Love Actually. L'amore davvero

Love Actually

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Love Actually
Paese: Gran Bretagna
Anno: 2003
Supporto: DVD
Salvato in 54 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (12 offerte da 4,99 €)

Vite e amori londinesi si scontrano e si mescolano, per culminare nella vigilia di Natale. Uno scrittore fugge nel sud della Francia per dimenticare la donna che l'ha tradito e trova l'amore sulle sponde di un lago; una donna sposata sospetta che il marito stia allontanandosi da lei; una giovane sposa che scambia il riserbo del migliore amico di suo marito per qualcos'altro; un ragazzino che cerca di conquistare l'attenzione della ragazza più irraggiungibile della scuola; un vedovo cerca di costruire un rapporto con un figliastro che conosce appena; una giovane americana disperata finalmente trova il coraggio di parlare con un collega di cui è segretamente infatuata da tempo.
4,32
di 5
Totale 37
5
23
4
8
3
2
2
3
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    masss

    17/05/2020 12:20:41

    bellissima commedia inglese che riesce a far pensare a tutte le sfaccettature dell'amore...tante storie che alla fine si intrecciano...come può accadere nella normalità della vita...da vedere e rivedere

  • User Icon

    levante

    16/05/2020 21:56:53

    film corale che non ha davvero nulla a che fare con i cinepanettoni nostrani, storia molto carina, ottime interpretazioni e ricco di buoni sentimenti in puro stile natalizio

  • User Icon

    maria grazia

    14/05/2020 09:11:47

    Classica commedia britannica esilarante, divertente e a tratti irriverente. Scene che ormai sono diventate cult, dal ballo del primo ministro, ai cartelloni per dichiarare il proprio amore; una Londra bellissima addobbata per la festività; un cast tutto inglese capisaldi dello show biz: Love Actually è per me il film di Natale per eccellenza, che riguardo ogni anno!

  • User Icon

    Veronica

    11/05/2020 21:56:03

    Ho visto questo film perché la mia cantante preferita, lo adora. È carino; più storie sul tema universale : l'amore, in tutte le sue forme ma con un' unica risposta : amare e essere amati anche se non sarà così per tutti! Veronica

  • User Icon

    Bibliofila

    31/03/2020 20:29:46

    Ho sempre sentito parlar bene di questa commedia, che è ormai diventata un classico, ma anche rivedendola a distanza di anni mi è sembrata scontata e volgare.

  • User Icon

    riccio

    25/09/2019 16:03:07

    Se vi piace il genere godetevi una delle commedie d’amore più belle di sempre. L’ atmosfera Natalizia avvolge tutto il film, mentre a Londra si intrecciano varie storie di protagonisti, molti dei quali attori famosi. Il film è uno dei miei preferiti: amore, emozioni, risate e lacrime. Ci sono tutti gli ingredienti che fanno sognare le donne!

  • User Icon

    Fabrizio

    08/03/2019 10:05:35

    Mentre in Italia ci propinano quintalate di cinepolpettoni scarsamente melodici e pieni di volgarità, gli anglosassoni ci deliziano in maniera più compita e cadenzata di frasi d'amore velate di ironia e battute sarcastiche condite di romanticismo. L'intreccio tra le storie del film non è rilevante quanto il filo conduttore di ogni singola storia : amori improbabili, occasionali o traditi, comunque sia amori. Storie di amore che , come è giusto che sia a Natale, hanno un lieto fine.

  • User Icon

    Valentina

    06/03/2019 21:17:46

    Commedia brillante e non scontata

  • User Icon

    ABC

    23/09/2018 18:04:38

    Bellissimo. Un meccanismo perfetto, con tutti gli ingredienti per una brillante commedia d'amore. Da vedere, specialmente quando inizia un nuovo anno, quando ti piacerebbe innamorarti di nuovo, quando vorresti cambiare vita.

  • User Icon

    Erica

    18/09/2018 18:35:14

    Ormai è diventato una tradizione vederlo durante le vacanze di Natale. Gli episodi si intrecciano alla perfezione e nessuna storia risulta stucchevole.

  • User Icon

    Stefano

    18/09/2018 16:15:12

    Produrre dieci storie, vagamente intrecciate tra loro ma che godono di un'assoluta indipendenza, in un film di 130 minuti, non è affatto semplice. Significa dedicare circa 13 minuti ad ognuno di loro, con tutti i pro e i contro del caso: piccole pillole di amore, molto diverse tra loro, con cui il regista rinuncia a far affezionare il pubblico ai personaggi preferendo puntare sull'emozione pura, sul racconto breve, raccontandoci l'amore quasi in forma di raccolta di aneddoti. Il pro è la velocità della narrazione, che non scade mai e si mantiene sempre su ritmi alti; il contro è che ogni racconto è costretto a dare il massimo nel poco, pochissimo tempo a disposizione. Il risultato comunque è molto godibile.

  • User Icon

    Giordana Bravi

    18/09/2018 12:23:43

    Il più bel film da vedere nel periodo natalizio. Amore, risate e qualche lacrimuccia. Lo riguardo sempre con piacere.

  • User Icon

    gabriella

    27/03/2015 19:40:06

    Onestamente... il film è a tratti divertente ma nulla altro... penso che molti l'abbiano visto solo per il cast che vantava, ma la storia in sè (se si può parlare di storia perchè in realtà non c'è alcuna trama in nessuna delle storie che si intersecano) lascia alquanto a desiderare... L'ho guardato volentieri (giusto per gli attori) ma sinceramente non lo riguarderò, nè ne consiglio l'acquisto.

  • User Icon

    billy mack

    02/02/2012 10:26:30

    ragazzi billy mack è il nuovo idolo delle folle!!!da solo vale il prezzo del biglietto. comunque veniamo alla ciccia: qualcuno qui sotto ha detto che dopo aver visto LA si è sentito una persona migliore. è tutto vero. basterebbe questo fatto a elevare come maestro del cinema il sig. Curtis perchè ha saputo riunire una decina di attori inglesi affermati e fargli fare il botto. il botto amici miei mica pizza e fichi. il natale è solo una scusa per scavare infondo alle debolezze umane, ai sentimenti umani e alle speranze umane. premier/pallocchetta: difficile non ammirare un premier così tenace e una ragazza così dolce. scrittore/colf: da applausi la scena finale del film. sposa/amico sposo: ragazzi qui c'è arte vera. manager/moglie: musica da lacrimoni. padre/figlio: amore oltre i confini. cantante/manager: amore e amicizia eterna. attore/attrice: bacio tenero. che dire? guardatelo minimo 2012 volte. perchè è il mondo che ve lo chiede. il tema del film sta tutto nell'incipit e nell'epilogo.

  • User Icon

    vale

    10/10/2009 08:29:27

    è una commedia ma non cade nelle situazioni comuni. bellissima la dichiarazione d'amore coi cartelli...

  • User Icon

    paolo

    04/03/2008 21:45:04

    L'ho visto, rivisto, prestato ad amici e non mi è più tornato... ora lo voglio rivedere in lingua originale e in spagnolo ... un MUST!

  • User Icon

    mary

    08/02/2008 21:01:06

    Boh, un po' più volgarotto della media delle commedie inglesi... Per fortuna è salvato dalla classe di Colin Firth, Emma Thompson e, perché no, anche Hugh Grant.

  • User Icon

    massimiliano

    29/12/2007 11:14:30

    Al sottoscritto le commedie romantiche non sono mai andate a genio,figuraci quelle europee! Ma il regista è riuscito ad intrattenere anche quelli che come me amano altri generi,altre storie,altre ambientazioni. Sono rimasto colpito dalla genuinità dei sentimenti presenti in questo film,tante storie diverse ma una sola parola:amore! Consigliato proprio a tutti.

  • User Icon

    Giada

    30/08/2007 16:23:01

    5 nn basta come voto...dovrebbe essere molto di +... l'ho visto 3 volte al cinema e da qnd ho il dvd almeno una 40ina...credo che qst basti a spiegare cosa penso di LOVE ACTUALLY... :)

  • User Icon

    Marcello

    26/03/2007 19:58:31

    Non è una semplice commedia di Natale ma qualcosa di più strutturato, comunque la perfetta commedia di Natale e per ogni altra giornata in cui si sia in vena. Impagabile il commesso Rowan Atkinson, stupenda la figura del presidente USA.

Vedi tutte le 37 recensioni cliente
  • Produzione: Universal Pictures, 2004
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Durata: 135 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Inglese
  • Area2
  • Contenuti: commenti tecnici; scene inedite in lingua originale; video musicale
  • Hugh Grant Cover

    Propr. H. John Mungo G., attore inglese. Figlio di un tappezziere, dopo aver studiato a Oxford recita in una piccola compagnia teatrale. Al cinema, dopo numerose piccole parti, J. Ivory gli affida il ruolo di Clive in Maurice (1987), per cui riceve a Venezia il premio come migliore attore. Lavora con R. Polanski (Luna di fiele, 1992) e ancora con Ivory (Quel che resta del giorno, 1993), ma la vera notorietà arriva con la commedia di M. Newell Quattro matrimoni e un funerale (1994), che gli vale la candidatura all’Oscar. Un anno dopo fornisce una convincente caratterizzazione del giovane e timido gentleman di campagna nell’eccellente trascrizione di A. Lee di Ragione e sentimento, dal romanzo di J. Austen. Divenuto celebre come il «Cary Grant degli anni ’80» per i suoi modi eleganti e la faccia... Approfondisci
  • Emma Thompson Cover

    Figlia d'arte (il padre è l'attore inglese Eric Thompson e la madre l'attrice scozzese Phyllida Law), frequenta il Newnham College a Cambridge, dove entra nel gruppo teatrale Cambridge Footlights insieme a Hugh Laurie e Stephen Fry.Da quel momento parte la sua strepitosa carriera d'attrice e sceneggiatrice, che l'ha portata anche alla vittoria al Premio Oscar.Vive tra Londra e la contea scozzese di Argyll. Ricorda che il padre leggeva spesso a lei e alla sorella le storie di Beatrix Potter. Anche per questo ha deciso di scriverne una di suo pugno, pubblicata in Italia da Sperling & Kupfer nel 2012: Un'altra storia di Peter coniglio. Approfondisci
  • Rowan Atkinson Cover

    Propr. R. Sebastian A., attore inglese. Dopo aver compiuto gli studi di ingegneria, negli anni ’80 riscuote un grande successo in patria grazie a un popolare programma televisivo. Passato al grande schermo, interpreta Due metri di allergia (1989) di M. Smith, Chi ha paura delle streghe (1990) di N. Roeg e Quattro matrimoni e un funerale (1994) di M. Newell, prima di imporsi nuovamente al pubblico televisivo con il goffo personaggio di Mr. Bean, protagonista di irresistibili sketch demenziali ispirati alle gag del muto, che nel 1997 approda al cinema con Mr. Bean - L’ultima catastrofe, diretto ancora da M. Smith, cui segue, nel 2007, Mr. Bean’s Holiday, per la regia di S. Bendelack. Negli ultimi anni si è dedicato soprattutto a progetti televisivi. Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali