La marcia nuziale

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Marco Ferreri
Paese: Italia
Anno: 1966
Supporto: DVD
Salvato in 6 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 9,99 €)

Dalle ansie di due raffinati proprietari di cani di razza che ricercano il perfetto accoppiamento tra i due animali, alla noia coniugale di una donna che respinge il marito. Dalla ricerca della soddisfazione attraverso la pianificazione scientifica degli amplessi amorosi, alla futuristica visione di una sessualità meccanica tra manichini di plastica. Quattro episodi duramente sarcastici sulla decadenza dell'istituzione matrimonio che, privata dell'amore necessario e della procreazione, si trasforma in un rito a valenza puramente socio economica.
  • Produzione: CDE, 2011
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 90 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Marco Ferreri Cover

    Regista italiano. Interrotta l'università, comincia a realizzare documentari per una azienda di liquori e, subito dopo, in società con R. Ghione e su idea di C. Zavattini, mette a punto la produzione di un periodico cinematografico, «Documento Mensile», che però si ferma al secondo numero. Tenta poi la sceneggiatura, la recitazione, e anche la produzione esecutiva, ma viene bloccato da un paio di insuccessi che gli chiudono la strada di Cinecittà. Sceglie quindi di trasferirsi in Spagna, dove finalmente può dirigere il suo primo lungometraggio, El Pisito (1958), premiato al Festival di Locarno, cui fanno seguito Los chicos (1959) e El Cochecito (1960). Sono film in cui mostra di aver assimilato il fecondo retroterra letterario della Spagna non conformista, intriso di un certo non-sense, di... Approfondisci
  • Ugo Tognazzi Cover

    "Attore e regista italiano. Di umili origini, frequenta il teatro in maniera dilettantesca, prima di intraprendere una carriera di successo nella rivista, abilissimo nel cucirsi addosso i panni di macchiette occasionali e di caricature fulminanti. Il sodalizio con R. Vianello gli apre le porte della televisione di stato in Un, due, tre (1954-59), fortunato programma televisivo che raccoglie scenette e parodie incentrate esclusivamente sulla coppia di comici – perfetti nello scambio di battute e complementari nei tipi, azzimato e svagato Vianello, terrigno e fisico T. – destinato a una conclusione anticipata a causa dell'irriverenza di uno sketch sull'allora presidente della repubblica Gronchi. Chiusa all'improvviso l'esperienza televisiva, si può dedicare maggiormente al cinema, dove è attivo... Approfondisci
  • Alexandra Stewart Cover

    Attrice canadese. A Parigi dal 1958 per studiare belle arti, entra a far parte del movimento che di lì a poco darà vita alla Nouvelle vague e già nel 1960 è tra i protagonisti di Le gattine di J. Doniol-Valcroze, in cui emerge per la sua sensualità e la vivace intelligenza. A partire da Exodus (1961) di O. Preminger, gli anni '60 sono il periodo d'oro della carriera di S., che inanella una preziosa serie di ruoli importanti in film d'autore: Fuoco fatuo (1963) di L. Malle, l'episodio Igiene nuziale, a fianco di U. Tognazzi, nel dissacrante Marcia nuziale (1965) di M. Ferreri, l'ambizioso Mickey One (1965) di A. Penn, in cui è partner dell'angosciato W. Beatty, e La sposa in nero (1968) di F. Truffaut. In seguito, a parte Effetto notte (1973) di Truffaut e uno Chabrol di routine (Il sangue... Approfondisci
Note legali