La lega degli straordinari gentlemen. Century

Alan Moore,Kevin O'Neill

Traduttore: M. Foschini
Editore: Bao Publishing
Anno edizione: 2012
In commercio dal: 08/11/2012
Pagine: 244 p., ill. , Rilegato
  • EAN: 9788865431122
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 15,75

€ 21,00

Risparmi € 5,25 (25%)

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Elio

    02/11/2013 19:59:15

    Cinque su cinque, anche se meriterebbe un voto in meno. Perché? Perché quantunque si possa criticarlo aspramente con le solite frasi fatte ("eh, ma non è l'Alan Moore di vent'anni fa dei capolavori"), questo straordinario gentlemen inglese mattacchione e coltissimo è capace di tirar fuori dal fumetto tutta la sua anima letteraria come forse nessun altro ieri e oggi, salvo casi rarissimi. E lo fa con costanza. Ora, Century è un compendio dell'ultimo periodo di Moore: molto cerebrale, ironico ma di un'ironia che molti non riusciranno a cogliere e scambieranno per cinismo gratuito (c'è anche quello), citazionista fino alla vertigine con letteralmente centinaia e centinaia di rimandi letterari o di cultura pop. Se la storia della Lega si fa quindi meno esotica e divertente, in un certo senso diviene meno innocente difatti: è il secolo breve che in cent'anni accelera di botto e fa perdere l'orientamento anche ai personaggi della Lega, che scoprono loro malgrado il sesso, la droga, e l'anticristo. Che poi sarebbe un certo maghetto che tanti conosciamo. Ma Moore anche se perde in leggerezza acquista in raffinatezza e spigliatezza: tratta il sesso in modo adulto come i suoi personaggi, ed era ora nel mondo dei comics. E si, le citazioni hanno motivo di esistere eccome perché oltre alla semplice lettura ci si potranno perdere ore su ore a scovare disseminate qua e là, praticamente tante in ogni vignetta, i riferimenti del Mago Moore. E acculturarsi e incuriosirsi un pò di più non fa mai male. Io intanto ho colmato la lacuna Brecht visto che "L'opera da tre soldi" nel primo capitolo la fa da padrona. Il resto ancora mi manca. E non è straordinario, un fumetto o un'opera letteraria che ti stimola alla conoscenza e al contempo diverte? Il signor Moore è un pedagogo inconsapevole. Con Promethea alle vie della magia (!!!), qui con la letteratura classica o la cultura contemporanea. Chapeau signor Moore, chapeau.

Scrivi una recensione