Lord John e una questione personale

Diana Gabaldon

Traduttore: C. Brovelli
Editore: TEA
Collana: Teadue
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
In commercio dal: 11 luglio 2013
Pagine: 296 p., Brossura
  • EAN: 9788850231645
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Londra 1757. In una serena mattina di giugno, Lord John Grey, ufficiale al servizio di Sua Maestà, esce turbato dal circolo di cui è membro. Ha appena scoperto che il futuro marito di sua cugina è probabilmente affetto dal "mal francese"; decide di approfondire la questione, ma i suoi sforzi per evitare uno scandalo che potrebbe distruggere il buon nome della famiglia vengono interrotti da un compito più urgente: i suoi superiori lo incaricano di indagare sul brutale omicidio di un altro ufficiale, sospettato di essere una spia al soldo dei francesi. Costretto a occuparsi di due indagini in parallelo, il maggiore Grey si trova invischiato in una rete di tradimenti e di malcostume che tocca ogni strato della società. Dalle case per appuntamenti per soli uomini della Londra notturna ai saloni della nobiltà, dalla strada macchiata dal sangue di un uomo assassinato al mare tempestoso solcato dai vascelli della Compagnia delle Indie, Lord John segue le tracce di una misteriosa donna con un abito di velluto verde che potrebbe essere la chiave di tutto...

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    patrizia b.

    05/08/2016 16:58:31

    E' il primo libro che leggo della Gabaldon,ma penso che sarà anche l'ultimo. Mi aveva attirato il titolo e l'ambientazione, ma l'ho trovato noioso ed anche un po' volgarotto. Sappiamo che i nobili di seconda classe dell'Inghilterra dell'epoca erano sporchi e volgari, ma questi mi sembra lo siano un po' troppo.

  • User Icon

    Laura

    01/10/2014 17:25:22

    Mi era piaciuta tanto la saga de La Straniera, e pensavo che ne iniziasse una nuova altrettanto appassionante. Che delusione! L'ho letto tutto perché per principio non mi piace lasciare un libro a metà, ma che fatica!!! Non è affatto un libro memorabile. Peccato

  • User Icon

    Mariflo

    15/05/2013 21:42:16

    Anni fa lessi i primi due capitoli de La straniera e ricordo che, sebbene il soggetto e la storia fossero molto diversi, la narrazione mi aveva tenuto incollata alla lettura. Con questo romanzo niente di tutto ciò. L'ho trovato a tratti lento e poco interessante, soprattutto la parte relativa alle abitudini sessuali del protagonista, poco funzionale alla storia. La cosa che, invece, mi ha colpito è la capacità di descrivere in maniera davvero dettagliata i luoghi, gli ambienti, i suoni, gli odori che quasi sono vividi e percettibili.

  • User Icon

    Pamela

    25/07/2011 12:59:25

    La prima impressione, leggendo questo romanzo, è stata quella di estremo stupore per la qualità dello stile di scrittura e per la precisione con cui tutte le scene del romanzo vengono ambientate e descritte. Uno stile di scrittura davvero ben curato, praticamente perfetto. L'eleganza e la sottile ironia del protagonista conquistano subito, mentre l'ambientazione affascina e coinvolge. D'altro canto però, tutta questa perfezione mi ha un pochino spiazzato. Una perfezione che, ad un certo punto del romanzo, comincia a sembrare un po' finta, o meglio, asettica. Difficile lasciarsi coinvolgere emotivamente dal racconto. E' come una nota che si ripete continua ed invariata per tutto lo sviluppo del libro. Non ci sono alti e bassi, non ci sono momenti morti e momenti emozionanti. E' tutto mono-tono. E nonostante il tono sia comunque ad un livello alto, dopo un po' la mancanza di variazioni comincia a stancare. Lettura discreta, ma che non rimane.

  • User Icon

    LadyAileen

    06/07/2011 22:23:12

    Questo volume è il primo di una nuova serie mystery ambientata nel 1757 a Londra e ha per protagonista (il punto di vista è il suo) Lord John Grey (personaggio già apparso nella serie Outlander della stessa autrice). Un ufficiale dell'esercito di nobili natali, corretto, intelligente, grande senso dell'onore, a volte impulsivo e sfuggente. Non è necessario aver letto la serie Outlander e ogni libro è autoconclusivo anche se il protagonista resta sempre lo stesso. Un protagonista maschile interessante e simpatico ma di cui si scopre ben poco in questo volume (stessa cosa vale anche per gli altri personaggi salvo poche eccezioni). L'autrice non si è soffermata molto sui sentimenti e le sensazioni provate dal nostro John, lasciando spazio al complotto e alla vita dell'epoca sia per quel che riguarda l'alta società che per i ceti poveri. Passiamo invece al risvolto mystery che è sicuramente ben architettato ma poco convincente, eppure le premesse c'erano tutte (anche il finale aveva bisogno di qualcosa in più). Nonostante questo, uno dei pregi per cui vale la pena leggere questo libro è la minuziosa e fedele ricostruzione storica (tratto distintivo di quest'autrice) e la capacità di far sentire il lettore parte dell'ambiente. Scorrevole e con un tocco di umorismo che rendono la lettura più godibile. Se sperate di ritrovare i protagonisti della serie Outlander, scene di intensa passione (tutto è lasciato all'immaginazione del lettore) o il classico risvolto romantico che vede coinvolto il protagonista resterete delusi. Leggerò sicuramente il secondo volume per saperne di più.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione