Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

La leggenda del santo bevitore. Racconto

Joseph Roth

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Chiara Colli Staude
Editore: Adelphi
Edizione: 36
Anno edizione: 1975
In commercio dal: 2 settembre 1985
Pagine: 74 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788845901744
Salvato in 175 liste dei desideri

€ 8,55

€ 9,00
(-5%)

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

spinner

Disponibilità immediata

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

La leggenda del santo bevitore. Racconto

Joseph Roth

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


La leggenda del santo bevitore. Racconto

Joseph Roth

€ 9,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

La leggenda del santo bevitore. Racconto

Joseph Roth

€ 9,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (20 offerte da 4,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,09
di 5
Totale 45
5
21
4
13
3
6
2
4
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Alessandra

    21/06/2020 17:16:53

    Romanzo autobiografico dove Joseph Roth mette in risalto la fragilità umana. In più occasioni il protagonista, Andreas Kartak cerca di onorare un debito per il quale aveva dato la sua parola d'onore ma ogni volta un motivo futile impediva lui di portare a termine il suo compito....

  • User Icon

    bin

    16/05/2020 12:33:58

    Un libro che rivela la personalità ed il profondo sentimento dell'autore nei confronti della vita come per altro sempre emerge nelle sue profonde pagine. Numerose sono le immagini che riporta, volutamente incomplete per lasciare spazio alla riflessione del lettore. Capita così di passare nello spazio di poche righe da un sorriso che con naturalezza spunta sulle labbra ad una sensazione pervasa di profonda malinconia

  • User Icon

    Sabi

    14/05/2020 20:33:05

    Se pur breve (peccato) è un racconto molto significativo e pieno di sostanza. Un Uomo,minatore polacco arrivato a Parigi per lavoro si trova a vivere come un " senzatetto" sotto i ponti della Senna. Breve ma intenso, un romanzo che molto rispecchia la vita dell'autore. Ogni lettore, credo, può mettersi nei panni dello sventurato ma miracolato protagonista. Molti dei pensieri espressi dal protagonista sono condivisi da chi legge. Aspettiamo tutti che al povero sventurato succeda un miracolo. Ne consiglio la lettura, soprattutto ai più giovani.

  • User Icon

    Paola

    13/05/2020 12:22:26

    Il racconto di un uomo che cerca di mantenere una promessa ma troverà moltissimi ostacoli nell'attuazione del proposito: una metafora di come nella vita ci lasciamo distrarre ed allontanare dai nostri valori.

  • User Icon

    Bc

    12/05/2020 02:57:35

    Una perfetta geometria, nella quale si svolge una storia universale. Roth magnifico!

  • User Icon

    mary

    11/05/2020 16:46:22

    Bel libro per iniziare a leggere Roth. Semplice e scorrevole e mostra bene il suo stile e le sue tematiche principali.

  • User Icon

    And the Oscar goes to ….

    26/02/2020 19:53:08

    Mi aspettavo qualcosa di meglio

  • User Icon

    Cliente ibs

    17/07/2019 18:10:12

    Novella capolavoro. Andreas Kartak è un personaggio indimenticabile. Bello anche il film che ne ha tratto Olmi.

  • User Icon

    serafini lino pasqualino

    07/05/2019 18:58:47

    gran bella scoperta, scrittura semplice e scorrevole storia simpatica, buon racconto

  • User Icon

    elena

    20/04/2019 07:26:13

    quando la dipendenza si preda di te.

  • User Icon

    Carolina

    09/03/2019 10:57:58

    Racconto coinvolgente e ricco di spunti di riflessione. Assolutamente consigliato a chi ha voglia di riflettere anche su sé stesso.

  • User Icon

    Claudio

    24/10/2018 05:15:40

    Un romanzo pieno di vita, metafora di molte storie. Roth, Jospeh, quello che amo, sa creare immagini fortissime in poche righe. Una storia da una sera, una morale molto più duratura! Consigliato alle persone sensibili.

  • User Icon

    brunitudo

    23/09/2018 19:51:35

    Una piccola gemma la storia di un senzatetto che, in seguito ad un colpo di fortuna, passa i suoi giorni a cercare di mantenere una promessa. Tra lui e il raggiungimento del suo obiettivo, però, vi è una strada lastricata di bicchieri di liquore all'anice. Sono questi i giorni inconcludenti di un animo poetico, forse proprio quello dello stesso autore, che ebbe a dire di sè: " Ecco quel che sono veramente; cattivo, sbronzo, ma in gamba. Joseph Roth".

  • User Icon

    anna

    23/09/2018 15:04:49

    Racconto breve ed intenso con cui Roth ci fa assaporare un mondo sospeso, in cui umano e divino si scontrano, riuscendo a creare una storia sicuramente molto interessante. Andreas, clochard ed alcolista parigino con un passato travagliato, riceve dei soldi da una misteriosa figura, somigliante ad un angelo custode, promettendo di restituire tale somma ad una chiesa, di cui il donatore si dichiara molto devoto. Da qui in poi nasceranno i contrasti interni di Andreas che combatterà tra i piaceri borghesi che ora può di nuovo godere e la volontà di mantenere la sua dignità, nonostante il clima decadente che lo circonda, e restituire il denaro avuto. La leggenda sembra voler ritrarre un uomo a cui capitano eventi eccezionali che però, se potenzialmente sarebbero potuti diventare un’arma di riscatto sociale, diventano invece complicazioni tese a minare l’integrità morale del protagonista. Un libro caldamente consigliato, una lettura capace di infondere un senso di profonda serenità.

  • User Icon

    Nicola59

    24/05/2018 13:09:57

    Grande racconto. Una bella e dolce favola per adulti, senza cadere nel patetico o nello sdolcinato. E' entrato nella mia personale 'hall of fame'.

  • User Icon

    Nadia

    16/12/2017 12:29:20

    Un breve racconto che posa uno sguardo di profonda compassione su un'anima buona e fragile

  • User Icon

    Luca Leveghi

    16/09/2014 09:39:12

    Questo libro mi ha colpito perché al protagonista pur capitandogli dei colpi di fortuna si lascia sfuggire le buone occasioni e finisce sempre in miseria.

  • User Icon

    Borga Elia

    28/08/2014 10:36:19

    Questo libro non mi ha preso molto, forse per la mia giovane età ? ma non ho capito la metafora. Nessun lato divertente, noioso e monotono. Lo consiglierei a dei lettori adulti.

  • User Icon

    mjb

    21/07/2014 21:12:16

    ero nella libreria della stazione in attesa del mio treno...ho scelto a caso questo libro ingannata un tantino dal titolo: alla fine mi è sembrato molto banale e scontato...la lettura non mi ha presa, è pur vero che l'ho letto in pochissimo tempo ma è altrettanto vero che un buon libro ti prende da subito! poi... de gustibus :)

  • User Icon

    Cristiano Cant

    23/05/2014 10:32:57

    Novella di cristallina perfezione, mai sfiorata da moralismi semplicistici o nubi di banalità patetica, ma delicatissimo sogno estremo uscito a sorpresa da un magistrale colpo di ventaglio. Un libro che fa bene alla vita, che riconcilia col miglior concetto di bontà, di gratuità, e che sveglia e scuote, sotto la stantia coltre di una religione retoricamente obbedita, una vicinanza alla santità, alla parola, alla promessa, che è assai più di un miracolo puro. Niente è casuale qui se non l'intero ingranaggio,e i passaggi imprevisti son tutti grandezza ben calcolata, misteriose tessere di un mosaico devoto che vanno a compiere alla fine il ritratto di un angelo tanto commossamente alticcio quanto meraviglioso.

  • User Icon

    Kristian d'Arc

    02/01/2014 10:32:03

    Uno dei più meravigliosi e affascianti titoli di sempre per una zoppa, insulsa, irritante, oltraggiosa favoletta conformista e moralista, incentrata sulla presunta "redenzione" di un clochard a colpi di denaro, onore, lavoro e senso del decoro (io la chiamerei piuttosto "corruzione"). Il tutto, ovviamente, su un patetico sfondo provvidenzial-miracolistico che più goffo non potrebbe essere. Come se non bastasse, pare scritta da un bambino di sette anni, e neppure troppo sveglio, da tanto è zeppa di sciatterie, ripetizioni, ingenuità e melensaggini. Non una sola riga degna di essere sottolineata e ricordata.Una storiella che pretende di essere edificante, ma si rivela demolitrice dell'autostima del lettore, che si chiede: "Come ho potuto cascarci? È bastata la bellezza del titolo? O l'incredibile numero di recensioni entusiastiche?" Sconsigliatissimo.

  • User Icon

    Alberto Castrini

    11/10/2012 00:00:57

    Il testo é conosciuto dai più per il capolavoro cinematografico di Ermanno Olmi. Joseph Roth, è austriaco d'origine ebraica della grande stagione letteraria di Werfel, Musil ecc, ed è testimone diretto dello sgretolamento dell'impero Austro-Ungarico: soldato durante la prima guerra mondiale, è fatto prigioniero dai russi. Dalle conseguenti derive umane e sociali del crollo trarrà i più celebri: La marcia Radetzky e La Cripta dei Cappuccini. Roth, in questo volumetto di nemmeno settanta pagine, ambientato a Parigi, dove nel '39 morirà come rifugiato dopo l'invasione hitleriana dell'Austria, da una prova alta di come si possa scrivere, anche di temi gravi con leggerezza poetica. E' la breve storia (amaramente autobiografica, perché morirà appena quarantenne per etilismo) di Andreas, un clochard alcolizzato che vive sotto i ponti. A lui il fato consentirà l'opportunità di cambiare sorte, con gruzzolo di denaro inverosimilmente ricevuto in prestito. Sprecherà invece ogni occasione, lasciandosi trascinare dall'ignavia, prima della resa dei conti finale. Non temete, il racconto non è triste, e si potrebbe definire il tragitto di un individuo affrancato alla fine dalla Grazia. Quella laica. L'inizio, quello che i colti chiamano incipit, ed il finale sono seducenti. Anche tutto il testo veleggia rapido, scorrevolissimo, e vi spingerà, come raramente capita chiusa l'ultima pagina, a proseguire la conoscenza di questo rilevante autore del novecento.

  • User Icon

    Antonella

    23/03/2012 17:28:21

    Anche io penso che questo breve racconto meriti il voto più alto perchè in poche pagine appunto spiega in modo molto semplice la vita di molti di noi ,che pur pieni di buone intenzioni e propositi ci lasciamo distrarre troppo spesso e come il protagonista sprechiamo buone occasioni che il fato ci recapita ....in fondo siamo così imperfetti cattivi ma anche in gamba....

  • User Icon

    incaro

    11/09/2009 12:09:44

    superlativo da tutti i punti di vista. Un racconto di rara sensibilità, pieno di una pietà umana che tocca e resta dentro. Senza inutili orpelli, diretto, efficace: grande letteratura. ottimo

  • User Icon

    DANIELE COSTAMAGNA

    10/09/2009 13:46:12

    Un libro fantastico di rara bellezza e sensibilità ( consiglio anche il meraviglioso film di Ermanno Olmi )

  • User Icon

    Alessia

    09/09/2009 00:32:51

    A me è piaciuto tantissimo..scorrevole, piacevole e in alcuni punti anche commovente. Con estrema semplicità narra la storia di questo uomo costretto a vivere sotto i ponti quasi sempre ebbro ma che affronta la vita con una vena positiva. Bellissimo!

  • User Icon

    Biagio Mastrangelo

    08/01/2009 12:46:03

    Molto bello, di facile lettura, breve, intenso. Una chiara rappresentazione della fragilità umana. Da leggere.

  • User Icon

    zonghe

    14/09/2008 12:51:21

    Un capolavoro. Una perfetta metafora della vita di ognuno di noi. Una profonda ed efficace interpretazione dell'uomo, che possiede un fine alto e nobile da cui è mosso, ma che si lascia distogliere dai piaceri materiali, che si bea di ciò che è mondano rimandando il momento di pagare sempre più in là... Ad ogni occasione egli si accorge di aver dedicato al corpo ciò che spettava allo spirito e non poter rendere il tributo... E la soluzione è tornare a "stordirsi" di vita in attesa del prossimo colpo di fortuna, che inevitabilmente andrà sprecato e così via, in una catena senza fine che si spezza solo quando la vita stessa è portata a compimento... GENIALE, non c'è altra definizione. "Ecco quello che sono veramente: cattivo, sbronzo ma in gamba. Joseph Roth"

  • User Icon

    m.karla

    18/06/2008 18:19:11

    nulla di straordinario. credo anch'io che sia abbastanza sopravvalutato.

  • User Icon

    philo

    27/08/2007 11:00:45

    A mio modesto parere è sopravalutato. Comunque leggibile

Vedi tutte le 45 recensioni cliente
  • Joseph Roth Cover

    Giornalista e scrittore austriaco. Cresce accanto alla madre nella casa del nonno, frequentando le scuole nella città natale. Nel 1916 si trasferisce a Vienna dove si iscrive all'università e dove pubblica i suoi primi racconti e poesie. Inizia, sempre a Vienna, l'attività di giornalista per poi svolgerla a Berlino. Nel 1925 si trasferisce a Parigi e durante questi anni scrive La ribellione (1924), Aprile. Storia di un amore (1925).Il ritmo di vita intenso e disordinato, da una città a un'altra, e l'abuso di alcol si accentuano dopo che la moglie si ammala e viene ricoverata per una malattia nervosa. Da allora intensifica la sua attività come dimostrano i romanzi Zipper e suo padre (1928) e Giobbe. Romanzo di un uomo semplice (1930); quest'ultimo dà... Approfondisci
Note legali
Chiudi