Manuale di diritto del commercio internazionale

Fabrizio Marrella

Editore: CEDAM
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 4 settembre 2017
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: XXXII-800 p., Brossura
  • EAN: 9788813362935
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione

"All'inizio degli anni Duemila, ho avuto l'onore di scrivere insieme a Francesco Galgano, Maestro del Diritto di fama internazionale, il volume "Diritto del Commercio internazionale" (pubblicato nel 2004 e giunto alla terza edizione nel 2011) ed un ulteriore volume "Diritto e prassi del commercio internazionale", pubblicato nel 2010, nel Trattato di diritto commerciale e di diritto pubblico dell' economia da Lui diretto, sempre per i tipi della CEDAM. Con la Casa Editrice si è pensato, ex professo, di redigere un nuovo testo sull'argomento, un Manuale che possa essere periodicamente aggiornato e che, nel contempo, renda accessibile questa materia per i sempre più numerosi studenti universitari nonché per i tanti prof essionisti desiderosi di praticarla. La conoscenza di questa materia ha acquistato infatti un'importanza fondamentale nell'epoca attuale e nel peculiare contesto internazionale e transnazionale in cui oggi opera. Affondando le proprie radici nella prassi degli operatori e quindi nel diritto a-nazionale (la lex mercatoria), il diritto del commercio internazionale è stato partecipe, lungo il suo percorso storico, di vari mutamenti normativi e istituzionali che hanno trovato oggi collocazione in un sistema organico di fonti e di soggetti giuridici. Infatti, se lo ius mercatorum di Baldo o di Bartolo prosperava in un'epoca segnata dall'atomizzazione del potere politico-statuale, il mondo della nuova lex mercatoria risulta suddiviso in Stati e deve fare i conti con l'ordine economico intergovernativo. La base sociale del diritto del commercio internazionale contemporaneo risulta oggi formata da soggetti eterogenei quali sono le imprese transnazionali, gli Stati, le organizzazioni intergovernative (si pensi al WTO) e quelle nongovernative come, ad esempio, la International Chamber of Commerce. Del pari, le fonti del diritto positivo del commercio internazionale sono di diversa provenienza formale ed afferiscono al diritto interstatuale, al diritto interno dei singoli Stati ed al diritto a-nazionale." (Dalla Presentazione)

€ 46,75

€ 55,00

Risparmi € 8,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

47 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità: