Il labirinto greco

Manuel Vázquez Montalbán

Scrivi una recensione
Traduttore: H. Lyria
Editore: Feltrinelli
Edizione: 12
Anno edizione: 1999
Formato: Tascabile
In commercio dal: 4 maggio 2007
Pagine: 152 p.
  • EAN: 9788807812712
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 5,95

€ 7,00
(-15%)

Venduto e spedito da IBS

6 punti Premium

Quantità:
LIBRO

€ 3,78

€ 7,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 6,90 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Barcellona 1992: Madame Delmas, affascinante donna francese, si rivolge a Pepe Carvalho per ritrovare l'uomo della sua vita, improvvisamente scomparso. Si tratta di un giovane immigrato greco, Alekos. Al termine della labirintica ricerca, nei quartieri devastati dalla speculazione edilizia, riaffiorerà il corpo del giovane. Droga, prostituzione, omosessualità, stanchezza è la realtà con cui Pepe deve fare i conti.
5
1
4
5
3
2
2
4
1
1
  • User Icon

    hector hood

    14/02/2018 09:16:15

    Mi ha alquanto deluso (mia personale valutazione) sia come storia che come descrizione, un po' troppo sofisticata e con questa voglia dello scrittore di voler stupire a tutti i costi il lettore con trovate originali che originali poi non sono tanto da essere, secondo me, stralunate e per nulla attendibili! "Bruciare i libri"? Lo aveva già inventato Bradbury, ma con uno scopo ben diverso da ciò che vuole intendere l'autore di questo deludente labirintico intrigo nella Barcellona olimpica cantierizzata.

  • User Icon

    RobyPozz

    10/09/2015 22:30:51

    un romanzo piacevole

  • User Icon

    Carmelo

    16/01/2009 23:45:18

    Ho comprato questo romanzo la sera di sabato 27/9, all'alba di domenica 28/9 avevo già terminato la lettura. Un giallo discreto, reso migliore dai miei ricordi di Barcellona, dove ho trascorso la passata estate, un soggiorno a cui continuo a pensare.

  • User Icon

    Carmelo

    16/01/2009 23:44:04

    Ho comprato questo romanzo la sera di sabato 27/9, all'alba di domenica 28/9 avevo già terminato la lettura. Un giallo discreto, reso migliore dai miei ricordi di Barcellona, dove ho trascorso la passata estate, un soggiorno a cui continuo a pensare.

  • User Icon

    Francesco

    16/09/2008 18:13:51

    la storia è interessante e coinvolgente, ma di più colpisce la splendida e dettagliata descrizione della Barcellona del tempo, sembra quasi di trovarcisi in mezzo. un'altro bel libro del mitico Montalbàn.

  • User Icon

    anna

    29/04/2008 14:52:23

    non mi ha entusiasmato. a volte e' pesante, e non ha quella qualita' di costringerti a continuare a leggere finche' non arrivi alla fine, che e' la forza dei grandi gialli.

  • User Icon

    filo

    30/12/2003 11:09:02

    E' il primo libro di Montalban che leggo e sono rimasto colpito dalla descrizione della città più che dalla storia e dalla caratterizzazione dei personaggi: Montalban ti prende per mano e ti fa conoscere Barcellona, mentre si legge si è per strada con Pepe. Sono di parte visto che amo Barcellona alla follia. Ottimi gli "inserti culinari", pessima abitudine quella di bruciare i libri...

  • User Icon

    SiuX8lo

    18/09/2003 12:20:07

    Sono un po' perplessa: è il mio primo libro di Montalban, credo che gli darò un'altra possibilità ma un po' delusa dal primo impatto (aspetto consigli sul da farsi). L'intreccio è piuttosto debole, sono privilegiati i caratteri e le descrizioni degli ambienti, cosa che in un genere come il poliziesco per me è un difetto. Chandler (un classico indiscutibile), Sandra Scoppettone (Lauren Laurano per me una versione lesbo-newyorkese convincente di Marlowe) o James Ellroy mantengono un rispetto dei canoni che considero un punto di forza: riescono a scrivere dei romanzi gradevoli che reggono come gialli e presentano personaggi meno letterari e supponenti di Pepe Carvalho. La passione per la cucina poi, che condivido personalmente con il detective di Barcellona, è la ciliegina sulla torta (ho fame..): 9 poliziotti/detective su 10 sono cuochi e/o buongustai, dovrò mandare il mio curriculum a Tom Ponzi? Pessima la trovata della bruciatura dei libri: la trovo un vezzo da intellettuale snob e ammiccante.

  • User Icon

    Mat

    11/09/2001 00:07:12

    Bellissimo, ma il segreto per apprezzarlo a pieno è leggerlo durante un viaggio a Barcellona... lo rende magico!

  • User Icon

    Luca

    21/04/2001 12:02:57

    Anke x me è stato il primo Pepe C. che ho letto. Ottima ambientazione e personaggi degni di R. Chandler

  • User Icon

    Marco Metelli

    13/12/2000 13:02:33

    E' il primo libro di Montalban che ho letto. Semplice, rapido, snello. Molto gradevole.

  • User Icon

    Eugenio

    10/11/2000 14:22:04

    Non mi è sembrato una grande cosa, direi che a tratti era un po' noioso

  • User Icon

    Fabiola

    31/10/2000 17:47:30

    se non si ha di meglio da fare si può anche leggere.

Vedi tutte le 13 recensioni cliente
  • Manuel Vázquez Montalbán Cover

    Poeta e romanziere spagnolo. Ha svolto un’intensa attività giornalistica collaborando con diverse testate e in particolare con «El País». Ha raggiunto la fama con la creazione del personaggio-detective di Pepe Carvalho, sorta di ironica versione catalana di Maigret o Marlowe, avventuriero dagli spiccati interessi erotico-gastronomici, protagonista di numerosi romanzi polizieschi: da Io ho ucciso Kennedy (Yo maté a Kennedy, 1972), a La solitudine del manager (La soledad del manager, 1977), a Un delitto per Pepe Carvalho (Los mares del Sur, 1979), a Gli uccelli di Bangkok (Los pájaros de Bangkok, 1983), che ha segnato l’inizio della sua popolarità internazionale. Sono seguiti, tra gli altri, La rosa di Alessandria (La roja de Alejandría,... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali