Categorie

Gianfranco Miglio

Curatore: D. G. Bianchi
Editore: Il Mulino
Collana: Saggi
Anno edizione: 2011
Pagine: 346 p. , Brossura
  • EAN: 9788815233295
Quando siamo di fronte a un professore universitario dall'autentica vocazione, quindi consapevole che ricerca e didattica vanno assieme, poterne leggere le lezioni mai pubblicate in vita vuol dire davvero entrare dentro il suo "laboratorio permanente". Così Vitale definisce le lezioni di scienza politica del proprio maestro Gianfranco Miglio. E lo stesso può dirsi per quelle di storia delle dottrine politiche, curate da Bianchi. È stata un'operazione preziosa averle finalmente recuperate da appunti e registrazioni di studenti, e quindi averle ordinate riuscendo a ridurre al minimo le inevitabili interpolazioni e modifiche finalizzate alla pubblicazione. Si ha modo di cogliere l'aspirazione alla classicità di uno studioso che ambiva a costruire una teoria generale del "politico", inteso come categoria dell'agire umano che risponde a logiche discorsive e comportamentali a sé stanti. Per giungere a questo obiettivo, rimasto infine incompiuto, Miglio pensò sempre che la conoscenza della storia delle dottrine politiche e il confronto con i grandi classici fossero premesse indispensabili per la costruzione di una scienza dell'agire umano in ambito politico. Per questo la lettura congiunta dei due volumi è consigliata vivamente, in quanto si tratta delle due facce della stessa medaglia o, se si preferisce, delle due stanze di una medesima officina intellettuale. Emergono con chiarezza il fondamento del consorzio umano, le ragioni della sua genesi, le molteplici articolazioni istituzionali e le giustificazioni ideologiche che può assumere. Tutto questo e altro ancora sono stati i temi forti della riflessione migliana. Dai due volumi potrebbe nascere una Miglio Renaissance. Danilo Breschi