Editore: Einaudi
Anno edizione: 2005
Formato: Tascabile
Pagine: 90 p., Brossura
  • EAN: 9788806173760
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 4,32

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Carlo

    17/11/2012 08:03:09

    Mio padre era nato da quelle parti, un po' più a sud, in Provincia di Alessandria, più o meno nel periodo in cui è ambientato il libro (inizi del XX secolo). Adesso capisco perchè, molto giovane, se n'è scappato da casa per andare a fare i carabiniere! E pensare che oggi le Langhe sono un posto meraviglioso e molto ricco! Alba è la capitale di "Slow Food", del grande vino, del mangiar bene, dei tartufi. Questo libro è più che un capolavoro, è un trattato di "antropologia culturale", l'equivalente dell'"Albero degli zoccoli" di Olmi al cinema. Grandissimo Beppe Fenoglio, autore solo di capolavori, nella forma e nel contenuto!!!

  • User Icon

    GL

    08/06/2012 13:07:55

    Bellissimo racconto, reso con grandissima abilità linguistica. Una lettura come questa serve a noi ma serve tanto anche ai ragazzi di oggi. C'è un asprezza in quella vita, una difficoltà di affermazione dei rapporti d'affetto anche con le persone più prossime, che deve farci pensare quando concepiamo il mondo contadino come una specie di eden perduto. Vi è una sostanziale durezza nell'essere umano che emerge in tutta la sua evidenza quando si vive nel bisogno costante, come è in questo racconto. E' un racconto da leggere, di valore assoluto e non solo in Italia.

  • User Icon

    Roberto

    23/07/2010 11:10:10

    Da giovane mio padre ha fatto il "servitore". Non mi ha mai raccontato nulla di quel periodo se non che il lavoro era tanto e che la famiglia dove lavorava lo trattava abbastanza bene. Ho letto la malora con il ricordo di mio padre a fianco, ogni pagina mi parlava di lui e della bella Langa dove ho sentito con le mie orecchie "il fieno che chiedeva gli anni a chi lo stava tagliando".

  • User Icon

    marina

    26/05/2010 13:24:31

    Bellissimo libro. La prosa un po’ inconsueta, di lingua “parlata” e dialettale, ma con delle espressioni efficaci e uniche (“non star lì a cabalizzare”, “come una bestia da soma con lo svantaggio della parola”, “aver la sfortuna a favore”, “una siberia tale”...). La storia di una giovinezza durissima, un ragazzo che non si piega nonostante tutto. Un esempio di coraggio. Leggetelo, merita davvero.

  • User Icon

    Roby di Chivasso

    14/03/2010 20:51:25

    La malora e' un capolavoro assoluto della letteratura italiana. E' un libro crudo, realistico e drammatico e descrive la durissima realta' dei contadini delle Langhe fino a qualche decennio fa. Anche i personaggi inquietano il lettore per la durezza, l' avidita' e la brutalita' causate dalla poverta' e dalle terribili condizioni di vita del mondo contadino.

  • User Icon

    Marek

    02/08/2009 14:34:33

    Stupendo!personalmetne uno dei più bei libri mai letti!!!

  • User Icon

    OskarSchell

    06/05/2009 09:27:25

    Ho letto questo libro per la prima volta in quinta elementare, forse un po' presto per apprezzarlo davvero. Amo tantissimo Fenoglio e non si puo' dire di conoscerlo senza aver letto questo capolavoro.

  • User Icon

    gabriele

    18/09/2008 08:38:01

    Bel racconto , bello spaccato dell'epoca, si legge tutto di un fiato

  • User Icon

    Andrea Bottura

    28/04/2008 12:02:51

    Bellissimo affresco di vita contadina. Crudo e struggente, dominato, in ogni riga, dalla presenza occulta della fame. Per chi ha scoperto Mauro Corona, un precedente imperdibile.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione