La medicina al tempo dei faraoni

Bruno Halioua

Traduttore: M. Carbone
Editore: Dedalo
Anno edizione: 2005
Pagine: 293 p., ill. , Rilegato
  • EAN: 9788822005588

€ 20,40

€ 24,00

Risparmi € 3,60 (15%)

Venduto e spedito da IBS

20 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Luca

    01/08/2005 22:30:27

    Ho letto questo libro con molto interesse; credo che l'autore in questo libro fornisce un'accurata documentazione esposta (dove possibile)in maniera chiara, delle problematiche mediche, e dei rispettivi rimedi per porre loro fine. Molto bella, inoltre, è la documentazione fotografica, in cui si mettono in evidenza le problematiche di cui soffrivano gli Egiziani.

Scrivi una recensione

Che la medicina fosse molto sviluppata nell'antico Egitto era noto dalle descrizioni di Erodoto (che visitò l'Egitto nel 430 a.C.), di Diodoro Siculo e di Plinio il Vecchio. Ciro, il re di Persia, chiamò a consulto un medico egiziano per farsi curare un'infezione agli occhi. Pare anche che Ippocrate avesse soggiornato per tre anni in Egitto allo scopo di impadronirsi dei segreti custoditi dai sacerdoti, e alcuni suoi aforismi sembrano la copia di precetti egiziani. Notizie più ampie e dirette sono state ricavate da un vasto numero di papiri medici (il più importante è quello di Ebers di centotto pagine, ritrovato alla fine del XIX secolo) completamente decifrati (anche se rimangono molti dubbi sul significato di alcuni termini utilizzati per indicare malattie o farmaci) e sono state completate da studi radiografici, microbiologici, istologici e con le tecniche della biologia molecolare su numerose mummie. Bruno Halioua, medico e storiografo, descrive con meticolosità le conoscenze allora acquisite su malattie, rimedi e interventi utilizzati per contrastare patologie infettive, traumatismi, dolori, gravidanze indesiderate. Un viaggio affascinante nella pleopatologia, attraverso i numerosi strumenti utilizzati per indagare un mondo scomparso.

Marco Bobbio