Lisario o il piacere infinito delle donne

Antonella Cilento

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
Pagine: 297 p., Brossura
  • EAN: 9788804649793
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,92

€ 10,50

Risparmi € 1,58 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    giusy

    07/10/2014 17:35:43

    Bello, vero, realistico e reale. Ti tuffa nella storia e nel clima della metà del secolo 1600 con tutti gli eventi storici correlati, che ho avuto modo di approfondire per conto mio perché incuriosita dalla narrazione. Ironico, scorrevole e appassionante. Non trovo affatto grotteschi i personaggi, sono corrispondenti al clima e all'epoca storica. E narrati con una magia intensa e provocatrice. Consigliatissimo!

  • User Icon

    ketty

    10/07/2014 20:27:59

    Personaggi grotteschi per una storia forzata e surreale. Salvo solo lo stile.

  • User Icon

    FEDERICA

    08/06/2014 21:34:00

    Onestamente non mi è piaciuto un granchè; è una storia bizzarra che non sta in piedi, anche se tratta un tema (il piacere delle donne) che cerca di restituire dignità e rispetto alle donne. Nella mia classifica personale dei 12 finalisti al premio Strega questo libro lotta per il quinto posto con quello della Ruotolo (Ovunque proteggici).

  • User Icon

    Becky

    14/05/2014 21:13:48

    Antonella Cilento è tornata al romanzo storico, regalandoci un altro capolavoro. La potenza di questa storia ci arriva tutta già dalle prime pagine. Mi stupisce sempre come l'autrice riesca ad unire il rigore storico e linguistico (meraviglioso l'uso che della lingua fa la Cilento) con la capacità di tratteggiare l'animo umano. Mi fa molto piacere, per un'autrice che amo e per i lettori italiani, che questo romanzo sia finalista al premio Strega. Peccato solo per la parte finale. L'evento di pag. 270 è davvero troppo inverosimile e da lì in poi la narrazione sembra un mero esercizio di scrittura creativa. A mio giudizio il romanzo avrebbe vissuto meglio senza le ultime 26 pagine.

  • User Icon

    Carlo

    11/04/2014 12:06:58

    Ho comprato questo libro incuriosito dal titolo e dalla sua quasi immediata candidatura al Premio Strega di quest'anno. Subito mi sono trovato travolto da una storia intricante, piena di humour e avventura. Una serie di personaggi indimenticabili come, tra gli altri un certo "Tonno D'Agnolo", molto simile a certi politici di oggi. Impossibile dimenticare la protagonista Lisario che Muta riesce a parlare e a emanare fascino, senza per altro essere particolarmente bella , ma la sensazione che rimane addosso, negli occhi, e proprio di una inspiegabile bellezza, e la passione, che traspare in ogni pagina, come vero protagonista, in tutte le sue declinazioni. Una scrittura magistrale mai faticosa e densa che ti scorre addosso portandoti nei luoghi come in un salto temporale, facendo sentire il lettore proiettato fisicamente nei luoghi della narrazione, come per mezzo di un teletrasporto,sentendo tutti gli odori ( puzze ), vedendo tutti i colori in tutta la loro potenza sia che si tratti di fango che se si tratti di tessuti sgargianti di seta, e suoni (urla della strada) della Napoli di Masaniello di metà '600. Un Romanzo romanzo come da anni non trovavo in libreria. Posso solo consigliare di leggetelo perchè alla fine proverete, come è successo a me, il vuoto e l'astinenza, avrei potuto continuare a leggere anche se fosse stato un libro di 1000 pagine, ogni capitolo (sono tutti capitoletti brevi di poche pagine) come cioccolatini, uno tira l'altro. Non mi resta che ricominciare e così riimmergermi in un piacere del corpo e della mente insaziabile.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione