Louis Armstrong. Good Evening Ev'rybody - DVD

Louis Armstrong. Good Evening Ev'rybody

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 18,60

Venduto e spedito da Juke Box

spedizione gratuita

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 12,50 €)

Contiene la registrazione delle prove e del concerto per il settantesimo compleanno del grande Satchmo, ripreso dal vivo al festival di Newport. Tracklist: Hello Dolly!; I Want a Little Girl; Thanks a Million; Way Down Yonder in N.O.; I'm Confessin'; Them There Eyes; Nobody Knows the Trouble ...; I'm in the Market for You; Ain't Misbehavin'; When It's Sleepy Time; Pennies from Heaven; Blueberry Hill; Let There Be Peace on Earth; Come On Children Let's Sing; Elijah Rock; Just a Closer Walk with Thee; When the Saints Go Marching In; Mack the Knife; What a Wonderful World.
  • Produzione: Universal Music, 2010
  • Distribuzione: Universal Music
  • Durata: 119 min
  • Area2
  • Louis Armstrong Cover

    Trombettista e cantante statunitense. Personalità fra le più grandi del jazz, del quale fu per tutta la sua carriera un simbolo, A. si formò nella natia New Orleans. Nel 1918 entrò nella «band» di Kid Ory, poi, nel 1919, suonò sui battelli del Mississippi con Fate Marable e nel 1922 fu chiamato a Chicago da King Oliver, come seconda cornetta della Creole Jazz Band, con la quale incise i primi dischi nel 1923. Dopo essere stato nell'orchestra di Fletcher Henderson, nel 1925 fondò gli Hot Five (poi divenuti Hot Seven), i cui dischi testimoniano la rivoluzione operata da A., sia sul piano ritmico, sia nell'affermazione – di contro alla polifonia fino ad allora dominante – del solismo. Nel 1928, con nuovi solisti, formò i secondi Hot Five (memorabile incisione: West End Blues) e dagli anni Trenta... Approfondisci
  • Dizzy Gillespie Cover

    Propr. John Birks Gillespie. Divenne il rappresentante più influente, accanto a Charlie Parker. Dopo aver suonato in varie orchestre (Cab Calloway, Earl Hines, Billy Eckstine), fondò complessi con Parker e propri; dal 1945 al '50 diresse una grossa orchestra, la prima nell'ambito del bop. In seguito fu alla testa soprattutto di piccoli gruppi, nei quali l'originaria matrice bop era modificata, ma non annullata, dalle successive tendenze stilistiche. Virtuosistico, estroverso, originale, è stato il jazzista più popolare del suo tempo. Nel 1979 ha pubblicato (con Al Fraser) l'autobiografia Dizzy: to be or not to bop. Approfondisci
  • Mahalia Jackson Cover

    Cantante statunitense di gospels e spirituals. Con timbro drammaticamente solenne e grande incisività ritmica conferì una più moderna espressività al tradizionale canto religioso nero-americano, imponendosi come la voce più popolare e, insieme, la più sincera e intensa. Ha registrato anche con Duke Ellington (Black, brown and beige, 1958). Approfondisci
Note legali