Kiss Toledo Goodbye di Lyndon Chubbuck - DVD

Kiss Toledo Goodbye

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Stati Uniti
Anno: 1999
Supporto: DVD
Da un giorno all'altro Kevin viene a sapere che suo padre biologico di cui non ha mai avuto notizia è un boss del crimine organizzato. Dopo la sua morte Kevin, per evitare una guerra tra gang, si troverà costretto ad vestire i panni del capo mafioso. Con l'aiuto della sua nuova Famiglia cercherà di tenere la cosa nascosta alla sua fidanzata.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Produzione: 01 - Home Entertainment, 2010
  • Distribuzione: Videodelta
  • Durata: 92 min
  • Lingua audio: Inglese (Dolby Digital 5.1);Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Michael Rapaport Cover

    Attore statunitense. Interprete versatile, debutta con il ruolo di protagonista nel dramma razziale Zebrahead (1992) di A. Drazan. Nel 1995 intensifica le sue apparizioni recitando in Il bacio della morte di B. Schroeder, Ritorno dal nulla di S. Kalvert e, nel ruolo di uno stupido pugile, in La dea dell'amore di W. Allen. Nel 1997 è in Cop Land di J. Mangold, mentre nel 2000 recita ancora con W. Allen in Criminali da strapazzo ed è coprotagonista di Il sesto giorno di R. Spottiswoode e, nel riuscito ruolo di un cinico produttore televisivo, in Bamboozled di S. Lee. Ha quindi ruoli di contorno in Magic numbers (2000) di N.?Ephron e in Hitch - Lui sì che capisce le donne (2005) di A.?Tennant. Approfondisci
  • Christopher Walken Cover

    Nome d'arte di Ronald W. Attore statunitense. Interprete istrionico e glaciale, spesso chiamato a incarnare personaggi malvagi o comunque attraversati da una scintilla di pericolosa follia, inizia la carriera con alcune piccole apparizioni prima di recitare in Rapina record a New York (1972) di S. Lumet. Ha un ruolo secondario in Io e Annie (1977) di W. Allen, ma la svolta della sua carriera arriva nel 1978 con il delirante personaggio di Nikanor in Il cacciatore di M. Cimino, film per il quale ottiene un premio Oscar. Ancora con Cimino in I cancelli del cielo (1980), nel 1983 è trattenuto e misurato nel raccontare la malinconia di un uomo devastato dai propri poteri medianici in La zona morta di D. Cronenberg. Ancora personaggi sopra le righe in A distanza ravvicinata (1986) di J. Foley e... Approfondisci
  • Robert Forster Cover

    Attore statunitense. Attivo dagli anni '60, si fa notare dalla critica in Riflessi in un occhio d'oro (1967) di J. Huston, in cui interpreta il soldato Williams, innamorato della moglie (E. Taylor) del maggiore Weldon (M. Brando), da cui verrà ucciso. Nel 1969 è protagonista di America, America dove vai? di H. Wexler, nel ruolo del cameraman di un cinegiornale sconvolto da un'inchiesta sulla violenza urbana. Accanto a G. Peck in La notte dell'agguato (1969) di R. Mulligan, atipico western più di tensione che d'azione, sempre nel '69 recita in Rapporto a quattro di G. Cukor, esotica trasposizione del Quartetto di Alessandria di L. Durrell. Negli anni '70 è impegnato per lo più in televisione (presta il suo aspetto tenebroso e introverso all'investigatore Banyon dell'omonima serie) e torna al... Approfondisci
Note legali