Il mare dove non si tocca - Fabio Genovesi - copertina

Il mare dove non si tocca

Fabio Genovesi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Mondadori
Collana: Oscar absolute
Anno edizione: 2018
Formato: Tascabile
In commercio dal: 30 ottobre 2018
Pagine: 318 p., Brossura
  • EAN: 9788804703310
Salvato in 45 liste dei desideri

€ 13,30

Venduto e spedito da La leoniana

Solo una copia disponibile

+ 3,50 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO

€ 13,30

€ 14,00
(-5%)

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (10 offerte da 13,30 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Fabio ha sei anni, due genitori e una decina di nonni. Sì, perché è l'unico bimbo della famiglia Mancini, e i tanti fratelli del suo vero nonno - uomini impetuosi e pericolosamente eccentrici - se lo contendono per trascinarlo nelle loro mille imprese, tra caccia, pesca e altre attività assai poco fanciullesche. Così Fabio cresce senza frequentare i suoi coetanei, e il primo giorno di scuola sarà per lui un concentrato di sorprese sconvolgenti: è incredibile, ma nel mondo esistono altri bambini della sua età, che hanno tanti amici e pochissimi nonni, e si divertono tra loro con giochi misteriosi dai nomi assurdi - nascondino, rubabandiera, moscacieca. Ma la scoperta più allarmante è che sulla sua famiglia grava una terribile maledizione: tutti i maschi che arrivano a quarant'anni senza sposarsi impazziscono. I suoi tanti nonni strambi sono lì a testimoniarlo. Per fortuna accanto a lui c'è anche un padre affettuoso, che non parla mai ma con le mani sa aggiustare le cose rotte del mondo. E poi la mamma, intenzionata a proteggere Fabio dalle delusioni della vita, una nonna che comanda tutti e una ragazzina molto saggia che va in giro travestita da coccinella. Una famiglia caotica e gigantesca che pare invincibile, finché qualcosa di totalmente inatteso la travolge. Giorno dopo giorno, dalle scuole elementari fino alle medie, il protagonista cerca di crescere nel precario equilibrio tra un mondo privato pieno di avventure e smisurato come l'immaginazione, e il mondo là fuori, stretto da troppe regole e dominato dalla legge del più forte. Tra inciampi clamorosi, amori improvvisi e incontri straordinari, in un percorso di formazione rocambolesco, commovente e stralunato, Fabio capirà che le nostre stranezze sono il tesoro che ci rende unici e intanto scoprirà la propria vocazione di narratore perdutamente innamorato della vita.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,46
di 5
Totale 46
5
32
4
7
3
4
2
3
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    luigisa

    11/09/2020 15:58:34

    Scritto bene, senz'altro, anche con qualche spunto ironico. L'ho però trovato troppo buonista, sempre schierato con il comune pensiero universale, mi pare lo chiamasse la scrittrice Mastrocola. Alla fine, un po' banale

  • User Icon

    Debora

    01/07/2020 07:16:44

    Mi aspettavo molto da questo libro. La trama mi sembrava bellissima ma, in realtà, non mi è piaciuta granché.

  • User Icon

    earwen79

    17/05/2020 08:53:53

    Scoperto per caso grazie alla piccola biblioteca creata in ufficio grazie a prestiti dei colleghi, è stato amore a prima pagina. Non ricordo l'ultima volta in cui ho provato la frenesia di ritagliarmi tempo per me e per andare avanti nella lettura, né quella strana sensazione che sta tra il "non vedo l'ora di finirlo" e il "non voglio che finisca troppo in fretta" Scrittura molto coinvolgente e chiara che fa vivere ogni istante la vita di Fabio, che ti fa sentire parte di quella famiglia non proprio convenzionale. Da leggere e rileggere.

  • User Icon

    Ale

    16/05/2020 19:12:37

    Questo libro ha la capacità di catturarti pagina dopo pagina sempre di più. La sua scrittura è travolgente, profuma di quotidianano e genuinità. Ti senti da subito parte della famiglia narrata. Da leggere e assaporare fino in fondo, proprio fino all'ultima pagina.

  • User Icon

    Simona

    15/05/2020 13:43:08

    Per me è stato il primo libro di Fabio Genovesi e subito mi ha preso il suo modo di scrivere, fluido e semplice, diretto e immediato. La storia, narrata dal suo piccolo protagonista, spesso presenta episodi strampalati, ma di vita vera di una famiglia semplice e molto unita. Un libro per me molto originale, che fa riscoprile i sentimenti che si celano dietro le piccole cose. Da leggere sicuramente.

  • User Icon

    pia

    14/05/2020 16:50:12

    Quando ti buttano in mare hai due alternative: affogare o provare a nuotare per poter riemergere. Così accade nella vita: o lotti con le unghie e con i denti o rischi di soccombere. È questa la storia di Fabio, cresciuto in una famiglia bizzarra con un padre che assomiglia a Little Tony e sulla quale vige una maledizione: gli uomini che, arrivati a 40 anni, non sono sposati impazziscono. Una famiglia sgangherata, particolare in cui il protagonista vive il passaggio da una infanzia ricca di immaginazione al mondo degli adulti con le sue regole e i suoi divieti. Un romanzo di formazione che insegna ad andare oltre, a capire che non bisogna avere paura della diversità, ma ad accettarla nelle sue forme per la bellezza di ognuno di noi.

  • User Icon

    terence

    14/05/2020 16:30:04

    È un libro con mille sfaccettature: è divertente, fa scendere qualche lacrima, è commovente, fa ridere. È percorso da quella sana pazzia degli zii (a chi non piacerebbe avere degli zii cosi?!?!?), bilanciata dalla innocenza del protagonista. Si tratta di un romanzo-autobiografia da divorare in poco tempo.

  • User Icon

    clatom

    13/05/2020 20:54:48

    Libro bellissimo, degno erede del socialismo interiore che ha dettato il "Cuore" di De Amicis. Lo stile fluido e carezzevole di Genovesi, canta come il mare gentile che fa da sfondo alle vicende. Onde di scelte e casualità, caratteri e sentimenti si frangono continuamente in una prosa di cullante armonia. Così, la narrazione lineare diventa una polifonia profonda e fa pensare alle Suites di Bach per violoncello. Un libro da leggere e, fra qualche tempo, da rileggere pure.

  • User Icon

    fradadde

    13/05/2020 20:51:30

    Il mare dove non si tocca, il nuovo romanzo di Fabio Genovesi, già premio strega 2017, è un romanzo dalle infinite sfumature sulle domande esistenziali della vita. Con un tono variopinto e variegato, Genovesi, traccia, attraverso le vicissitudini quotidiane del piccolo Fabio, un excursus su ciò che ci avvolge nella pellicola della nostra esistenza, usando il linguaggio di un ragazzino e le sue logiche deduzioni, che spesso non solo sorprendono piacevolmente, ma non fanno una piega. La bellezza di questo romanzo credo risieda proprio in questo: nel guardare il mondo con gli occhi di un bambino. Immergendomi nella lettura, ne ho dedotto che l’autore abbia tirato fuori ciò che di pascoliniano ancora gli appartiene, ovvero quel fanciullino che è racchiuso in ognuno di noi, ma che spesso fatica ad emergere, schiacciato com'è dal peso delle etichette e dalle convenzioni sociali.

  • User Icon

    galf

    13/05/2020 20:47:25

    Fabio, non senza fatica, non senza fare prima esperienza attraverso i banchi di scuola o della parrocchia, capirà che è tutto molto più semplice e naturale di come la raccontano gli altri la vita. Non siamo poi diversi o più preziosi degli animali o dei vegetali che abitano nei suoi manuali, che ogni settimana compra al mercato. E confrontando le sue esperienze con le nozioni apprese sui lombrichi, sulle seppie, ecc.., che si darà delle risposte. E credetemi se vi dicono che non solo sono originali, ma suscitano molta tenerezza, a volte ilarità, e soprattutto si percepisce una grande profondità di sentimenti. Specie quando un avvenimento non proprio felice lo colpisce. Lo ferisce. Lo spinge, tuttavia, a non demordere. A confortare grandi e professionisti. Il piccolo Fabio capirà cos'è la bellezza, la generosità, l’amore, ma soprattutto che la diversità di ognuno di noi è un dono prezioso, anche se ci sono stranezze che nessuno comprende. Mi ha colpito profondamente questo romanzo, per la maestria con cui l’autore ha saputo dar luogo, attraverso le rocambolesche avventure del piccolo Fabio, ad un romanzo che sa toccare le giuste corde del cuore, e che ci fa venir voglia di assaporare tutto con più ingenuità.

  • User Icon

    PierpaoloT

    13/05/2020 15:48:39

    Avevo già letto "Chi manda le onde" e ho iniziato questo romanzo con grandi aspettative: non sono rimaste deluse, anzi mi ha soddisfatto ben oltre le attese. Fabio Genovesi riesce a raccontare la vita e soprattutto la fanciullezza con una leggerezza incredibile. Si voltano le pagine con un sorriso costante stampato in volto, che talvolta cresce in vere risate. Una storia corale che, tessuta intorno al protagonista omonimo dello scrittore, racconta di una famiglia gigantesca, composta di genitori, nonni e zii in gran numero. E' in fondo un romanzo di formazione, in cui Fabio cresce in equilibrio tra la famiglia e il mondo di fuori. L'ho regalato a un paio di amici e lo consiglio vivamente.

  • User Icon

    Marta

    12/05/2020 15:59:32

    Che bel libro! Appassionante, avvincente e delicata storia di formazione. Guarda il mondo da una prospettiva insolita e sarà proprio questa strana prospettiva a suggerire che l'insolito non è il male peggiore che ci possa essere, ma il bene più grande. A volte bisognerebbe stamparselo a caratteri cubitali nella propria vita.

  • User Icon

    roby.pizzul

    09/05/2020 05:51:35

    Stupendo libro di Fabio Genovesi. A meta' tra autobiografia personale e racconto narrato, si capisce non solo perche'l'autore lo spiega anche al di fuori del testo,ma sopratutto all'interno. Un libro che ho letto durante un inverno fredessimo e che ancora ricordo con molto piacere. Il tema principale de "Il mare dove non si tocca" e' una sorta di metafora amplificata fatta dall'autore sull'infanzia. Fabio Genovesi ci racconta la storia di un bambino che vive la sua vita nella splendida Versilia e racconta questa infanzia in modo gioso giocoso e divertente. Quasi come se la voglia di tenerezza e dolcezza che vediamo attraverso questo bambino e' molto notevole e solo in parte del racconto ricorda la vita dell'autore. Questo bimbo magrissimo che sembra non stare mai co i propri genitori,ma sempre in giro tra zii, zie nonni e tutti i parenti i piu' disparati che vogliono abbraciarlo e coccolarlo come fosse il loro.Un bambino che cresce in qualche modo diverso da tutti altri, a tratti mi ricorda un' po la solitudine dei figli unici e immerso continuamente in questo mondo dal quale e non ne esce. Il mare dove non si tocca e' un titolo metaforico a mio avviso, almeno questo e' quello che ho visto in questo testo che mi ha fatto venire molta nostalgia dell'infanzia; semplicemente perche' da questa descrizione che fa della Versilia appunto anche terra di origine dello scrittore, ci vuol quasi far capire l'autore che tutti abbiamo avuto un'eta' in cui veramente riuscivamo a sognare ad occhi aperti, dove non ci importava restare a galla ma solo esplorare.E' li il mare dove si tocca, il mare come metafora della vita, nella quale riusciamo a toccare in acqua quando siamo piu' grandi e diventiamo adulti con tutto quello che ne comporta. La parte del mare,dove non si tocca lo leggo come uno spingersi piu' in la della nostra infanzia dove ci sembrava tutto fantastico e idilliaco ma non abbiamo bisogno di restare a galla.

  • User Icon

    evelyn

    16/04/2020 19:18:58

    Come si fa a non amare il piccolo grande Fabio? libro bellissimo, profondo e delicato. Ho pianto, ho riso, come in "chi manda le onde" .. consigliatissimo !

  • User Icon

    Katia M.

    04/04/2020 07:09:51

    Un grande Fabio Genovesi! Libro letto in pochi giorni, scrittura fluida, un romanzo denso di "dolce e amaro" dove emerge la grande sensibilità dell'autore e il suo grandissimo senso dell'umorismo, tipico dei toscani. Consigliatissimo

  • User Icon

    Flo

    05/10/2019 06:37:21

    All’inizio non ne ero convinta, poi pagina dopo pagina mi ha coinvolta sempre più. Questo ragazzino racconta dal suo punto di vista la storia della sua famiglia e della gente intorno, è veramente divertente, vengono usate espressioni dialettali e modi di dire di una volta che fanno davvero sorridere. Consigliato

  • User Icon

    Emiliano Mattoccia

    23/09/2019 07:02:43

    Un libro sull'importanza della "famiglia", commovente ma con grandi sprazzi di ilarità. Poetico

  • User Icon

    Daniela B.

    21/09/2019 08:32:13

    Tenero e toccante. La voce narrante è un bambino che via via cresce e vive con una singolare famiglia: tanti zii (che chiama nonni) esuberanti e un papà da riabilitare dopo il coma.

  • User Icon

    Simona

    19/09/2019 19:47:22

    Un bellissimo libro, Genovesi mi ha conquistato con la sua scrittura brillante e divertente, che nello stesso modo sa essere commovente. È da leggere sicuramente.

  • User Icon

    marta

    09/03/2019 21:46:47

    Libro letto perchè consigliatomi e devo dire davvero una grande scoperta. Libro piacevole con una scrittura scorrevole. La storia potrebbe sembrare semplice e scontata, ma è raccontata con una grandissima maestria. Super consigliato

Vedi tutte le 46 recensioni cliente
  • Fabio Genovesi Cover

    Scrittore italiano. È nato e vive a Forte dei Marmi.Ha scritto il romanzo Versilia Rock City (Transeuropa, 2008, nuova edizione Mondadori, 2012) e il saggio cult Morte dei Marmi (Laterza, 2012). Esche vive (Mondadori, 2011), suo secondo romanzo, è stato tradotto in più di nove Paesi. Sempre con Mondadori pubblica i romanzi Tutti primi sul traguardo del mio cuore (2013), Chi manda le onde (2015) e Il mare dove non si tocca (2017), Rolando del camposanto (2019) e Cadrò, sognando di volare (2020).Collabora inoltre con il «Corriere della Sera», «Vanity Fair» e «Il Tirreno». Scrive soggetti per il cinema, spettacoli teatrali, reportage per «Rolling Stone» e altre riviste musicali, e ha tradotto autori di culto come Hunter... Approfondisci
Note legali