Categorie

Jack lo Squartatore: la vera storia

Paul Begg

Traduttore: D. Panzieri
Editore: UTET
Anno edizione: 2006
Pagine: XI-314 p., ill. , Rilegato
  • EAN: 9788802072555
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 11,75

€ 23,50

Risparmi € 11,75 (50%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Mario

    06/03/2016 12.33.05

    Grande lavoro di Paul Begg, che in questo bel saggio ricostruisce la vicenda di Jack lo Squartatore da un punto di vista insolito: infatti l'autore non si limita a riportare dettagliatamente i crimini ma li colloca nel contesto ambientale, storico e sociale in cui avvennero. Perciò il libro ha alcuni capitoli specificamente dedicati alla storia (dai tempi dei Romani!) di Whitechapel, alla prostituzione e ai vari capoccia che all'epoca dirigevano le indagini su Jack (il ministro dell'Interno, i capi del CID e di Scotland Yard, ecc.). Il testo è dettagliato fin nei minimi particolari e si vede che è frutto di un'accuratissima ricerca e spulciamento di libri, giornali, riviste, programmi tv, film, interviste. Un altro dei punti forti del libro è che l'autore non parteggia per nessuno dei sospetti presentati negli ultimi capitoli del libro, limitandosi ad offrire al lettore i punti pro e contro per ciascuno (in alcuni casi palesa l'estraneità del sospettato), anche se si limita a quelli più conosciuti (Druitt, Ostrog, Chapman, Kosminski, Sickert, Gull, il principe Albert, Tumblety e Maybrick). E' insomma un ottimo libro, anche alla luce del fatto che è uno dei pochissimi mai tradotti in italiano. Se riuscite a resistere alle numerose digressioni di Begg (in alcuni punti anche superflue) vedrete che il libro è un ottimo compendio su uno dei più grandi misteri della storia criminale.

  • User Icon

    Luca

    19/10/2009 18.12.16

    Partire dall'impero romano e dalla magna carta per parlare di Jack lo squartatore mi è parso un tantino esagerato...

  • User Icon

    Valerio

    06/05/2008 20.20.22

    Dispiace dare un voto così basso ad un libro a tratti anche interessante, ma l'autore si sofferma troppo su particolari irrilevanti senza approfondire magari temi che potrebbero contenere tratti non battuti in altri libri. L'unico spunto originale(indicare Jack the ripper come il purificatore della londra vittoriana) naufraga in una ridondante ripetizione di fatti e cronologie senza nesso. In fondo alla lettura rimaniamo con il solito dubbio sull'identità( anche se ovvio) e sui motivi psicologici dei delitti e quindi il libro risulta abbastanza inutile alla comprensione dei delitti.

  • User Icon

    simona

    11/09/2007 09.22.11

    Spiace dare un voto così basso a un testo che deve aver richiesto un gran lavoro di ricerca, ma l'ho trovato in molte parti noioso. Non lo consiglierei a chi si avvicina per la prima volta alla selva di pubblicazioni su Jack, dato che approfondisce più il clima sociale in cui maturarono gli omicidi che gli omicidi stessi. Il vero mistero, oltre all'identità di Jack, è come mai si sia tradotto e pubblicato in Italia proprio questo saggio e non altri, ugualmente ben scritti ma più avvincenti, che danno un quadro generale sugli omicidi e il momento storico in cui maturarono.

  • User Icon

    Fabio Rossi

    28/08/2006 14.08.15

    Libro molto affascinante ma forse troppo dettagliato e ciò alla lunga può stancare il lettore. Interessante l'ipotesi dell'autore secondo cui Jack The Ripper ha avuto il merito di sensibilizzare l'opinione pubblica sui problemi del malfamato quartiere londinese East End (dove avvennero i delitti) contribuendo così, seppure in modo indiretto, alla sua successiva bonifica.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione