I love Napoli. Storie insolite, grandi personaggi, luoghi magici e leggende popolari - Agnese Palumbo - ebook

I love Napoli. Storie insolite, grandi personaggi, luoghi magici e leggende popolari

Agnese Palumbo

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 5,02 MB
Pagine della versione a stampa: 413 p.
  • EAN: 9788822726735
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 5,99

Punti Premium: 1

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Storie insolite, grandi personaggi, luoghi magici e leggende popolari

Si scende tra i vicoli, si sale ai quartieri, la gente canta, con pochi euro pranzi e se sei fortunato arrivi fino al mare. Le mura greche e le Madonne barocche, pezzi di templi incastonati e sacerdotesse nascoste a San Gregorio Armeno, mentre pastori di maggio ricordano presepi di dicembre. Chiunque giunga a Napoli, trova quello che cerca, ‘o sole mio potente che s’infrange sul giallo tufo che ha incantato gli Impressionisti, il filo d’olio che impregna le freselle, il vociare dei venditori ambulanti e la seduzione delle sirene, che sotto forme molteplici incatenano i desideri, fino a far sperare di non dover mai più ripartire. Da San Martino, da Posillipo, dalleterrazze di Castel dell’Ovo, una città che cambia faccia e cambia bellezza: morbida, colorata, malinconica, pura come un velo candido che si posa sulle mani. I love Napoli è il desiderio di andare oltre, di guardare il Vesuvio e sentire il fremito del fuoco, il profumo del vino sui fianchi della montagna. Maradona e il delirio di un pallone e una fede immortale. Il cinema, i vedutisti, le cartoline che siamo stanchi di staccare, san Gennaro, il gesto antico che si ritrova identico alla Pignasecca, a Forcella, al Mercato, ma si muove dai mosaici del museo archeologico e finisce sulle pellicole di Totò.

Questa città non è un luogo comune tra i temi trattati:
. Nel nome di Parthenope
. Mediterraneo storie di incantesimi e naufragi
. Le onde di via Caracciolo e la nascita del cinema prima dei fratelli Lumiere
. Barocco: eretici, corpi e altri piaceri
. De ludo globi: Mergellina il San Paolo e un giorno all’improvviso
. San Gennaro ha i volti di Napoli
. Pompei e l’amore eterno
. I veli di Persefone al Purgatorio ad Arco
. Totò e il gesto nell’arte


Agnese Palumbo

giornalista, ha collaborato con «la Repubblica», «il Riformista», «D di Repubblica». Per il teatro ha scritto, con Massimo Piccolo, Sante, Madonne e Malefemmene e Non farlo nel mio nome, storia di una brigantessa. Collabora con la casa di produzione cinematografica MoonOver. Per la Newton Compton ha pubblicato 101 cose da fare a Napoli almeno una volta nella vita, 101 storie su Napoli che non ti hanno mai raccontato,101 donne che hanno fatto grande Napoli e I love Napoli. Con Maurizio Ponticello ha scritto Misteri, segreti e storie insolite di Napoli e Il giro di Napoli in 501 luoghi. È vicepresidente dell’associazione Luna di Seta e guida turistica per la Regione Campania.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Giordana

    11/03/2019 11:58:45

    Un libro straordinario: una discesa nel paradiso abitato da diavoli, tra monumenti, storie, aneddoti, cultura... Da Caravaggio a Giordano Bruno, da Don Chisciotte alla sirena che dà nome alla città. Un vero e proprio libro di non-fiction che attraversa in maniera metamorfica una città e una civiltà. Imperdibile!

Note legali