Categorie

Jung e l'alchimia. Introduzione all'alchimia junghiana

Diego Pignatelli Spinazzola

Editore: Persiani
Anno edizione: 2015
Pagine: 308 p., Brossura
  • EAN: 9788898874248
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 14,36

€ 16,90

Risparmi € 2,54 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Diego Pignatelli

    14/01/2017 19.43.14

    Jung e l’alchimia: Introduzione all’alchimia junghiana presenta un incredibile condensato e assortimento di teorie e insights analitici. Leggere pochi paragrafi o stralci apre lo spazio contemplativo al lettore destandone il potente numinosum carico di lava e compulsione. Il lettore più attento alle tematiche junghiane sarà sorpreso dall’affine somiglianza di preposizioni, sintassi e rimandi asistematici a là Jung allle Opere seguendo quindi la stessa asistematicità e sovrapposizione propria dello psicologo svizzero nelle corroborazioni empiriche, nella traiettoria verace ai temi ed ai soggetti della letteratura junghiana: uno su tutti l’alchimia non seconda allo gnosticismo ed a quella curvatura enantiodromica verso l’archetipo psicologico di Cristo ed il suo parallelo Cristo-Lapis che incuriosì assiduamente l’ultimo Jung delle Opere. Intessuta di un abbondante terminologia rifacentesi al Mysterium coniunctionis (1955-56) e ad Aion (1951) nonché a Psicologia e religione (1938/40) e Saggio d’interpretazione psicologica del dogma della Trinità (1942/48) Psicologia e alchimia (1944) Jung e l’alchimia intende rischiarare al lettore i fasti di una poetica negletta da quell’oscillazione del pendolo che va per la sovra-generalizzazione del “vocabolario junghiano”nella contemporaneità junghiana di stereotipi, pop-cultura e modernità e nelle linee di tendenza post-junghiana quindi riferendosi ad uno Zeitgeist di lettura post-moderna nel mainstream e laddove invece seguendo le traiettorie dell’arcanum a vantaggio della sovramplificazione poetica di una trasposizione sincretica di idee prese dal retroterra gnostico di Jung Jung e l’alchimia si rivelerà essenzialmente un’ elaborazione ulteriore di quei temi cari al padre pioniere e fondatore della psicologia analitica proprio laddove egli non ne aveva lasciato intendere un’ulteriore estensione teorica e laddove in Jung e l’alchimia cerco di riproporre riprendendo parallelamente lo stesso excursus junghiano e riemergendo dal “m

Scrivi una recensione