Categorie

Curatore: M. Rossi Monti
Editore: La Nuova Italia
Anno edizione: 1994
Tipo: Libro universitario
Pagine: XVI-310 p.
  • EAN: 9788822114198

scheda di Politi, P., L'Indice 1995, n. 1

"A che cosa serve la diversa prospettiva sulle più gravi malattie mentali aperta dalla psichiatria territoriale? Serve". Muovendo da questa apodittica asserzione, lo psichiatra toscano Mario Rossi Monti, insieme ad alcuni collaboratori, riaffronta e sintetizza numerose questioni aperte nell'attuale pratica psichiatrica italiana. Visite domiciliari, TSO, psicofarmaci, rischio suicidario, presa in carico dei pazienti, sono solo alcuni dei temi trattati, collegati fra loro da un comune denominatore, quello della difficoltà a operare all'interno del cosiddetto "nuovo" modello di assistenza. Pietra di paragone resta, ancora una volta, il manicomio che, con il suo modo così diverso di fare psichiatria, fornisce il contrappunto ideale per evidenziare pro e contro dei due modelli assistenziali. Il volume è pensato per tutti coloro (medici, infermieri, educatori, assistenti sociali) che sono chiamati a formarsi e a operare in questo "sistema". Pur affrontando temi ampiamente dibattuti, il testo rifugge da tentazioni retoriche o polemiche, risultando alla fine un'utile 'review' (ampia, sì, ma costruita con un po' di diplomazia...), dietro cui traspare lo sforzo e la tensione di chi vive in prima persona contraddizioni e ambiguità del proprio lavoro di psichiatra nel territorio.