Categorie

Alberto M. Racheli

Editore: Dedalo
Anno edizione: 1979
Pagine: 104 p. , ill.
  • EAN: 9788822033239

Nelle immagini di architettura proiettate dai romanzi e dai racconti di Franz Kafka si rilegge la complessità labirintica del suo mondo interiore. L'articolazione degli spazi che inviluppano l'uomo nel "Processo", nel "Castello", in "America", o creano impenetrabili barriere in "Un Messaggio dell'imperatore", sono il riflesso della stessa macchina narrativa da cui prende forma l'enunciato kafkiano. L'architettura è ostacolo, enigma, apparato burocratico reso tangibile. Ma è anche la tetra e magica atmosfera di Praga a pervadere febbrilmente tutta l'opera di kafka. Perciò diverse possibilità di interpretazione si offrono a chi vuole muoversi in questa nuova tana kafkiana. Una sola avvertenza tuttavia gli va data: sia distaccato nell'affrontare i problemi, non faccia come l'agrimensore K. nel "Castello", perché l'architettura è come Klamm, ha mille volti, é un Proteo.