Editore: Mondadori
Anno edizione: 2005
Formato: Tascabile
Pagine: 76 p., Brossura
  • EAN: 9788804537779
Disponibile anche in altri formati:

€ 4,86

€ 9,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

5 punti Premium

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Massimo Gatta

    03/05/2011 16:38:36

    Dopo tutti i giudizi negativi che mi hanno preceduto e proprio perchè in genere quello che non piace agli altri piace a me, ho deciso di leggere questo libro di Manfredi, primo e ultimo. In effetti era dal 2002 che lo conoscevo perchè, occupandomi di biblionarrativa, cioè di quei romanzi nei quali si parla di altri libri, scrittori, editori, tipoigrafi, librai o bibliotecari, ne avevo sentito parlare da Hans Tuzzi in un articolo pubblicato sulla rivista Charta, dove veniva accostato, per tematica, a La mano di Dante di Nick Tosches, di ben altro livello. Ora per in parte rispondere ai precedenti lettori e per fornire una possibile giustificazione a questo raccontino da terza elementare, segnalo che la prima edizione è del 2002 pubblicata dal Consorzio Venezia Nuova, acquisita da Mondadori in seguito; probabilmente fu scritto su commissione del Consorzio stesso. Si spiegherebbe così la brevità rispetto agli altri suoi libri, e il livello davvero modesto della trama.

  • User Icon

    Simona

    26/07/2010 11:42:09

    Se ci fosse stato a disposizione un voto inferiore a quello che ho dato lo avrei scelto ad occhi chiusi...una DELUSIONE mai letta prima d'ora...avendo letto opere di Manfredi migliori di questa,mi aspettavo almeno un epilogo e non una stroncatura nel bel mezzo della storia!!! Spero proprio che questo libro sia una mosca bianca tra tante,un caso a se stante dalle altre bellissime opere di Manfredi....:(

  • User Icon

    Lorenzo

    03/05/2008 16:33:34

    Avendo letto tutti i romanzi di Manfredi posso senz'altro dire che questo sia il peggiore. Non è neanche paragonabile agli altri.Non ha un finale e la storia si regge su una trama sottile.

  • User Icon

    fcoraz

    14/03/2008 13:28:41

    Un libro bruttissimo. Trama zoppicante, stile narrativo primitivo e finale insignificante. Peggio di così...

  • User Icon

    Saffo

    01/06/2007 20:58:44

    Inutile ripetere quanto gli altri hanno già detto finora: io mi aspetto che questo libro abbia un seguito! Tuttavia, l'intreccio delle situazioni, la descrizione di una notte, che non è propria di un gruppo di studiosi, il catturare l'attenzione del lettore sulle vicende di una delle opere di maggior rilievo della nostra storia letteraria (se non la più importante): tutto questo è molto ben costruito e, per quanto si tratti di argomenti non proprio avvincenti, V.M.Manfredi riesce a focalizzare l'attenzione del lettore sull'interesse verso un'opera, che tutti riteniamo faccia parte della letteratura italiana in modo fin troppo scontato. Si direbbe quasi un'imitazione de "Il codice del quattro", anche se molto meno attento al finale. Una buona lettura, ma purtroppo, con un finale molto deludente.

  • User Icon

    Aldo176

    08/02/2007 12:41:39

    Una grande occasione sprecata...mi costa molto ammetterlo, ma il mio amato Manfredi stavolta ha saputo rovinare nel modo più platealmente clamoroso una trama, uno spunto che doveva essere reso ancora migliore, od almeno sfruttato adeguatamente. Ed invece il Nostro si è limitato a "timbrare il cartellino". Come dicevano una volta alla visita di Leva: RIVEDIBILE (ma solo perchè è uno dei miei romanzieri preferiti). Il voto corretto sarebbe 1/5, ma, condizionato dalla mia partigianeria verso l'autore, l'ho alzato un po'.

  • User Icon

    Fulkiegaard

    24/01/2007 12:47:41

    Intreccio e risoluzione degli eventi degni di un bambino delle elementari..... Una misteriosa e affascinante città bagnata dallo spirito intramontabilmente stimolante di Dante per mascherare negligenza ed una musa che aveva abbandonato il seppeur sempre grande Manfredi....

  • User Icon

    ivan63

    20/10/2006 13:23:06

    Un giorno durante una gita in laguna sono passato vicino all' e mi son detto: qui è ambientato quel libro di Manfredi di cui ho letto la recensione. Poi son passato anche per Torcello davanti alla locanda, ecc. Ho fotografato mentalmente i luoghi e mi son riproposto di leggere il libro, con l'entusiasmo di senti narrare una avventura ambientata in posti che "conoscevo". E la storia che ho letto, in principio, mi ha abbastanza entusiasmato, poi però vedevo avvicinarsi la fine del libro (peraltro molto breve) e la narrazione finisce lasciando grossi vuoti, lasciando tutto sospeso. E la delusione mi ha invaso l'animo... Peccato l'idea era intrigante.

  • User Icon

    gianlcua

    06/02/2006 03:52:57

    Una lettura così priva di senso non la leggevo da tempo. Non saprei che altro dire se non accodarmi a quanti hanno espresso un'opinione non proprio positiva sul romanzo.

  • User Icon

    Giordano

    20/01/2006 12:08:09

    Alla fine non sono quasi riuscito a capire se avevo letto il libro oppure no. Inutile racconto che niente insegna e nemmeno sembra arrivare dalla sua penna.

  • User Icon

    roberto pensieri

    28/09/2005 09:28:13

    Uno dei libri più inutili che siano mai stati scritti... Non ve lo consiglio... L'autore, con tutto il rispetto, poteva anche risparmiarci questo delirio...

  • User Icon

    Mik

    07/09/2005 23:36:38

    Il libro finisce quandi dovrebbe iniziare... Aveva fretta? Siamo sicuri l'abbia scritto lui?

  • User Icon

    Adriana

    31/08/2005 17:49:04

    Di solito apprezzo Manfredi, ma questo più che un libro è un'idea, un canovaccio. Non era meglio aspettare a venderlo una volta che fosse diventato un vero libro? Per l'idea di base, voto 4/5, ma voto bassissimo per la brutta operazione editoriale.

  • User Icon

    Aristide Torre

    02/08/2005 12:34:39

    Uno dei peggiori romanzi di Manfredi. Non riesce a trovare la magia delle altre pubblicazioni.

  • User Icon

    Chiara

    11/07/2005 09:41:57

    Non è male come libro. E' molto avvincente, ti invoglia a leggerlo tutto in una volta, ma il "problema" è alla fine (l'unica cosa che mi ha un pò delusa)

  • User Icon

    exy

    25/06/2005 11:19:50

    concordo in pieno con gli altri...Manfredi è in assoluto il mio scrittore preferito ma questo libro è stato proprio una delusione...troppo veloce e sbrigativo...pessimo a confronto con "chimaira" "l'impero dei draghi" "lo scudo di talos" e tutti gli altri!!

  • User Icon

    Brenno

    06/06/2005 16:19:24

    D'accordo con gli altri. Brutto libro.

  • User Icon

    AUDA GIORI PIERO

    18/05/2005 16:56:18

    ................CHE DELUSIONE DOV'E' LA FINE?.........NON SI PUO' SCRIVERE UN LIBRO DEL GENERE LA TRAMA E' DI UNA BANALITA' INCREDIBILE PER NON PARLARE DELLA CONCLUSIONE OLTRE CHE DELUSO SONO INC....

  • User Icon

    maurizio

    15/04/2005 12:57:30

    Concordo con Antonelo. Ho acquistato, sulla fiducia, la prima edizione e ancora non riesco a finirlo ....

  • User Icon

    antonello

    02/03/2005 10:52:43

    premetto che il Manfredi e' uno degli autori che preferisco, ma questo libro e' esclusivamente una bufala commerciale senza capo ne coda, piu' che un libro e' una prefazione che non conduce a niente

Vedi tutte le 20 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione