Categorie

Stefan Zweig

Traduttore: L. Pampaloni
Editore: Bompiani
Collana: Tascabili. Saggi
Edizione: 2
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
Pagine: 375 p. , Brossura
  • EAN: 9788845291166

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    giorgio g

    27/07/2015 09.43.08

    Non avevo letto nulla di Stefan Zweig fino a quando non ho preso in mano il suo "Erasmo da Rotterdam". Sono stato conquistato, oltre che dalla figura del pensatore, da quella del biografo. Così ho voluto leggere questo libro che tratteggia non soltanto la figura tragica della Regina di Scozia ma quella della sua rivale Elisabetta I di Inghilterra, ma ritrae tutto un mondo di Re e Regine e di aristocratici pronti a cambiare opinione o bandiera secondo da dove spira il vento. Molto profonde le introspezioni psicologiche sulle due Regine rivali, l'una forse mai divenuta adulta ma consapevole delle sue prerogative regali; l'altra sempre tentennante ed insicura nonostante la vulgata che ce ne ha trasmesso una personalità ben diversa. Ancora un paio di considerazioni: l'Inghilterra del Cinquecento era, rispetto all'Italia nel pieno del suo fulgore, una terra barbara e incivile dove molte teste cadevano per un capriccio del sovrano; la seconda è che in quattro secoli si sono fatti molti passi in avanti nel rispetto dei diritti sociali ed umani. Questa è una delle ragioni che ci devono spingere a leggere la Storia.

  • User Icon

    Monica M.

    06/09/2014 11.34.26

    Ho trovato questo libro davvero avvincente..pur sapendo ovviamente come si sarebbe concluso.. Quando lo leggevo mi sembrava di poter vedere le scene descritte come fossi stata lì presente!! Più leggo libri di Zweig e più adoro il suo modo di scrivere. Purtroppo uno scrittore alla sua altezza lo sto ancora aspettando.

  • User Icon

    nadia

    31/07/2014 20.20.01

    E' una buona biografia, ma per i miei gusti concede troppo spazio alle speculazioni di carattere psicologico. Per certi aspetti le ho preferito l'opera più ricca e dettagliata di Antonia Fraser, anche se il ritratto di Bothwell creato da Zweig è impareggiabile.

  • User Icon

    enza

    10/02/2014 11.23.30

    E' il primo libro che leggo di Zweig ed ora leggerò tutti i suoi scritti. Il libro è splendido. Scorre ed appassiona come un romanzo. Il piacere di leggere questo testo sta nell'apprendere, nel comprendere e nell'approfondire tutti gli aspetti di un personaggio così emblematico come Maria Stuarda.

  • User Icon

    Lorso57

    29/11/2013 08.55.42

    Una superba biografia in cui l'autore ci narra la tragica parabola di Maria Stuarda, orgogliosa, presuntuosa e pur dignitosissima regina. Oltre al personaggio principale, esplorato sotto tutti gli aspetti, la maestria di Zweig si esplica nella descrizione, che a volte richiede soltanto una o poche pagine, di personaggi minori che restano però indelebili grazie a poche pennellate che sono consentite solo ad un genio. Impareggiabile.

  • User Icon

    Lucia

    19/04/2012 14.01.58

    Uno Zweig impareggiabile. Dalla sua mirabile penna prende vita un personaggio di donna fiera, ribelle, passionale del quale sarà molto difficile dimenticarsi. Uno stile impeccabile, fluido, ironico e un porsi senza pregiudizi, al di sopra delle parti, rende questo romanzo estremamente avvincente e capace di rapire il lettore. C'è anche da dire che la vita di Maria Stuarda, si presta moltissimo ad essere romanzata.

  • User Icon

    Gianfranco

    11/01/2009 10.44.38

    Stefan Zwaig ha il singolare merito di mettere alla ribalta della storia personaggi un po' dimenticati da essa. E' il caso di questa sovrana del 500, poco conosciuta ai più, nota forse solo per essere stata la rivale della grande Elisabetta I Tudor. Ne vien fuori il ritratto di una donna forte, passionale, che ha lottato fino all'ultimo da REGINA, consapevole della sua dignità. Lo stile narrativo rende questa biografia un unicum: non una successione di date e fatti, bensì un racconto stimolante, che rende il lettore quasi un contemporaeo di Maria Stuart.

  • User Icon

    Marco

    08/09/2005 12.12.33

    Una splendida biografia,la storia di una donna straordinaria.Da leggere,così come quella di Maria Antonietta che rimane uno dei ritratti più veri e affascinanti della sfortunata regina.

  • User Icon

    Giuseppe Merlina

    21/07/2005 17.32.47

    Entusiasmante come tutte le biografie di Zweig! dopo il capolavoro "Maria Antonietta" la vita di un'altra regina infelice, ma, fiera ed orgogliosa fino alla fine; Un perfetto quadro storico della Scozia del cinquecento lacerata dalle guerre di religione in cui domina la figura di Maria Stuarda con i suoi amori, le sue astuzie ed i suoi errori, l'ultimo, fatale, gli costerà una lunga prigionia e la morte:fidarsi dell'eterna rivale, la cugina Elisabetta! sublime Zweig, tutti dovrebbero leggere almeno una sua biografia!

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione