Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
In commercio dal: 16 aprile 2015
Pagine: 225 p., Brossura
  • EAN: 9788811688730

39° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Società, politica e comunicazione - Reportage e raccolte giornalistiche

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

Nell'ultimo anno della sua vita Pasolini condusse, dalle colonne del "Corriere della Sera" e del "Mondo", una rovente requisitoria contro l'Italia che vedeva intorno, "distrutta esattamente come l'Italia del 1945". Partendo dall'analisi delle mutazioni culturali, Pasolini rintracciava i segni di un inarrestabile degrado: la crisi dei valori umanistici e popolari; le lusinghe del consumismo, più forte e corruttore di qualsiasi altro potere; le distruzioni operate dalla classe politica; una invincibile e generalizzata "ansia di conformismo"; le mistificazioni di certi intellettuali autoproclamatisi progressisti. Non è vero che la Storia va sempre avanti: l'individuo e la società possono regredire. Prefazione di Guido Crainz.

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Manuela

    22/09/2018 12:44:13

    Potessi mettere un "giudizio" più alto di 5 stelle, lo farei. Lettere Luterane insieme a Le belle bandiere ed Il Caos, formano la trilogia degli articoli pubblicati nel corriere della sera e nelle altre testate giornalistiche ove Pier Paolo scriveva. A diatanza di anni, questi articoli sembrano scritti ieri. La sua tenacia, la sua intelligenza e la sua lotta sono un motivo in più per lottare al giorno d'oggi. Pasolini in tutte le sue opere risulta essere un grande visionario. Lui è fuori dal tempo proprio perché osava sfidare il mondo con l'arte. In Lettere Luterane emerge ancor di più la necessità di lottare contro il sistema e permettere a tutti - tramite la sua parola - il risveglio delle coscienze e delle intelligenze addormentate dall'ondata capitalistica e consumistica che ancora oggi ci avvolge.

  • User Icon

    gianni

    28/12/2015 15:33:29

    Riletto dopo vent'anni, anno più anno meno. Le intuizioni di PPP sulla società italiana e sulla sua dinamica (lui avrebbe detto dialettica) sono ancora lucide e attuali. Non abbiamo più avuto un Pier Paolo Pasolini. Purtroppo.

Scrivi una recensione