L' isola nel cuore

Nuala O'Faolain

Traduttore: F. Oddera
Editore: TEA
Collana: Teadue
Edizione: 2
Anno edizione: 2009
Formato: Tascabile
In commercio dal: 22 aprile 2004
Pagine: 448 p., Brossura
  • EAN: 9788850205318
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 4,64
Descrizione
Londra. Kathleen de Burka è una donna irlandese che, come tante della sua generazione, ha abbandonato l'isola verde da giovane per trasferirsi in Inghilterra. Ora, alle soglie dei cinquant'anni, è una giornalista affermata e il lavoro è il perno attorno a cui ruota la sua vita. Kathleen, infatti, ha trascorso quasi tutta la sua esistenza nella solitudine del suo seminterrato londinese tra libri e carte d'ogni tipo, o in giro per il mondo, in anonime stanze d'albergo dove ha consumato brevi e inappaganti amori. Ma con l'arrivo della mezza età, e la morte improvvisa di un carissimo amico, Kathleen mette in discussione le poche certezze che si è creata e decide di lasciare tutto e di tornare in Irlanda. A ricondurla nella sua "isola del cuore" sarà una torbida e drammatica vicenda di passione e gelosia, avvenuta nell'Ottocento, sulla quale la giornalista vuole indagare. E saranno proprio quelle ricerche ad aiutarla a scandagliare dentro se stessa, a riflettere sul suo Paese e sulla sua famiglia e a riscoprirsi donna grazie a un incontro inatteso con un uomo che la metterà davanti alla possibilità di vivere, per la prima volta e quando ormai non è più giovane, una vera storia d'amore.

€ 7,31

€ 8,60

Risparmi € 1,29 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Fabio

    14/03/2010 12:57:18

    Leggo, nei commenti precedenti: "Che noia, davvero impossibile provare la benchè minima simpatia per la protagonista!" E chi l'ha detto che bisogna provare simpatia per il/la protagonista? E anche: "un romanzo che parla di una irlandese sui generis (atea, fredda, che se ne frega della famiglia e della sua Irlanda)?" Mah... Sarebbe come se un tedesco si lamentasse perché il protagonista di un romanzo italiano, scritto da un italiano, non parla mai della mamma, degli spaghetti e del mandolino! Forse abbiamo letto due libri diversi. A me è piaciuto, mi ha preso, quasi quanto il precedente "Sei qualcuno?". Sarà che io sono un patito della letteratura irlandese, che continuo a confrontare con lo squallore nostrano...

  • User Icon

    Vittoria

    19/11/2009 21:29:45

    Libro che incuriosisce e spinge a leggere altro di questa autrice. C'è l'amore per l'Irlanda, per l'indipendenza, e il prezzo da pagare per essere una donna sola.Probabilmente per pubblico over 50

  • User Icon

    silvia

    24/03/2009 12:22:21

    arrivata a pagina 122 ho dovuto abbandonare il romanzo. Che noia, davvero impossibile provare la benchè minima simpatia per la protagonista!

  • User Icon

    georgia

    20/05/2004 17:32:33

    cosa c'è mai di bello in un romanzo che parla di una irlandese sui generis (atea, fredda, che se ne frega della famiglia e della sua Irlanda)?: niente, appunto. Libro lento e insulso, la protagonista è odiosa e non suscita la benchè minima simpatia, nè alcuna emozione. Povera Irlanda, ecco perchè tutti i suoi romanzi più famosi narrano di poveri, cattolici, credenti, beoni e antiinglesi...ben vengano mille volte se l'alternativa è questa freddissima autrice. (2 solo per la curiosità che desta la parte storica, relativa alla Carestia e la storia di Marianne).

  • User Icon

    Meena

    28/02/2002 22:59:41

    Ogni parola di questo libro scaturisce con una naturalezza tale che ti prende, ti coinvolge, ti fa divenire parte, anzi interprete e pare che il libro sia scritto dal lettore stesso. E' vivo e spontaneo, reale e nello stesso tempo fantastico. Voto 10

  • User Icon

    nicoletta

    09/09/2001 09:25:20

    un libro coinvolgente e molto intenso, caldo che lascia degli spazi di meditazione sul nostro ruolo di donne

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione