Live in New York City - CD Audio di Curtis Mayfield

Live in New York City

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: Curtis Mayfield
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Jazzwerkstatt
Data di pubblicazione: 29 maggio 2015
  • EAN: 4011778314486

€ 13,50

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Scomparso il 26 dicembre del 1999, Curtis Mayfield è stato un cantante, chitarrista e compositore statunitense considerato uno dei più grandi esponenti della cultura afroamericana. “Live in New York City” propone la registrazione live del concerto che il musicista ha tenuto al Bitter End di New York nel gennaio 1971, in cui ha presentato alcuni dei suoi più grandi successi come “Gypsy Woman”, “People Get Ready”, “(Don’t Worry) If There’s a Hell Below We’re All Going to Go”, una toccante versione blues di “We’ve Only Just Begun” e molto altro ancora. “Live in New York City” propone alcuni brani che Mayfield ha portato al successo insieme alla sua formazione Impressions, ma anche alcune tracce che appartengono al suo primo repertorio da solista, il tutto magnificamente ripensato e reinventato durante il live. Con le eleganti melodie della chitarra che emergono da un’intensa sessione ritmica, “Live in New York City” è un album perfetto per far rivivere il genio dell’artista americano.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Curtis Mayfield Cover

    Cantante statunitense di blues. È stato il più immaginoso dei cantautori soul, tanto come leader del raffinato trio vocale degli Impressions (People get ready, 1965) quanto come solista (If there's a hell below, 1970). Con il suo falsetto ricamato e asprigno (modellato su quello di Claude Jeter, del quartetto gospel degli Swan Silvertones) ha cantato la speranza nera degli anni di Martin Luther King e le disillusioni della successiva stagione nixoniana, senza rinunciare a un suo romantico lirismo. Dal 1990 fu paralizzato per un incidente av­venuto sul palcoscenico, durante un concerto a Brooklyn. Approfondisci
Note legali