DISPONIBILITA' IMMEDIATA

Late Works. Copia Autografata

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Deutsche Grammophon
Data di pubblicazione: 27 gennaio 2017
  • EAN: 0077800008031

€ 13,58

€ 20,90
(-35%)

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

COPIA AUTOGRAFATA. Disponibile in quantità limitata.
Il nuovo CD di Maurizio Pollini, interamente costituito da nuove registrazioni, esce in occasione del 75° compleanno del mitico pianista, nato il 5 gennaio 1942.
Chopin – Late Works è un album che si concentra sui capolavori dell’estrema produzione chopiniana: l’ultimo Chopin è anche quello più sperimentale. Il compositore apre squarci visionari verso il futuro, soprattutto dal punto di vista armonico. La scrittura si fa spesso molto densa e polifonica.
Pollini ha registrato per la prima volta le Mazurche op. 59 e op. 63, i Valzer op. 64 e la Mazurka op. 68 n. 4. Inoltre, il pianista milanese ha inciso nuovamente la Polacca Fantasia op. 61, la Barcarola op. 60 e i Notturni op. 62.
“Sono innamorato di Chopin: la sua musica non smette mai di stupirmi”, ha dichiarato Pollini. Il compositore polacco è stato una costante nel suo percorso artistico a partire dalla vittoria al Concorso “Chopin” di Varsavia nel 1960. Una monografia chopiniana è quindi il modo ideale per festeggiare uno dei più grandi interptreti dei nostri tempi.
Contiene:
Barcarolla in fa diesis magg. op. 60
3 Mazurche op. 59 (1845)
Polacca-Fantasia in la bem. magg. op. 61 (1846)
3 Mazurche op. 63 (1846)
3 Valzer op. 64 (1847)
2 Notturni op. 62 (1846)
Mazurka in fa min. op. post. 68 n. 4. Andantino (1848/49)
  • Fryderyk Franciszek Chopin Cover

    Compositore e pianista polacco.Gli studi e i primi lavori. Figlio di un oriundo francese, precettore presso la famiglia del conte Skarbek, e di una governante di casa Skarbek, diede prova fin dalla più tenera età di possedere un'eccezionale sensibilità musicale. Quando la famiglia si trasferì a Varsavia (il padre era diventato professore di francese nel liceo), il bambino venne affidato al violinista e pianista boemo Wojciech Zywny, che lo avviò allo studio del pianoforte e della composizione. I suoi primi lavori furono pubblicati alla fine del 1817; nel 1818 si presentò per la prima volta in un concerto pubblico. Le lezioni dello Zywny (le uniche lezioni di pianoforte ricevute da C.) terminarono nel 1822; l'anno dopo, continuando da autodidatta gli studi pianistici, si iscrisse al liceo dove... Approfondisci
  • Maurizio Pollini Cover

    Pianista. Allievo di C. Lonati e C. Vidusso, vinse nel 1960 il primo premio al concorso «Chopin» di Varsavia. Dopo inizi incerti, dalla metà degli anni '60 si mise in luce rapidamente, fino a imporsi come uno dei maggiori pianisti del secolo. È interprete lucido e razionale, dotato di tecnica trascendentale, ma soprattutto di capacità di analisi sia del testo sia delle tradizioni interpretative, e sa rendere con estrema chiarezza il senso della struttura musicale e delle sue dinamiche interne. Il suo repertorio spazia dai classici alla musica del Novecento, alla quale si è dedicato con un'assiduità inusuale per i grandi pianisti di oggi, presentando non solo Bartók, Stravinskij, Prokof'ev, Schönberg, ma anche Boulez (Sonata n. 2), Stockhausen, Nono, Manzoni. È tornato costantemente su Beethoven,... Approfondisci
| Vedi di più >
| Vedi di più >
Note legali