Il maestro e Margherita

El maestro y Margarita

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: El maestro y Margarita
Paese: Italia; Jugoslavia
Anno: 1972
Supporto: DVD
Salvato in 15 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 10,34 €)

Margherita è innamorata di Nicolaj Maksudo, detto il Maestro, uno scrittore e drammaturgo, il cui lavoro è osteggiato da parte delle autorità sovietiche degli anni '30. Parallelamente alla sua storia si intreccia quella del suo contestato progetto teatrale, incentrato sul processo evangelico al Messia e Ponzio Pilato, nella Russia atea.
3
di 5
Totale 2
5
1
4
0
3
0
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    n.d.

    31/05/2019 01:42:34

    E`un romanzo interessante ecurioso, a tratti divertente, drammatico e dissacrante, sicuramente invitante ad una attenta lettura.

  • User Icon

    FTLeo

    17/08/2018 09:17:33

    Bel film, dvd pessimo Sul film niente da dire, merita assolutamente, con un grande Ugo Tognazzi, con notevoli interpretazioni anche di Mimsy Farmer e Alain Cuny, anche se non riflette fedelmente il contenuto del romanzo... Una stella, invece, per il dvd. Pessimo! Versione non rimasterizzata. Scarsa qualità, con un video mediocre, scialbo, con la presenza di linee, puntini e colori sbiaditi per tutta la visione del film (in pratica, è come se il contenuto di una vecchia VHS fosse stato semplicemente riversato su un DVD). Qualche buon contenuto speciale non mi fa cambiare giudizio sul DVD... Da evitare come la peste! Altamente sconsigliato l'acquisto!

  • Produzione: Mustang Entertainment, 2016
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 100 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Contenuti: interviste: "A proposito de "Il maestro e margherita", Maria Sole Tognazzi intervista Barbara Alberti - "Il cinema è bizzarro", Intervista ad Amedeo Pagani
  • Ugo Tognazzi Cover

    "Attore e regista italiano. Di umili origini, frequenta il teatro in maniera dilettantesca, prima di intraprendere una carriera di successo nella rivista, abilissimo nel cucirsi addosso i panni di macchiette occasionali e di caricature fulminanti. Il sodalizio con R. Vianello gli apre le porte della televisione di stato in Un, due, tre (1954-59), fortunato programma televisivo che raccoglie scenette e parodie incentrate esclusivamente sulla coppia di comici – perfetti nello scambio di battute e complementari nei tipi, azzimato e svagato Vianello, terrigno e fisico T. – destinato a una conclusione anticipata a causa dell'irriverenza di uno sketch sull'allora presidente della repubblica Gronchi. Chiusa all'improvviso l'esperienza televisiva, si può dedicare maggiormente al cinema, dove è attivo... Approfondisci
  • Mimsy Farmer Cover

    Attrice statunitense. Dopo aver lavorato per il teatro e la televisione in patria e nel vicino Canada, si trasferisce in Europa, dove ottiene il ruolo di protagonista in Di più, ancora di più... (1969) di B. Schroeder, amaro apologo sull'autodistruzione indotta dall'abuso delle droghe. In Italia la sua immagine di ragazza bionda e fragile e la sua versatilità, che le consente di giostrare su differenti registri interpretativi, suscitano l'interesse di diversi registi, da D. Argento (Quattro mosche di velluto grigio, 1971) ad A. Petrovi?c (Il Maestro e Margherita, 1973) ai fratelli Taviani (Allonsanfan, 1974). In seguito, nonostante alcune prove lodevoli, come L'amante tascabile (1977) del francese B. Queysanne o Antonio Gramsci. I giorni del carcere (1977) di L. Del Fra, deve rassegnarsi a... Approfondisci
  • Alain Cuny Cover

    Attore francese. Dopo gli studi di architettura all'École des Beaux-Arts, fa esperienza come scenografo e costumista. Viene in seguito attratto dal teatro, ma nel 1941 approda allo schermo in Madame Sans-Gêne di R. Richebé e l'anno successivo, con una parte di rilievo, in L'amore e il diavolo (1942) di M. Carné. Recita anche in Italia per M. Antonioni in La signora senza camelie (1953) e più avanti per F. Fellini in La dolce vita (1960). Si misura soprattutto con personaggi drammatici e complessi, ma a volte anche ambigui e sfuggenti, come in Notre Dame de Paris (1956) di J. Delannoy, Les amants (1958) di L. Malle, La via Lattea (1969) di L. Buñuel, Satyricon (1969) di F. Fellini, Il maestro e Margherita (1972) di A. Petrovi?c, dove è il diavolo, Irene, Irene (1975) di P. Del Monte. Successivamente... Approfondisci
Note legali