La legge del deserto

Wilbur Smith

Traduttore: G. Hirzer
Editore: TEA
Anno edizione: 2012
Formato: Tascabile
In commercio dal: 14 giugno 2012
Pagine: 464 p., Brossura
  • EAN: 9788850228867
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 7,02

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Iryna

    09/02/2016 15:54:18

    L'ho abbandonato a meta. Non riesco proprio proseguire con la lettura per colpa delle tante scene di violenza. E' un libro davvero pessimo.

  • User Icon

    Davide

    11/12/2015 11:38:41

    Concordo con chi afferma che questo libro sia opera di un gost writer, per giunta pessimo. I personaggi sembrano caricature, tutti bellissimi, fotissimi e tanti altri "..issimi". Una vera delusione per chi, come me, era appassionato di questo scrittore e dei suoi primi libri. Sconsigliato

  • User Icon

    roberto

    27/11/2014 09:51:13

    che delusione. Wilbur ha perso smalto. storia debole, personaggi piatti, donne perfettebellissimeintelligentissime, uomini duribelliforticoraggiosi, buonibuonissimi, cattivicattivissimi, nessuna sfumatura, piattezza assoluta. la parte centrale delle vita felice della famigliola riunita è fin irritante, la parte finale in certi casi ridicola. dettagli violenti messi solo per fare impressione, senza alcun costrutto. innamoramenti immediati stile harmony. non ci siamo proprio.

  • User Icon

    Maurizio

    03/06/2014 15:49:01

    Il libro più brutto che abbia mai leto. Trama scontata, personaggi appena abbozzati, linguaggio povero. Un romanzo rosa da adolescenti. Per fortuna mi hanno regalato il libro così non ho speso i soldi per una tale bruttura. Totalmente sconsigliato.

  • User Icon

    josim

    04/02/2014 17:57:04

    Uno dei peggiori libri che abbia mai letto...um misto senza senso di muscoli, sesso e avventura. a tratti mi sembrava di leggere la descrizione di uno dei film di Stallone. non so come abbia fatto ad avere tanto successo Wilbur Smith se lo standard dei suoi libri è questo (è il primo e probabilmente l'ultimo che leggo di questo autore). se potete astenetevi dalla lettura.

  • User Icon

    Giamby

    17/06/2013 18:17:48

    Wilbur Smith riesce ad incatenare il lettore dalla prima all'ultima pagina del suo romanzo. A tratti il ritmo è incalzante, travolgente, impossibile smettere di leggere. Unica pecca la troppa violenza profusa e l'ideale della vendetta ad ogni costo.

  • User Icon

    simo75

    27/05/2013 08:52:04

    Avvolgente, avventuroso, crudo. Si legge in pochi giorni in quanto la trama a sfondo terroristico travolge fin da subito.

  • User Icon

    Laura

    19/02/2013 16:26:00

    Mi è piaciuto molto, un bel thriller. Non ho dato un voto pieno perché mi è mancato un po' il Wilbur Smith dei primi libri.....quelle descrizioni dell'Africa, che meraviglia. Comunque è stata una lettura più che piacevole e appassionante.

  • User Icon

    PAOLO

    07/02/2013 14:56:32

    Personaggi tagliati con l'accetta,ideologia discutibile,ma bisogna amettere che Wilbur Smith sa infondere ai suoi romanzi gran senso del rimo e dell'avventura.E' un libro che si puo' leggere.

  • User Icon

    Sophie

    01/02/2013 09:01:37

    Un libro di Wilbur Smith che si legge con la velocità del vento ed è sempre un'emozione.

  • User Icon

    Erika

    31/01/2013 17:50:59

    Ho letto tutti i romanzi di Wilbur Smith e posso tranquillamente dire che è l'autore tramite cui mi sono appassionata all'Africa ed alla sua storia...Questo non è certo il Wilbur di inizio carriera, trovo che a partire da "Alle fonti del Nilo" il declino sia stato lento ma inesorabile..anche "il trionfo del sole" era già stata una bella delusione... non si capisce più se i libri li scrive lui o se li fa scrivere, probabilmente a cottimo, da qualche suo assistente.. Mi dispiace dirlo ma non acquisterò più libri di Smith questo è stato l'ultimo.Preferisco ricordare il suo stile per come era nella saga dei Courtney e dei Ballantyne!!

