Maledetti architetti. Dal Bauhaus a casa nostra

Tom Wolfe

Traduttore: P. F. Paolini
Editore: Bompiani
Collana: Tascabili. Saggi
Anno edizione: 2001
Formato: Tascabile
In commercio dal: 30 aprile 2001
Pagine: 144 p.
  • EAN: 9788845249082

12° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Arte, architettura e fotografia - Architettura - Teoria dell'architettura

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Tom Wolfe, padre del "giornalismo d'opinione", tratta qui della "perdita della qualità della vita" sotto il profilo dell'architettura. Lo scatolone di vetro è il comune risultato delle diverse tendenze che hanno animato quest'arte negli ultimi cinquant'anni: sull'impronta di Gropius, il celebre fondatore del Bauhaus, e Le Corbusier, massimo teorico del razionalismo, gli architetti europei sbarcati in America negli anni Trenta esercitarono un vero e proprio colonialismo intellettuale. Nacque così l'International Style, che ispirò palazzi di vetro, cemento e ferro, pressoché identici: privi di colore e linee curve. Ora la gente in quegli edifici tristi e scomodi non vuole più abitare, ma le soluzioni proposte dall'architettura postmoderna si limitano a riflettere e deformare i fantasmi del passato. "Nuovi scatoloni di cristallo rivestiti di lastre specchianti in modo da riflettere gli edifici vicini, anch'essi scatoloni di cristallo, e distorcere così quelle noiose linee rette, facendole sembrare curve".

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Gianni Simonati

    03/09/2018 20:25:07

    libro eccezionale, unico, di uno scrittore anticonformista. In un linguaggio chiaro e divertente spiega i meccanismi del degrado della architettura contemporanea, regno della anarchia e dell'orrido.

  • User Icon

    Roberto Del Carmine

    30/05/2008 10:01:19

    Libro breve ma intenso. Divertente, originale e appassionato.

Scrivi una recensione