Legazioni. Commissarie. Scritti di governo. Vol. 2: 1501-1503.

Niccolò Machiavelli

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Salerno
Anno edizione: 2003
In commercio dal: 1 settembre 2003
Pagine: VIII-652 p., Rilegato
  • EAN: 9788884024084
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 60,80

€ 64,00
(-5%)

Venduto e spedito da Multiservices

Solo 2 copie disponibili

spedizione gratuita

Quantità:
LIBRO

€ 57,00

€ 60,00
(-5%)

Punti Premium: 57

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 60,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il secondo volume di "Legazioni. Commissarie. Scritti di governo" comprende la testimonianza dell'attività cancelleresca e diplomatica di Machiavelli nel periodo dal 1501 al 1503 in cui fu al servizio della Repubblica fiorentina. Il volume comprende le oltre trecento lettere più importanti vergate a nome dei Signori e dei Dieci di Libertà e Pace, destinate ai comandanti locali dello Stato di Firenze. Questa documentazione, in parte inedita, permette di seguire la formazione pratica di Machiavelli nella gestione dello Stato e di assistere all'elaborazione del suo stile argomentativo.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Niccolò Machiavelli Cover

    Scrittore e uomo politico italiano. Fu Segretario della Repubblica fiorentina dal 1498 al 1512, fino alla restaurazione della Signoria dei Medici. Tra le opere politiche ricordiamo: Legazioni, Commissarie, Scritti di governo, Rapporto delle cose di Francia. Tra il 1513 e il 1517 compose i Discorsi sopra la prima deca di Tito Livio e Il Principe. Tra il 1519 e il 1521 scrisse Dell'arte della guerra. In seguito pose mano alle opere di carattere storico: Vita di Castruccio Castracani da Lucca (1520) e le Istorie fiorentine (1520-1521), di cui compose solo i primi otto libri. Tra le opere letterarie si ricordano: Decennali (1504-1506), Dialogo intorno alla nostra lingua (1515), Mandragola (1518), Clizia (1524), Favola (o Novella di Belfagor Arcidiavolo), Istorie fiorentine.Tipico esempio di uomo... Approfondisci
Note legali