  • User Icon

    silvia

    20/12/2012 16:16:05

    sono d'accordo con quanto detto nei precedenti commenti. wilbur dove sei? questo romanzo non sembra scritto da te. comunque la trama è scorrevole e ti tiene impegnata con tutti se e ma. il mio voto è pertanto 3 per un romanzo discreto che si legge con interesse.

  • User Icon

    Tonino

    16/12/2012 22:00:46

    Caro Wilbur non ci siamo, dov'è la tua Africa, dove sono le emozioni che ci hanno fatto sognare, questo libro mi sembra un'avventura di super eroi tutti buoni che combattono i cattivi del momento. Non ti riconosco, dò due solo perché il testo scorre ma non mi ha dato alcuna emozione.

  • User Icon

    annalisa

    05/09/2012 13:29:05

    trama scarna anche se come sempre si viene trascinati dallo spirito d'avventura che l'autore riesce sempre a dare ai suoi romanzi. Lettura leggera e scorrevole

  • User Icon

    Annalisa

    19/04/2012 20:57:21

    Il solito romanzone di smith che si legge d'un fiato...piacevole

  • User Icon

    Claudino

    14/03/2012 00:08:55

    Nell'ottica del genere "action", non possiamo considerare scarsa o mediocre questa trama non particolarmente complessa. Condivido la critica presente sulle altre recensioni che sottolineano la tendenza del "buono" a possedere tutti i pregi dell'umanità e del "cattivo" a possederne tutti i difetti (il fondamentalismo religioso quando sfocia nel terrorismo è sempre una brutta cosa), ma seppur banale, fa' semplicemente parte dei ruoli che il bene vinca sul male (almeno nella narrativa), anche se ciò spesso non accade nella realtà. Come copione, sarebbe una sceneggiatura perfetta per un soggetto alla Sylvester Stallone o chi per lui, ma ciò non toglie, che una scrittura "semplice e lineare, improntata ad una attuale chiave eroica-cavalleresca, risulti ancora essere godibile per gli amanti del genere. A confronto del "Settimo papiro" come originalità, inventiva etc. non c'è paragone, ma questo rimane comunque un buon libro.

  • User Icon

    Massimo

    05/03/2012 15:04:49

    In effetti non è facile ritrovare ne "La legge del deserto" il Wilbur Smith di tanti altri libri e questo anche per la trama e la modalità narrativa impostate in modo differente dal solito, potrebbe quasi sembrare un libro di Clive Cussler con Hector nelle vesti di Dirk Pitt (però come si suol dire in questi casi, allora si preferisce l'originale). Parecchi sono gli interrogativi che nascono durante la lettura e che non sono completamente risolti, così come non mancano approssimazioni, inverosimiglianze e fortunose coincidenze (talvolta pare quasi che ci sia una regia esterna che si occupa di sistemare a dovere tutti gli aspetti non previsti o sufficientemente pianificati da parte dei protagonisti). Anche se indubbiamente da un libro di Wilbur Smith ci si può aspettare di più, comunque la lettura è in alcuni tratti godibile e, anche se un pò sullo sfondo del racconto, alcune tematiche di attualità che vengono rappresentate sono interessanti, inoltre da sottolineare l'usuale precisione di Smith nel descrivere mezzi, armi e luoghi. Sesso e violenza hanno sempre fatto parte dei romanzi di Smith e, quando inseriti nell'adeguato contesto, hanno contribuito al loro successo, in questo caso forse, proprio perchè tutto il resto non è all'altezza del suo standard, rischiano un pò di fungere da paravento alle limitate risorse del racconto.

  • User Icon

    Laura

    21/01/2012 14:18:12

    Un polpettone. Era da tanto che non leggevo qualcosa di Smith, sono davvero delusa. Linguaggio povero, allo stesso tempo farcito di particolari che non riescono a dare nulla al corpo del romanzo. Personaggi improbabili, avventura poco entusiasmante, storia d'amore da soap opera, mi chiedo: ma l'ha scritto lui?

  • User Icon

    Walter

    29/11/2011 11:30:21

    E' la prima volta che leggo Wilbur Smith e probabilmente ho cominciato partendo dal libro sbagliato.

  • User Icon

    STEFANO

    23/11/2011 15:11:33

    Dopo aver terminato la lettura di questo libro , sono sempre piu' convinto che Mr. Smith abbia commissionato il testo alla persona sbagliata o forse la storia servirà per un prossimo telefilm con tanta azione , un po' di sesso e la scontata vittoria dei buoni

Vedi tutte le 55 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione