La lunga notte del '43 (DVD)

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 1960
Supporto: DVD

30° nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Drammatico - Storico

Salvato in 23 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 12,50 €)

Nell’autunno del 1943 i fascisti di Ferrara malgrado lo hanno riorganizzato, il partito è lacerato tra due diverse tendenze: quella del moderato federale Bolognesi e quella del fanatico Aretusi, che fa assassinare il primo e, attribuendo il delitto agli antifascisti, scatena una violenta rappresaglia, facendo fucilare undici ostaggi. Nell’estate del 1960 il figlio di una delle vittime, Franco, torna a Ferrara dopo 18 anni e incontrando Aretusi gli stringe cordialmente la mano.
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Luigi

    25/02/2019 23:13:03

    Servizio 100%. Un film meravigloso comme solo il grande cinema degli anni 50-70 sapeva fare.

  • Produzione: A & R Productions, 2018
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 101 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0);Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,33:1 4:3
  • Florestano Vancini Cover

    "Regista italiano. Autore, tra il 1949 e il 1959, di una quarantina di documentari, poi aiuto-regista per M. Soldati (La donna del fiume, 1954) e V. Zurlini (Estate violenta, 1959), esordisce come regista nel 1960 con il lungometraggio La lunga notte del '43, tratto da una «storia ferrarese» di G. Bassani, film esemplare per pulizia d'impianto ed efficacia di racconto, che segnala il regista tra i migliori della sua generazione. Dopo un episodio (La separazione legale) di Le italiane e l'amore (1962), stenta a trovare una felice fusione tra intenzioni e risultati. La banda Casaroli (1962) sulla delinquenza a Bologna nel dopoguerra, La calda vita (1964) da un romanzo di P.A. Quarantotti Gambini, Le stagioni del nostro amore (1966), storia di una crisi ideologica e intellettuale, hanno pregi... Approfondisci
  • Gabriele Ferzetti Cover

    "Nome d'arte di Pasquale F., attore italiano. Dopo un precoce esordio in Via delle Cinque lune (1942) di L. Chiarini, interpreta ruoli secondari sia nel cinema sia in teatro. Il suo trampolino di lancio è il Nastro d’argento ottenuto per il ruolo del marito tradito da G. Lollobrigida in La provinciale (1953) di M. Soldati. Nel corso degli anni ’50 si divide ancora fra teatro e cinema. Attore dalle notevoli capacità espressive, si sente a suo agio nei ruoli più disparati: è in grado di impersonare Puccini (nel film omonimo di C. Gallone, 1953) o l’arido borghese (in Camilla, 1954, di L. Emmer) o ancora il grande dongiovanni (in Le avventure di Giacomo Casanova, 1955, di Steno). La sua versatilità seduce anche M. Antonioni, che lo dirige in Le amiche (1955) e L’avventura (1960), rarefatti ritratti... Approfondisci
  • Gino Cervi Cover

    "Attore italiano. Figlio di un critico teatrale che lo scoraggia nel suo desiderio di diventare attore, inizia la carriera in teatro alla morte del padre, facendosi le ossa in piccole parti nella compagnia di A. Borrelli. In seguito ottiene ruoli sempre più importanti fino al successo in alcune opere shakespeariane, quali Otello e Falstaff. Nel frattempo esordisce nel cinema, con un'apparizione in L'armata azzurra (1932) di G. Righelli. Successivamente ottiene un ruolo di rilievo in Aldebaran (1935) di A. Blasetti ed è protagonista di Ettore Fieramosca (1937), sempre di Blasetti. Di temperamento versatile, è capace di passare da un personaggio all'altro con straordinaria immedesimazione, come in La peccatrice (1940), in cui interpreta la parte di un piccolo burocrate pignolo e indisponente.... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali