Il lavoro della talpa. Storia delle Edizioni E/O dal 1979 al 2005 - Gianfranco Tortorelli - copertina

Il lavoro della talpa. Storia delle Edizioni E/O dal 1979 al 2005

Gianfranco Tortorelli

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Pendragon
Collana: Le sfere
Anno edizione: 2008
In commercio dal: 1 gennaio 2008
Pagine: 195 p.
  • EAN: 9788883426117
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 7,56

€ 14,00
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il lavoro e la presenza della casa editrice E/O nel panorama dell'editoria italiana del secondo dopoguerra si caratterizzano per l'originalità del percorso e delle scelte. Come la talpa scava incessantemente il cunicolo per trovare nuove strade verso la luce e la libertà, così la casa editrice romana ha cercato di percorrere una sua proposta costantemente impegnata nella scoperta di testi e autori, nella pulizia della grafica, nel rigore delle traduzioni. Partendo dal rischioso e tenace tentativo di proporre la grande letteratura contemporanea ceca, ungherese, polacca, tedesco democratica, le Edizioni E/O hanno saputo interpretare i gusti del pubblico cercando sempre di stimolare nuovi interessi. Questa storia dimostra come il progetto iniziale sia stato capace poi di comprendere altre voci autorevoli segnalando e traducendo autori arabi, israeliani, canadesi, africani, senza smarrire quel filo rosso che fa dialogare le diversità attraverso un racconto animato dal gusto della curiosità e della scoperta.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La casa editrice e/o è stata la prima in Italia ad aver aperto alle letterature dell'est Europa. Fondata a Roma nel 1979 da Sandro Ferri, ci ha permesso di conoscere le letterature ungheresi, polacche, ceche e russe, che, in piena Guerra Fredda, non avevano spazio nelle case editrici maggiori. La storia della e/o viene ripercorsa, nel saggio di Gianfranco Tortorelli, attraverso le vite di coloro che, dal '79 al 2005, vi hanno lavorato, tra cui Sandro Ferri, la moglie Sandra Ossola, il grafico Sergio Vezzali e lo scrittore Milan Kundera che si occupò della Collana praghese. Ma è la ricchezza del catalogo a dare un'idea del notevole impegno dell'editore nel far conoscere le letterature sconosciute dell'est Europa e gli scritti, ancora poco apprezzati o di nicchia, dell'ovest, da cui trae il nome la casa e/o, ovvero est/ovest. Tortorelli ricorda molti degli autori che hanno caratterizzato la casa editrice: si incontrano così nomi, all'epoca, sconosciuti, affiancati ad alcuni più noti. Durante la narrazione della storia vediamo, in questo modo, passare anche grandi scrittori come Brjusov, Tolstoj e Turgenev. Il lavoro della talpa non manca di ricordare l'impegno civile della e/o, un'azione non solo mostrata nel duro lavoro di importazione di testi dell'est Europa, ma anche dallo spazio dato alle scrittrici, e alla letteratura femminile, che negli anni hanno trovato nelle sue pubblicazioni, e grazie al quale sono potute arrivare anche al pubblico italiano. A chiudere il libro è un lungo catalogo, dalla nascita fino al 2005, con tutti i testi editi e le collane. Un saggio quello di Tortorelli molto preciso e dettagliato, che riesce, con una zelante dedizione, a mostrare l'importante azione sociale, di quella che era nata come una piccola casa editrice romana.   A. Feroldi
Note legali