L' Italia e il confine orientale

Marina Cattaruzza

Editore: Il Mulino
Anno edizione: 2007
Formato: Tascabile
Pagine: 392 p., Brossura
  • EAN: 9788815121660
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Nel corso della storia d'Italia il confine orientale ha sempre costituito una zona di frizione e scontro: prima luogo simbolico dove doveva compiersi l'azione risorgimentale con il raggiungimento della piena unificazione del territorio nazionale e l'affermarsi dell'Italia come grande potenza, poi confine fra mondi e ideologie negli anni della guerra fredda. A partire dalla disastrosa guerra del 1866, che nonostante le sconfitte portò il Veneto al neonato Regno d'Italia, per arrivare alla situazione attuale, l'autrice ricostruisce con puntualità la storia di questo confine contestato e conteso: lo sviluppo dell'irredentismo, l'intervento nella Grande Guerra, la sistemazione postbellica del territorio sulle ceneri dell'impero austro-ungarico (con la clamorosa protesta dell'occupazione di Fiume), l'aggressiva politica fascista, la durissima e violenta contesa con la Jugoslavia, la spartizione del territorio nel dopoguerra sancita dal trattato di pace del febbraio 1947, il ritorno di Trieste all'Italia nel 1954 dopo anni di governo alleato, da ultimo i lunghi decenni della guerra fredda. Centocinquant'anni di storia d'Italia visti dalla sua periferia più turbolenta.

€ 12,75

€ 15,00

Risparmi € 2,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Christian Carnevale

    08/10/2017 08:55:44

    "L'Italia e il confine orientale" è un contributo eccezionale alla comprensione delle complesse dinamiche che hanno regolato per decenni una regione cruciale per le dinamiche politiche europee. Sono analizzati in maniera approfondita i fatti storici che hanno portato a scelte fondamentali per la storia di ogni Paese coinvolto, insieme al retroterra culturale, politico e sociale. Particolarmente interessante il racconto del primo dopoguerra. Se la bibliografia è eccellente per ogni tipo di ricerca, il libro si presenta scorrevole e leggibile anche per i "non specialisti".

Scrivi una recensione