia, in Palestina e in Tunisia che non vollero rassegnarsi al fascismo trionfante in Italia. Giovani che con le loro limitate forze, anni prima dell’inizio della Resistenza, si organizzarono e cercarono di colpire una dittatura apparentemente invincibile. Avviarono sabotaggi, attentati e iniziative di propaganda con l’obiettivo di dare un segnale forte: nonostante il massiccio consenso tributato al Duce nella Penisola, vi erano anche italiani che avevano scelto di schierarsi sul fronte dell’antifascismo. Sono le storie emozionanti di Giorgio Amendola, Enzo ed Emilio Sereni, Giuseppe Di Vittorio, Maurizio Valenzi, Ada Sereni e molti altri: giovani comunisti, socialisti, seguaci di Giustizia e Libertà, repubblicani e altri ancora. Tutti utopisti, cosmopoliti e ribelli che, rifiutando il compromesso, divennero il volto internazionale della prima opposizione al fascismo e che ancora oggi sono importanti esempi di coraggio e dedizione.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La generazione delle vite difficili
L'irriducibile avversione
Secchioni in lotta
La Ceka nera in azione
Contro l'attesismo e i «pisciafreddo»
La ribellione dei giovani napoletani
Pionieri nella terra promessa
Segreti e misteri napoletani
In fuga dalla paranoia hitleriana
Il riformismo, peggior nemico
Con gli sbirri alle calcagna
Giorgio, il comunista disciplinato
Fratelli coltelli a Berlino
Fuoriusciti, un'accoglienza di poveracci
Enzo il traghettatore
Troppo facile dire kibbutz
Una voce per l'unità della sinistra
Contrordine compagni! Mai più divisi
Sotto la lente di Stalin
Una nave-scuola di violenza
Vietato parlare male di Hitler
Urrà per la Germania
Da fuoriusciti a naufraghi
La svolta di Natale
La svastica arrivata a Tunisi
Contrordine al contrordine.
L'Urss baluardo contro Hitler
Tunisine in lotta: tutte casa, famiglia e resistenza
L'unità rinasce a Tolosa
A scuola del Barone
Da Baghdad a Tunisi il fronte si sposta
L'ultima missione
Gli esuli e la prima resistenza
La ricerca di un porto sicuro
L'ombra lunga degli inglesi
Redenti e antifascisti della prima ora

Ringraziamenti
Bibliografia
Indice dei nomi
  • Mirella Serri Cover

    È docente di Letteratura e giornalismo presso l’Università La Sapienza di Roma. Ha dedicato numerosi saggi ai maggiori scrittori contemporanei. Ha pubblicato Carlo Dossi e il racconto; Storie di spie. Saggi sul Novecento in letteratura; ha partecipato ai volumi collettivi: Il Novecento delle italiane; Amorosi assassinii. Storie di violenze sulle donne. Ha curato il Doppio diario.1936-1943 di Giaime Pintor. I suoi ultimi libri: Il breve viaggio. Giaime Pintor nella Weimar nazista (premio Capalbio e premio Salvatore Valitutti) e I redenti. Gli intellettuali che vissero due volte. 1938-1948, (premio letterario internazionale Isola d’Elba-Raffaello Brignetti, premio Alessandro Tassoni, premio Vladimir Nabokov, premio Ninfa Galatea-Lido dei Ciclopi). Ha realizzato trasmissioni... Approfondisci
Note legali