Traduttore: E. Svaluto Moreolo
Editore: Iperborea
Anno edizione: 2009
Pagine: 380 p., Brossura
  • EAN: 9788870911688
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 11,62

€ 15,50

Risparmi € 3,88 (25%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    GIANLUCA NEGRINI

    15/01/2010 10:38:52

    Mi è piaciuto. E' un romanzo di formazione, una storia di ragazzi che crescono, che si devono scontrare con le difficoltà della vita, con le speranze e le illusioni di cambiare il mondo. Joe Speedboat è uno di loro, un caparbio che si ostina a sfidare la forza di gravità, è un fiume in piena di idee, di slanci, di progetti. Intorno a lui ruotano tutti i protagonisti, gli amici, i famigliari. La narrazione è molto originale: la storia viene portata avanti da un ragazzo, amico di Joe, che a seguito di un incidente non può fare altro che pensare e scrivere. Tutto il resto gli è beffardamente precluso, anche se il vulcanico amico lo coinvolge nelle imprese più assurde ed entusiasmanti. Le vicende, ambientate in Olanda, ci portano in un mondo diverso del nostro, un po' surreale, ma pur sempre coinvolgente. Sempre apprezzabile il lavoro di divulgazione di autori nordeuropei svolto dalla casa editrice Iperborea.

  • User Icon

    gianluca guidomei

    09/03/2009 14:27:24

    Bellissimo. Un misto tra Mark Twain e Aidan Chambers. Si respira la voglia che ogni adolescente ha di uscire da se stesso, di diventare altro; l' energia dell' incoscienza, la potenza dei sogni, il colpo mortale di un tradimento. Fransje, il protagonista e narratore, immobilizzato su una sedia a rotelle, comunica con il mondo solo grazie al suo braccio, scrivendo diari e sfidando energumeni a braccio di ferro. Lo ispira il codice samurai di Miyamoto Musashi:"Si dice che la Via del guerriero sia la duplice Via della penna e della spada".La mente che sopravvive grazie alla scrittura e la forza animale che sprigiona l' energia, l' odio, la pulsione sessuale. Grande personaggio, come il suo amico/antagonista, Joe Speedboat, che arriva nel piccolo paese di Lomark schiantandosi contro una casa con il camion guidato dal padre. Energia e movimento: "Non era tanto un ragazzo fuori dal comune, era una forza che si liberava. Sentivi il brivido dell' avventura intorno a lui. Osava pensare l' impossibile." Bombarolo, costruisce un aereo, modifica uno scavatore per partecipare alla Parigi-Dakar. Eppure...:"La speranza che l' arrivo di Joe aveva suscitato un giorno si è spenta, siamo tornati a essere quelli che eravamo e che saremo sempre. Joe è un messia senza terra promessa: non ha portato progresso, solo movimento. Ha reso magico il nostro mondo, ma è bastato un temporale a cancellare tutti i colori." Un' opera disincantata, che racconta la straordinaria bellezza della speranza in una crescita, in un progresso, miraggio per ogni adolescente. Poi la vita risponde; in tanti modi. Ma conta veramente la "crescita"? O meglio: siamo sicuri che si cresca realmente, con tutto il corpo e con tutta l' anima? Il problema è che si cresce più soffrendo che ridendo e allora...:"...era comunque eccitante venire schiacciati, era la forza e la bellezza di un' onda che ti travolge e ti fa rotolare sott' acqua togliendoti il respiro."

Scrivi una recensione