Categorie

Bruno Halioua

Traduttore: M. Carbone
Editore: Dedalo
Anno edizione: 2005
Pagine: 293 p. , ill. , Rilegato
  • EAN: 9788822005588
Che la medicina fosse molto sviluppata nell'antico Egitto era noto dalle descrizioni di Erodoto (che visitò l'Egitto nel 430 a.C.), di Diodoro Siculo e di Plinio il Vecchio. Ciro, il re di Persia, chiamò a consulto un medico egiziano per farsi curare un'infezione agli occhi. Pare anche che Ippocrate avesse soggiornato per tre anni in Egitto allo scopo di impadronirsi dei segreti custoditi dai sacerdoti, e alcuni suoi aforismi sembrano la copia di precetti egiziani. Notizie più ampie e dirette sono state ricavate da un vasto numero di papiri medici (il più importante è quello di Ebers di centotto pagine, ritrovato alla fine del XIX secolo) completamente decifrati (anche se rimangono molti dubbi sul significato di alcuni termini utilizzati per indicare malattie o farmaci) e sono state completate da studi radiografici, microbiologici, istologici e con le tecniche della biologia molecolare su numerose mummie. Bruno Halioua, medico e storiografo, descrive con meticolosità le conoscenze allora acquisite su malattie, rimedi e interventi utilizzati per contrastare patologie infettive, traumatismi, dolori, gravidanze indesiderate. Un viaggio affascinante nella pleopatologia, attraverso i numerosi strumenti utilizzati per indagare un mondo scomparso.

Marco Bobbio

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Luca

    01/08/2005 22.30.27

    Ho letto questo libro con molto interesse; credo che l'autore in questo libro fornisce un'accurata documentazione esposta (dove possibile)in maniera chiara, delle problematiche mediche, e dei rispettivi rimedi per porre loro fine. Molto bella, inoltre, è la documentazione fotografica, in cui si mettono in evidenza le problematiche di cui soffrivano gli Egiziani.

Scrivi una recensione