Il maestro delle ombre - Donato Carrisi - copertina

Il maestro delle ombre

Donato Carrisi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 1 dicembre 2016
Pagine: 400 p., Rilegato
  • EAN: 9788830439412
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 15,98

€ 18,80
(-15%)

Punti Premium: 16

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Il maestro delle ombre

Donato Carrisi

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Il maestro delle ombre

Donato Carrisi

€ 18,80

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Il maestro delle ombre

Donato Carrisi

€ 18,80

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La Santa Penitenzieria Apostolica, altrimenti conosciuta come: il tribunale delle anime. Il primo tribunale della curia romana ecclesiastica istituito per le questioni di coscienza.

«Un thriller avvincente e ben costruito.» Le Figaro

«Come Stieg Larsson e Jo Nesbø.»The Guardian

«La partenza è calma. Nei primi capitoli la tavola viene apparecchiata con metodo, lasciando a una atmosfera minacciosa il compito di tenere fermo il lettore. Ma quando è tutto pronto, il romanzo decolla, il ritmo diventa micidiale, obbliga alla notte insonne. La scrittura è uno strumento per tener in piedi il gioco, la finzione. Il maestro delle ombre funziona perché rispetta il patto con i lettori. Credo a tutto, anche se non è vero niente. Carrisi va dritto per la sua strada, che guarda a Dan Brown, a Ken Follett, carpentieri di saghe, architetti di fama mondiale. Può piacere o meno, ma nel suo genere ormai è un maestro.»Marco Imarisio, Il Corriere della Sera

«Sia lode a Donato Carrisi.»Il Corriere della Sera

Una tempesta senza precedenti si abbatte sulla capitale con ferocia inaudita. Quando un fulmine colpisce una delle centrali elettriche, alle autorità non resta che imporre un blackout totale di ventiquattro ore, per riparare l’avaria. Le ombre tornano a invadere Roma. Sono passati cinque secoli dalla misteriosa bolla di papa Leone X secondo cui la città non avrebbe «mai mai mai» dovuto rimanere al buio. Nel caos e nel panico che segue, un’ombra più scura di ogni altra si muove silenziosa per la città lasciando una scia di morti… e di indizi. Tracce che soltanto Marcus, cacciatore del buio addestrato a riconoscere le anomalie sulle scene del crimine, può interpretare. Perché Marcus è sì un prete, ma appartiene a uno degli ordini più antichi e segreti della Chiesa: la Santa Penitenzieria Apostolica, conosciuta anche come il tribunale delle anime. Ma il penitenziere ha perso la sua arma più preziosa: la memoria. Non ricorda nulla dei suoi ultimi giorni, e questo dà un enorme vantaggio all’assassino. Soltanto Sandra Vega, ex fotorilevatrice della Scientifica, può aiutarlo nella sua caccia. Sandra è l’unica a conoscere il segreto di Marcus, ma ha sofferto troppe perdite nella sua vita per riuscire ad affrontare nuovamente il male. Eppure, qualcosa la costringe a essere coinvolta suo malgrado in questa indagine... Ma il tramonto è sempre più vicino, e il buio è un confine oltre il quale resta soltanto l’abisso.
3,24
di 5
Totale 45
5
11
4
10
3
7
2
13
1
4
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Giovanni

    11/03/2019 11:20:14

    In assoluto il mio preferito di Carrisi. Ti tiene incollato alle pagine fino al finale. Spero di leggerne altri al più presto!

  • User Icon

    Antonio

    05/03/2019 17:37:25

    Il libro non rientra tra quelli più riusciti, quando si parla di un affermato scrittore di thriller come Carrisi. La trama è intrigante, ma sfiora l'inverosimile in alcuni tratti. Lo consiglio agli appassionati del genere, ma non si neofiti.

  • User Icon

    Rafed73

    19/11/2018 11:31:13

    Inverosimile e surreale. Siamo lontani anni luce rispetto al Suggeritore

  • User Icon

    Trixter

    01/10/2018 09:12:12

    Molto americaneggiante, direi, quasi un thriller in stile Dan Brown. Eppure Carrisi, benchè non abbia confezionato un capolavoro, è comunque riuscito a raccontare una fantasiosa vicenda in modo coinvolgente e sufficientemente appassionante. Un libro-passatempo che si legge con facilità. Forse il finale un pò deludente ma, ad ogni modo, Il Maestro delle Ombre è senza dubbio un testo divertente.

  • User Icon

    Luca S

    20/09/2018 12:44:21

    Thriller avvincente e ben descritto. La trama è abbastanza standard e prevedibile, ma il romanzo in se è ben riuscito. Consigliato come lettura serale o in vacanza agli amanti del genere.

  • User Icon

    andrea Cist

    02/04/2018 11:44:08

    Non mi è piaciuto. Lunghissimo e prolisso, non arriva mai al punto. una marea di sotto-trame che non portano a nulla. Dispersivo.

  • User Icon

    Gigi

    15/02/2018 07:40:58

    Assai deludente, lasciato dopo 50 pagine. Inverosimile, scopiazzature indegne. Perchè alcuni autori pubblicano lavori così scarsi? Obblighi editoriali? Soldi e tempo buttati, Carrisi ti stimavo, che delusione

  • User Icon

    monica

    07/01/2018 19:55:18

    non sono d'accordo con alcuni commenti, non e' ridicolo nemmeno un libro da buttare nel fuoco, non e' certo il migliore di Carrisi e nemmeno un thriller da mille premi, la trama e' un attimo di troppo fantasiosa e irreale ma la lettura rimane gradevole rimane sempre incalzante come in tutti i romanzi di Carrisi, esistono libri peggiori di questo. Io resto in attesa del prossimo romanzo.

  • User Icon

    Alberta

    17/11/2017 09:37:14

    Non è il migliore tra i romanzi di Carrisi, ma resta un bel giallo, ricco di colpi di scena. Piacevole lettura, senza porsi troppe domande. Del resto, quando guardiamo un film thriller spesso qualche incongruenza la troviamo, ma passiamo oltre, vero?

  • User Icon

    paolo

    17/11/2017 09:13:12

    L'esagerazione porta al ridicolo. La mancanza di originalità ancora più imperdonabile. Carrisi è riuscito a fare tutte e due le cose, e non è da tutti. La trama è degna del peggior film di serie Z. Dall’ambientazione di Roma a cui, causa pioggia, viene tolta la corrente per 24 ore (è un thriller o fantascienza?), alle molte scene scopiazzate da film famosi quali: Saw (a dire il vero il ragionamento solitario in cui capisce che la chiave delle manette gli è stata fatta ingoiare, visti i crampi allo stomaco, e quindi per liberarsi deve vomitarle col sangue, nemmeno Saw era arrivato a tanto, anche perchè era molto più comodo recuperarle in altro modo...) i colloqui col serial killer (identico al silenzio degli innocenti) e l'invasione della città da un'orda di pseudo morti viventi generati da una droga (genere zombie, scegliete voi un film a caso) sono solo alcune delle chicche. Se avessi potuto dare meno di una stella lo avrei fatto.

  • User Icon

    archipic

    26/10/2017 15:28:15

    Sinceramente non mi è proprio piaciuto; troppo surreale, confuso, improbabile. Non decolla e ritmo assente. Peggior lavoro di Carrisi; ma aspetto con fiducia il prossimo.

  • User Icon

    n.d.

    18/10/2017 14:01:10

    Trama inverosimile ai limiti del ridicolo. Soldi buttati

  • User Icon

    Ida

    09/09/2017 14:01:02

    Ormai quando inizio un libro di Carrisi lo divoro! Consigliatissimo per chi ama il genere. Aspetto il seguito dei nostri cari personaggi Marcus e Sandra.

  • User Icon

    Sonia

    03/09/2017 18:38:34

    Libro letto in pochi giorni anche se la trama ha qualche pecca, forse un po' troppa carne al fuoco e troppi stravolgimenti nel finale, ma comunque un buon libro. spero che la saga di Marcus non finisca qui

  • User Icon

    andrea

    27/07/2017 10:54:29

    libro letteralmente divorato. come ogni romanzo di carrisi si è letteralmente travolti dagli eventi descritti e difficilmente si resta delusi (chi ama il genere). forse un po' troppo catastrofico ma decisamente un'altra ottima prova

  • User Icon

    n.d.

    25/07/2017 17:30:57

    A diretto contatto col cartine dell'imballaggio

  • User Icon

    Laura

    08/07/2017 14:32:26

    Dopo “Il Tribunale delle anime” e “Il Cacciatore del buio”, questo terzo romanzo è cupo, con puntate horror, che sicuramente inchioda alla pagina ma lascia anche piuttosto perplessi. Tra i tre della serie dei penitenzieri, a mio parere, è il peggiore. Personaggi sopra le righe, situazioni improbabili, riti esoterici, droghe sintetiche, black out, straripamenti e alluvioni… in 355 pagine c’è veramente troppo. Deludente

  • User Icon

    Stefania

    21/06/2017 14:54:47

    Di essere avvincente, lo è, tranne le prime pagine, forse un po' noiose ma sono d'accordo con gli altri: storia irreale ma soprattutto il finale, è stato un macigno su tutta la storia, proprio banalissimo.... leggerò "il suggeritore" che dovrebbe essere il migliore di Carrisi e vedremo..Questo libro lo consiglio perchè appassiona, non posso negarlo, ma forse per chi ama questo genere, un po'scontato

  • User Icon

    Claudiol

    02/05/2017 17:28:33

    Delusione, Ennesimo libro su varie sette, trama inverosimile,non all'altezza dei suoi capolavori

  • User Icon

    Alfredo

    21/04/2017 12:07:09

    È In assoluto il primo libbro di Carrisi che leggo e direi che non mi ha entusiasmato troppo. Atmosfera da catastrofe esagerata e trama parecchio fantasiosa e poco realistica che nel finale ti lascia un po di stucco. I personaggi a volte sembrano super eroi dei fumetti, divisi nettamente tra buoni e cattivi con i buoni che alle volte sembrano cattivi... direi che nel complesso non mi è piaciuto. Proverò a leggere altro di Carrisi.

Vedi tutte le 45 recensioni cliente

Una terribile tempesta si sta abbattendo su Roma. La polizia e le autorità hanno già avvisato la popolazione dell’imminente pericolo e hanno proclamato lo stato di emergenza. L’elettricità, le comunicazioni, perfino le reti mobili, verranno disattivate. Non ci sarà più alcuna forma di controllo né possibilità di richiedere aiuto se dovesse esserci una emergenza. Chi ne aveva i mezzi, si è già trasferito lontano. Chi non poteva si è barricato in casa, nella speranza che la bufera passi e non faccia troppi danni. Proprio mentre Roma veniva isolata, Marcus il penitenziere si risveglia nudo, privo di memoria e legato in una antica cisterna. Sopravvissuto alla terribile prova ed ignaro di come sia finito in quel luogo e per quale ragione, il prete viene convocato dalla somma autorità del “Tribunale delle Anime”, una organizzazione interna alla Chiesa che si occupa di vicende che devono restare celate agli occhi del mondo. Qui Marcus si ritroverà incaricato di risolvere il mistero che si cela dietro la morte di un cardinale, proprio mentre la polizia, che ancora è rimasta operativa in una Roma sempre più anarchica, tenta di assemblare una task force per trovare un misterioso assassino che ha come membro Sandra Vega, fotografa forense da tempo non più operativa. Ben presto però le indagini dell’agente Vega e quelle di Marcus si incroceranno dimostrando che dietro le numerose morti misteriose si cela una sola, antica e perversa figura. Ora toccherà a Marcus e a Vega cercare di fermare il misterioso assassino prima che la scia di sangue sia troppo lunga.
Cosa gli aveva fatto bere? Non era vino. Improvvisamente il corpo della vittima fu scosso da una potente convulsione. Sembrava che la corda e i lacci con cui era legato non potessero reggere a quella forza sovrumana. Dalla pelle del torace dell’uomo iniziò ad affiorare qualcosa. La poliziotta si avvicinò allo schermo per vedere meglio. Era vapore. Nell’organismo stava avvenendo una reazione caustica. L’effetto era il miasma che scaturiva dai pori della pelle. La carne iniziò ad assumere un colore brunito, come se stesse bruciando dall’interno. L’espressione della vittima, pur travolta da potenti spasmi muscolari, continuava ad essere indifferente. (Sandra Vega, pag. 89)

Quando termini un libro, un buon libro, ci sono tante sensazioni che ti assalgono. Se i personaggi ti sono piaciuti, se sei riuscito a sentirli vicini a te o alla tua esperienza, vederli scomparire dopo la parola “fine” fa sempre un po’ male. È come aver dato l’addio, o l’arrivederci a non si sa quando, a dei preziosissimi amici che non sai quando o se mai rivedrai. Dopo due anni di attesa, questo è stato il lasso di tempo intercorso tra il precedente capitolo delle storie del penitenziere e dell’agente Vega, finalmente ho potuto “riabbracciare” due mie vecchie e care conoscenze. Ma, nemmeno il tempo di salutarle, nemmeno il tempo di sapere cosa possano aver fatto in questi due lunghi anni di silenzio e subito Carrisi li fionda dentro una vicenda così pazzesca che riuscirebbe a far impallidire e zittire gli autori della, ormai nota, saga di film “la notte del giudizio” (per intenderci, quelli in cui una volta l’anno la gente è libera di fare tutto ciò che più gli pare senza timore di essere perseguiti dalla legge). Una vera ingiustizia che mi ha portato, in certi momenti, a temere che presto avrei dovuto salutare uno dei miei due beniamini.
Oltre al ritmo serrato che accompagna la narrazione, che mano a mano che la storia procede si fa sempre più cupa e oscura, come la tempesta che avanza sulla città eterna, anche l’introduzione di un nuovo, misterioso e empio personaggio è stata una bella novità che ha contribuito a rendere la storia interessante e gradevole.
Sono assolutamente sicuro che questo romanzo, se non lo ha già fatto, vi conquisterà rapidamente e, in attesa di sapere cosa ne pensiate voi, mi sento in dovere di congratularmi con Carrisi per la splendida storia.
Consigliatissimo.

Recensione di Gabriele Scandolaro

Papa Leone X nella sua ultima bolla era stato chiaro: Roma non sarebbe dovuta restare “mai, mai, mai” al buio, per nessuna ragione. Un giorno però l’imponderabile accade, ed è all’interno del caos di questa oscurità totale, che Donato Carrisi ambienta il suo ultimo, elettrizzante thriller.

Il mio nome è Marcus, si disse. E soffro di Epistassi.
Il resto dei ricordi seguì come un flusso inarrestabile. Sono un prete. Appartengo all’ordine sacro dei Penitenzieri, che risponde al Tribunale delle Anime. Sono l’ultimo componente della mia congregazione. Nessuno sa di me, nessuno conosce la mia identità. E iniziò a ripetere ciò che gli era stato insegnato: «C’è un luogo in cui il mondo della luce incontra quello delle tenebre. È lì che avviene ogni cosa: nella terra delle ombre, dove tutto è rarefatto, confuso, incerto. Io sono il guardiano posto a difesa di quel confine. Perché ogni tanto qualcosa riesce a passare…Io sono un cacciatore del buio. E il mio compito è ricacciarlo indietro».


A Roma è pieno inverno e piove ormai ininterrottamente da giorni. L’ondata di maltempo eccezionale costringe le autorità ad attuare misure drastiche, tra cui quella di un blackout forzato di 24 ore su tutta la città, per ripristinare il funzionamento di una delle quattro centrali elettriche, fuori uso per colpa di un fulmine.
Alle 7 e 41 del 23 febbraio la Capitale stacca la spina risvegliandosi così in un silenzio ancestrale, ripiombata in un nuovo Medioevo. Tutto è spento, si aspetta soltanto l’arrivo del tramonto e con esso il coprifuoco, predisposto per limitare al minimo i rischi che una notte di totale oscurità potrebbe comportare.
Nessuno sapeva cosa sarebbe potuto accadere al calare del buio.
C’è chi resta fermo, immobile davanti alla finestra ad aspettare che gli eventi facciano il loro corso, chi si barrica armato, dietro la porta di casa, e chi invece non aspettava altro che un’occasione come questa per poter uscire dall’oscurità coatta e nell’oscurità stessa attuare il suo piano diabolico.
Una premonizione vecchia più di cinque secoli sta per avverarsi dando luogo ad una serie di eventi che in meno di 24 ore potrebbero cambiare radicalmente il destino e la storia della città eterna.
A seguire la scia di morte e ad addentrarsi nel buio fitto e terrificante di un mistero inspiegabile che riporta al passato, illuminati oltre che dalle torce elettriche dalle loro intuizioni, due figure già note al fedele pubblico di Carrisi, il penitenziere Marcus e la foto-rilevatrice Sandra Vega, già protagonisti de Il tribunale delle anime e de Il cacciatore del buio.
A fare da filo conduttore tra i misteri della Chiesa e le indagini della polizia le anomalie, che dalle stanze più centrali del Vaticano fino alle gallerie sotterranee di Roma si mescoleranno alla tempesta trascinando dietro di sé isterie incontrollate, peccati da espiare e verità da omettere.
In quest’ultimo romanzo, il maestro delle ombre, Donato Carrisi, ormai maestro italiano del thriller psicologico, ricrea un’atmosfera a tratti claustrofobica, cupa, soffocata dalla pioggia e circondata da ombre sinistre dalle quali è meglio, se possibile, stare alla larga. Atmosfera all’interno della quale il lettore viene letteralmente trascinato a forza dalla tetra sequenza degli eventi che fanno trattenere il respiro in un’apnea continua che difficilmente farà staccare la spina dalle pagine del romanzo, ineccepibile, come da stile dell’autore, nella sua forma e struttura.

Il buio cambia la percezione della realtà, si disse Vitali. Come quando si è bambini. Di giorno, la tua cameretta è il luogo dei giochi, della spensieratezza. Di notte, è il regno delle ombre da cui fuggire nascondendosi sotto le coperte.

Recensione di Andrea Papa

 

  • Donato Carrisi Cover

    Si è laureato in giurisprudenza con una tesi su Luigi Chiatti, conosciuto come «il mostro di Foligno», per poi seguire i corsi di specializzazione in criminologia e scienza del comportamento. Nel 1999 ha iniziato l’attività di sceneggiatore per cinema e televisione. Fra le altre, ha scritto la sceneggiatura di Nassiriya – Prima della fine per Canale 5 ed è autore di soggetto e sceneggiatura della miniserie thriller Era mio fratello per Rai 1. Ha esordito nel mondo editoriale con il romanzo Il suggeritore (Longanesi 2009), grande successo che viene ristampato in undici edizioni e conosce traduzioni in 19 paesi diversi. Del 2011 è il suo secondo romanzo, Il tribunale delle anime (Longanesi). Del 2012 è La donna dei fiori di carta (Longanesi).... Approfondisci
| Vedi di più >
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali