Traduttore: A. Peroni
Editore: Feltrinelli
Collana: Feltrinelli Kids
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 28 gennaio 2016
Pagine: 249 p., Brossura
  • EAN: 9788807922688

Età di lettura: Da 12 anni

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 7,02
Descrizione

Melody ha una memoria fotografica eccezionale. La sua mente è come una videocamera costantemente in modalità "registrazione". E non c'è il tasto "Cancella". È l'alunna più intelligente della scuola, ma nessuno lo sa.

Vincitore Premio Andersen 2016. Miglior libro oltre i 12 anni

Quasi tutti - compresi i suoi insegnanti e i medici - ritengono che lei non abbia alcuna capacità di apprendimento, e fino a oggi le sue giornate a scuola sono state scandite da noiosissime ripetizioni dell'alfabeto. Cose da prima elementare. Se solo lei potesse parlare, se solo potesse dire che cosa pensa e che cosa sa... Ma non può. Perché Melody non può parlare. Non può camminare. Non può scrivere. Melody sente scoppiare la propria voce dentro la sua testa: questo bisogno di comunicare la farà impazzire, ne è certa. Finché un giorno non scopre qualcosa che le permetterà di esprimersi. Dopo undici anni, finalmente Melody avrà una voce. Però non tutti intorno a lei sono pronti per quello che dirà. Età di lettura: da 12 anni.

€ 7,02

€ 13,00

7 punti Premium

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    slvn95

    07/05/2017 14:15:41

    Una lettura molto significativa, visto il target che ha. Ma secondo me può essere benissimo affrontata anche da persone più adulte. A me è piaciuto molto. Mi sono immedesimato nella protagonista. In alcuni punti, alcune frasi scritte da Melody sul suo stato d'animo mi hanno davvero colpito il cuore. Mi ha fatto davvero bene leggerlo, farebbe bene un po' a tutti, dato che ci sono davvero persone che si comportano in modo così odioso (come i personaggi secondari di questo libro) verso i disabili. Proporrei anche di metterlo come libro di narrativa nelle scuole elementari/medie, anche perché lo stile di scrittura è davvero molto semplice e scorrevole, si legge in pochissimo tempo. Molto consigliato, anche e soprattutto come riflessione sulla vita.

  • User Icon

    Alessandra

    31/12/2016 09:52:00

    Prigionieri del proprio corpo. Deve essere terribile. Non tutte queste persone saranno come Stephen Hawking, ma provare a capire e a immedesimarsi può fare solo che bene a tutti noi che ci riteniamo "normali". Lettura scorrevole, piacevole, interessante.

Scrivi una recensione